Amaretti, una ricetta poco amara e molto dolce!

29 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

amaretti al cioccolato

Non sono un’amante degli amaretti in generale, però adoro questa ricetta perché di “amaro” non ha proprio nulla! Ovvio la preparazione è un po’ delicata, mi ci sono voluti non pochi tentativi per capire le dosi giuste e i tempi di cottura migliori, ma alla fine ecco i miei “amaretti con un cuore al cioccolato”! In una pentola antiaderente riscaldate leggermente le mandorle senza la loro buccia, mi raccomando state attenti a non farle bruciare perché darebbero al dolce un gusto troppo amarognolo. Fatele raffreddare e poi inseritele nel mixer con lo zucchero. Molti utilizzano quello a velo, ma io preferisco utilizzare quello semolato in modo che l’olio della mandorla si amalgami in maniera graduale allo zucchero. A proposito di esperimenti in cucina, ho voluto provare a farli anche con lo zucchero di canna e devo dire che l’esperimento non mi ha entusiasmato, forse perché l’amaro viene risaltato molto di più. Con le mandorle e lo zucchero dovrete ottenere la consistenza della farina, tanto da poterla setacciare. Montate gli albumi con lo zucchero, anche in questo caso ho usato quello semolato, fino a che non otterrete una consistenza lucida e molto elastica.

amaretti al cioccolato

Unite la farina di mandorle setacciandone un cucchiaio alla volta e amalgamate con una spatola. Ora riponete il composto in frigorifero e fatelo riposare per 20 minuti, nel frattempo preparate il vostro campo di azione preriscaldando il forno a 180°, rivestendo una teglia con della carta da forno, una saccapoche pronta all’uso e lo spargi zucchero a velo (se non l’avete va benissimo un normalissimo colino). Inserite il composto dentro la saccapoche e sulla teglia fate dei piccoli cerchietti di pasta, vi consiglio di farli più o meno della stessa misura in modo da rendere omogenea la cottura e di distanziarli l’uno dall’altro. Prima di infornarli cospargeteli con lo zucchero a velo e fateli riposare per almeno 10 minuti. La cottura in forno varia tantissimo dal tipo di forno che usate, nel mio posso scegliere le varie tipologie di cottura e ho provato a farli sia con lo statico sia con il ventilato, con quest’ultimo sono bastati 15 minuti, con quello statico 10 minuti. Una volta belli dorati fateli raffreddare completamente prima di toccarli e toglierli dalla carta. Li ho farciti con della crema al cioccolato e guarniti con dei bon bon, ma sono ottimi anche da soli!

dolci con le mandorle



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

80 gr mandorle
120 gr zucchero semolato per le mandorle
2 albumi
55 gr zucchero semolato per gli albumi


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Birramisù, una ricetta rivisitata utilizzando la birra Double Chocolate Stout

18 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

tiramisù fatto con la birra scura

Venerdì scorso sono stata in una Brasserie, ho mangiato uno zolaburger e devo dire che non era per niente male, invece Marco ha mangiato una grigliata di wurstel misti, questo perché non siamo riusciti ad andare all’Oktober Fest e quindi si voleva rifare! Purtroppo per via delle mie intolleranze alimentari, ci sono periodi dove la birra ahimè è bandita e quindi meno ne bevo meglio sto! birra scuraMa ditemi voi se potevo mai resistere e non provare il Birramisù!!! Ebbene sì l’ho preso, ma diciamo che me lo aspettavo diverso nell’aspetto e nel gusto, si insomma, più che un tiramisù alla birra era una crema di cioccolato con un savoiardo nel mezzo, ma a ognuno il proprio esperimento, io ho voluto rifarlo e quindi eccovi il mio di Birramisù! Ho preferito usare il pandispagna, ma voi provateci anche con i savoiardi! Allora in cosa è diverso questo Birramisù dall’originale? In tutto! Partendo dalla bagna, che in genere è fatta di caffè, invece in questo caso ho usato la birra, ma non una qualsiasi, bensì quella scura. In commercio ne troverete di tantissimi tipi, io personalmente ho usato la Double Chocolate Stout (esiste anche quella senza il double, ma io sono golosa), se non la trovate potete utilizzare anche la Guinness. Ovvio hanno due gusti diversi, la Chocolate Stout per l’appunto richiamerà come gusto al cioccolato invece la Guinness ha delle note di liquirizia nel carattere. Essendo una ricetta completamente da inventare ho provato più varianti. Nella prima ho scaldato la birra, nella seconda ho provato a mescolare la birra fredda con del latte, nella terza ho usato la birra con il caffè…. tutte e tre le varianti mi sono piaciute tantissimo! La mia preferita, però, è stata quella con la birra pura quindi andiamo in cucina che vi faccio vedere come ho fatto.

La birra l’ho fatta riscaldare ma non sobbollire (ricordatevi di mettere da parte 5 cucchiai che vi serviranno per la crema), dovete sapere che questo tipo di birra fa tantissima schiuma per questo motivo quando la verserete nella pentola lasciatela riposare per un po’. Nel frattempo dedicatevi alla crema. Montate con la frusta i tuorli e la birra, poi aggiungete lo zucchero un cucchiaio per volta, dovrete ottenere una crema fluida e liscia che amalgamerete con il mascarpone.

birra scura

Riponetela in frigorifero per farla rassodare e dedicatevi a bagnare il pan di spagna. La birra dovrà essere tiepida e non bollente, usate pure un pennello da cucina per inumidire, ma se non ce l’avete usate il vecchio metodo del cucchiaio, cospargendo un po’ dovunque la birra. Ricoprite con la crema e cospargete con il cacao, mettete in frigorifero per almeno 2 ore prima di servirlo.

tiramisù con la birra

Ho chiesto a degli amici di assaggiarlo per capire come fosse venuto… ehm dalle foto capirete che non ho avuto molto modo di fotografare una singola porzione… si sono impossessati dei cucchiaini e via!

tiramisù con la birra scura

Buon fine settimana e mi raccomando fatemi sapere se lo rifarete!

come preparare il birramisù

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 6 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

50 gr zucchero
500 gr mascarpone
200 ml Birra scura
Pan di spagna a piacere
3 tuorli
cacao a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Strudel alla Croata

9 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Strudel

Ah lo strudel che passione! Ma lo sapete che ne esistono di tantissimi tipi? Per esempio se andate in Croazia, nei dintorni dei laghi di Plitvice, troverete degli strudel buonissimi! Sono diversi rispetto a quelli che usualmente vediamo in commercio e anche i ripieni sono particolarissimi! Dovete sapere che io in Yugoslavija ci ho abitato per ben 10 anni… quindi la ricetta son riuscita a farmela dare dalle signore che vendono queste bontà! Si sono raccomandate tutti i vari passaggi e procedimenti ed io non me ne sono persa nemmeno uno! J Dai preparatevi a creare questa delizia! Prima però devo dirvi che ovviamente loro usano i loro prodotti locali, quindi se li avete assaggiati sul posto sappiate che non saranno perfettamente uguali, ma il bello della cucina è anche questo no?

 

Strudel

Impastate i seguenti ingredienti in un’unica ciotola: farina, yogurt, lievito secco, lievito fresco, zucchero, olio, latte e per ultimo il sale. Quando si sarà formata una palla, mettetela su una superfice liscia (la cosa migliore sarebbe avere un grosso tagliere di legno, tipo quello dove fare la pasta fatta in casa, ma al momento io ho sfruttato il grande spazio del mio top in cucina, quindi tranquilli fatelo anche voi!)  Lavorate l’impasto in modo che diventi liscio e poi copritelo lasciandolo lievitare almeno per 3 ore. Nel frattempo potrete dedicarvi ai vari tipi di ripieni, dunque io in questo caso avevo preso tutte le materie prime sul posto, sia il papavero, sia il formaggio ecc, ma naturalmente se non trovate il papavero potete usare le noci e invece del loro formaggio locale usare la nostra nazionale ricotta, insomma in cucina è bello anche adattare certi tipi di ricette al nostro uso quotidiano!

Strudel

Se trovate il papavero (non dovrebbe essere difficile io l’ho visto nella maggior parte dei supermercati) tritatelo con lo zucchero, l’uvetta, la vaniglia e il latte caldissimo, usate pure un mixer per quest’ operazione. Per il ripieno di formaggio procedete in questa maniera, passate al setaccio la ricotta e se fosse ancora troppo umida aggiungete un cucchiaio di farina, poi mescolate insieme allo zucchero, all’uvetta, all’uovo e alla vaniglia. Come vedrete dalle foto potete usare tantissimi altri ripieni, come quello alle prugne oppure al mango che si sposa perfettamente con questa preparazione! Una volta passate le 3 ore e i ripieni ben raffreddati procedete alla stesura della pasta, usate un mattarello e tentate di farla più squadrata possibile, cercate di stenderla di uno spessore non più di 1 cm perché crescerà ancora durante la cottura.

Strudel

Ora viene il bello, nel senso che per avere quell’effetto di farcitura a goccia il trucco è che dovete dividere “visualmente” la pasta in 3 parti quasi uguali. Nella parte centrale dovrete sistemare le due farce per il lungo e agli estremi, ma prima dovrete farne una con relativa copertura di un’ala, poi sopra di questa, ma rimanendo sempre nel mezzo, per poi ricoprire con l’ultima ala, lo so sembra macchinoso, ma fidatevi è più complicato scriverlo che farlo :o) Se volete ottenere un bel contrasto di colori, l’importante è che le farce non si tocchino tra di loro, quindi inseriteci sempre un’ala a dividerle e il gioco è fatto! Spennellate con parti uguali di olio e acqua, tranquilli lo so che è un casino mescolarli ma metteteli in una tazzina e il pennello farà il resto! Cuocete in forno per circa mezz’ora a 180° e ovviamente lasciate raffreddare prima di servirlo! Spero vi piaccia come piace a me, io ne sono golosissima!

Strudel

Ingredienti per la farcitura al formaggio:

20 gr di ricotta

15 gr di zucchero

1 manciata di uvetta (lavata e bagnata )

1 uovo

1 bustina di zucchero vanigliato oppure 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

 

Ingredienti per la farcitura al papavero:

25 g di semi di papavero (oppure noci)
15 grammi di zucchero
1 manciata di uvetta (lavata e bagnata)

150 ml di latte caldo
1 bustina di zucchero vanigliato oppure 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

 

 

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 10 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

1 kg farina
2 uova
200 ml latte
200 ml olio di semi
200 ml yogurt
1 bustina di lievito secco
50 gr lievito di birra
2 cucchiai di zucchero
pizzico di sale


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Salsa al caramello

21 settembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

caramello

Tempo fa, per la festa di compleanno di un amico, ho portato la mia torta di pancakes, l’idea è carina perché ognuno si serve da solo, non c’è bisogno di affettare, non c’è bisogno di avere piattini o posate e ovviamente ognuno decide quanti pancakes prendere e quanta salsa aggiungere! Ecco oggi vi parlerò di questa salsa al caramello, è semplicemente paradisiaca, potete usarla come ho fatto io per accompagnare i pancakes, ma anche per decorare torte, farcire crepes, come top sul gelato oppure sullo yogurt, insomma come vi dico sempre spazio alla fantasia e al gusto! Dovete sapere che questa ricetta l’ho imparata a Londra, ebbene sì, mi hanno fatto provare la “loro” salsa al caramello e aveva decisamente una marcia in più! Credo che il trucco stia tutto nello zucchero usato, io la faccio con lo zucchero muscovado e il gusto è davvero fantastico. caramelloCome sempre quando si lavora, lo zucchero bisogna stare attenti ai tempi, infatti, in pochissimo tempo si rischia di bruciarlo completamente conferendogli un sapore decisamente amarognolo e sgradevole che non ha nulla a che fare con il caramello. In una pentola mettete a sciogliere a fuoco basso lo zucchero e l’acqua, a parte riscaldate la panna. Quando gran parte dello zucchero si sarà sciolto, spostatelo dal fuoco e ruotate la pentola in modo che si mescoli da solo, è importante non mescolarlo con nessun attrezzo in questa fase, deve “arrangiarsi” per conto suo! (lo so… vien voglia di… !!!!) Rimettete la pentola sul fuoco sempre basso e inserite a filo la panna calda, ora potete mescolare anche con una frusta. La prima reazione è quasi di cristallizzazione, ma vedrete che man mano si amalgamerà nella più buona delle salse! Potete tranquillamente conservarla in frigorifero per 4 o 5 giorni, ma in casa nostra non supera mai la giornata!!!!

    salsa di caramello



INGREDIENTI
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: meno di 15 min.

5 cucchiai di acqua
150 gr zucchero
100 ml panna fresca


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Pasta Choux per Bignè o Eclairs farciti con crema pasticcera

27 luglio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Bignè EclairsPer me il bello di avere una casa con giardino è sicuramente il fatto che possiamo invitare sempre tantissime persone, che sia per un veloce saluto durante un giro in moto (le strade intorno al Lago di Como sono stupende!) oppure che sia per un pranzo o una domenica passata a cicerare del più o del meno, noi adoriamo avere ospiti!  Ovviamente quando si preparano grigliate e pranzoni per più persone ognuno porta qualcosa oppure come questa volta dove la mia amica Elena ci ha preparato i bignè sul posto! Ovviamente spazzolati nonostante ce ne fossero davvero tanti, quindi immaginatevi la loro bontà! Ho fotografato ogni più piccolo procedimento, fidatevi vi leccherete i baffi! Bignè  Eclairs Il merito di questa ricetta non è mia, bensì io ho solo aiutato a prepararli e dopo a finirli! Il ringraziamento va tutto a Elena!!! Soprattutto ho apprezzato il fatto che non ci fossero le cosiddette scorciatoie, quindi banditi i bignè comprati, mi sono goduta un’ottima realizzazione della pasta choux fatta letteralmente davanti ai miei occhi! Ecco il procedimento: mettete in una pentola con i bordi alti il burro, l’acqua e giusto un pizzico di sale e anche un pizzico di zucchero. Pasta ChouxFate sciogliere il burro e una volta arrivato a ebollizione togliete dal fuoco, poi inserite la farina, tranquilli potete farlo tutto in una volta!

Vi dicevo di usare una pentola a bordi alti perché ora dovrete mescolare il composto e riposizionarlo sul fuoco, quello che dovrete ottenere è un impasto molto elastico che formi una palla e che si stacchi facilmente dalle pareti della pentola, così non potrete sbagliare!  Pasta Choux per Bignè o Eclairs Lasciate raffreddare il composto almeno per 20 minuti, poi incorporateci le uova, attenzione a differenza della farina in questo caso dovrete inserirle una a una e amalgamarle bene prima di procedere con l’uovo successivo. Ora viene la parte di manualità, non preoccupatevi tutto s’impara e quindi anche questo!  Otterrete un impasto molto morbido ma anche elastico, stendete la carta da forno e riempite la sac a poche Pasta Choux per Bignè o Eclairs (che non è altro che la tasca del pasticcere) e fate dei piccoli batuffoli di pasta con il codino all’insù, poi li sistemerete tutti sennò, rischiano di bruciare o prendere un colore più scuro, ma per comodità mentre li state facendo vi renderete conto che la cosa migliore è lasciargli il codino. Se non avete la sac a poche, tranquilli, usate un semplicissimo sacchetto per surgelati e procedete ugualmente. Ora abbassate tutte le codine, alcuni raccomandano di farlo con le mani bagnate, ma se l’impasto è buono, non ne avrete bisogno, perché non vi si appiccicherà alle dita. Inserite la teglia nel forno preriscaldato a 250° per circa 20 minuti e una volta cotti fateli raffreddare.

Le combinazioni di riempimento ovviamente non hanno limiti se non dovuti alla vostra fantasia, noi questa volta li abbiamo fatti con la crema pasticcera, ma provate a fare anche gli Eclairs farciti con panna e glassa di cioccolato fondente… buonissimi!Pasta Choux per Bignè o Eclairs

Ele, ancora grazie!!!!!

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

250 ml acqua
100 gr burro
150 gr farina
4 uova
un pizzico di sale
un pizzico di zucchero


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Torta di pane al cioccolato

27 giugno 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

torta pane cioccolato

Non so voi, ma io ci sono cresciuta con le torte di pane, me le faceva sempre il mio papà e non vedevo l’ora di aiutarlo! Naturalmente quelle che amavo di più erano quelle al cioccolato, sicuramente sono buone anche quelle con la frutta secca, con l’uvetta, con il caffè ecc ecc, ma io impazzisco per quella al cioccolato, quindi pronti via ecco la ricetta! Tagliate grossolanamente il cioccolato e mettetelo da parte. Sbattete le uova con lo zucchero, aggiungete il latte e la farina, mescolate il tutto con una frusta in modo da non avere i grumi. Portate a ebollizione e una volta che il composto si sarà addensato, aggiungete il cioccolato a pezzi e mescolate finché non si sarà sciolto tutto. torta pane cioccolatoFarcite una pirofila con le fette di pane e bagnatele con il rhum e il latte (non devono essere troppo bagnate giusto inumidite), continuate così alternando la crema con gli strati di pane e il cioccolato. Per ultimo lasciate uno strato di crema e cospargetelo con pezzi di cioccolato. Ora mettete tutto in forno a 200° per almeno una 20 di minuti, la cottura dipende dagli strati che avete fatto di pane e di crema. E’ buonissima anche calda (per i golosi che non riescono ad aspettare) ma secondo me è una meraviglia anche da fredda! Potete anche usare degli stampi in silicone in modo che prenda una forma particolare e solo dopo versargli del cioccolato fuso. Io la tengo in frigorifero (anche se da noi dura davvero pochissimo) ma è ottima da servire anche a temperatura ambiente. Naturalmente potete usare il pane che volete, anche quello ai cereali oppure quello nero. Se usate il pane casareccio, va levata crosta, ma non buttatela, bensì tritatela grossolanamente con delle nocciole e del cacao e poi cospargete sulla torta, come dico sempre, in cucina si ricicla tutto!torta di pane al cioccolato

INGREDIENTI

Pane

Latte (anche quello di soia va benissimo)

Rhum (se non vi piace potete usare solo il latte)

100 gr di cioccolato

Per la crema

150 gr di zucchero

½ lt di latte (anche quello di soia va benissimo)

4 uova

60 gr di farina

150 gr di cioccolato (scegliete voi tra quello al latte, fondente o bianco)

50 gr di cioccolato per la copertura finale

torta di pane al cioccolato


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Fragoline di bosco

25 giugno 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

fragole panna

Ebbene sì nel nostro giardino crescono le fragoline di bosco! Durano pochissimo soprattutto perché non fanno in tempo ad arrivare a tavola, infatti, tutti noi gironzolando per il giardino se ne vediamo una non possiamo fare altro che gnam! Buona, dolcissima e un ingrediente fantastico per dolci e abbinamenti con altra frutta, la fragolina di bosco è un vero gioiello della natura. Come vi dicevo noi amiamo mangiarle così senza tante sofisticherie, perché la frutta quando è buona lo è soprattutto da sola, ma avevamo ospiti e vuoi mettere offrire loro le fragoline di bosco del proprio giardino?  Stavolta ho voluto fare una cosa molto semplice, ho montato la panna con un po’ di zucchero e l’ho ricoperta di fragoline di bosco, un dolce semplice ma con un gusto unico!

 fragole

INGREDIENTI

Fragoline di bosco (mai abbastanza!)

Panna (in base agli ospiti e alla golosità che avete)

Zucchero (a vostro piacimento)

fragole


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Finger food alla paprika

10 giugno 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

finger food paprika

Capitano anche voi gli ospiti improvvisi? Magari in quegli orari prima di cena, dove ci starebbe bene un aperitivo? Bene! Io adoro quando succede, in qualche modo mi mette allegria aprire il frigorifero e con quello che c’è dentro preparare di tutto e di più. Stavolta in frigorifero avevo ben poco…anzi niente! Ma in freezer ho trovato della pasta sfoglia, evvai, finger food alla paprika! Con della birra fresca non potrete chiedere e offrire di meglio. Tagliate la pasta sfoglia in strisce lunghe e sottili, spennellate con un uovo sbattuto (se non l’avete, va benissimo anche dell’olio extravergine di oliva) e poi cospargete con paprika dolce, oppure usate quella piccante se siete audaci e vogliosi di più birra. Attorcigliate le strisce e infornate a 200° per 15 minuti, è il tempo giusto per i saluti, aprire e versare la birra e provare a mangiarli senza ustionarvi! finger food alla paprikaOvviamente, io ho usato la paprika, ma potete usare il formaggio grattugiato, un mix di erbe provenzali, olio e pepe vario (bellissimo l’effetto del pepe rosa con quello verde). Se non siete dell’idea di offrire e mangiare piccante e magari volete rimanere sul leggero, vi consiglio di grattugiare la parte verde delle zucchine prima di arrotolare la pasta sfoglia. Particolare è il gusto ottenuto dallo zenzero e miele, in questo caso dovrete spennellare con del miele e poi grattugiare lo zenzero fresco, non ci crederete, ma con la birra ha un suo perché! Potete farli anche in versione dolce, quindi spazio alla fantasia e ai vari ingredienti. Per esempio spennellarli con del latte e ricoprirli di cocco e scaglie di cioccolato. Letteralmente infarinarli nello zucchero e nocciole, oppure avere la pazienza di tagliare finemente dei canditi e dopo che avrete spennellato con latte e rhum decorarli come se fossero dei piccoli gioiellini…

Fatemi sapere come li farete! Nel frattempo… buona birra!

 finger food alla paprika

INGREDIENTI

Pasta sfoglia

1 uovo sbattuto

Paprika dolce/piccante


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Pasta frolla

9 gennaio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

buona anche cruda

Prima di tutto lasciate fuori dal frigorifero il burro per almeno 2 ore, poi in una terrina abbastanza ampia inserite la farina con lo zucchero, la buccia di limone e il pizzico di sale. Quando avrete rimescolato questi ingredienti, procedete con le uova e il burro, all’inizio vi sembrerà che i vari ingredienti non si vogliano amalgamare, ma voi continuate fino a che non avrete ottenuto una bella palla liscia. In genere ci vogliono almeno 15 minuti. La pasta frolla io la uso per tantissime ricette, potete sbizzarrirvi dai biscotti alle crostate e molto di più.

INGREDIENTI

800 gr di farina

400 gr di burro

200 gr di zucchero

3 uova (di cui solo 1 intero e 2 tuorli)

un pizzico di sale

a piacere inserite della buccia di limone oppure della vanillina.


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Crema pasticcera

7 gennaio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

pasticciare con uova farina

Crema Pasticcera

Mettete in una pentola 4 ml di latte e portate a ebollizione. Nel frattempo mettete in una terrina le uova con il latte rimasto e gli altri ingredienti e sbatteteli con la frusta. Quando il latte bolle, abbassate la fiamma al minimo e inserite il composto ottenuto, con la frusta continuate a girare finché non ricomincia a bollire. Se desiderate avere una crema più ricca nel sapore e più vellutata potete aggiungere una noce di burro una volta tolta la pentola dal fuoco.

INGREDIENTI

150 di zucchero

½ di latte

4 tuorli d’uovo

60 gr farina

a piacere inserite della buccia di limone oppure della vanillina.


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi