Insalata speziata dai colori natalizi, una ricetta per un Natale Light

16 dicembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Ricetta vegetariana

Un’amica mi ha chiesto di mettere qualche ricetta di Natale light, perché
secondo lei in questo periodo si mangia troppo e non si riesce a “rinunciare” a
tutte quelle bontà che ci prendono per la gola soprattutto per via dei colori.
Bene, ho preso la palla al balzo e ho voluto fare una semplice insalata, ma dai
colori bellissimi! E’ semplice in quanto ha solo pochi ingredienti, ma quei
pochi sono buonissimi, perché a Natale un po’ più buoni lo bisogna essere no?
Quindi ispirata dai vari viaggi fatti per il mondo ho voluto sperimentare e
devo dire che ci ho azzeccato in pieno. Curiosi? Dai andiamo in cucina così vi
racconto! Sbattete del succo di lime con dello zenzero in polvere, miele e olio,
otterrete una salsa dove farete marinare le fette di pomodoro. Ora prepariamo
le lenticchie, le dovrete far lessare nel tè di Roibos, lo trovate facilmente
in tutti i supermercati, ci sono anche le varietà mixate con la cannella, ma se
non vi piace lasciate perdere e usate quello puro. Ora la cosa vi sembrerà una
ricetta aliena, ma fidatevi il gusto è davvero buono! Fatele bollire per almeno
40 minuti poi lasciatele raffreddare. Prendete delle foglie di
spinacino novello e alternatele alle fette di pomodoro poi cospargete le
lenticchie al roibos. Il tutto lo potete accompagnare con dell’ottimo pane ai
cereali! Guardate che colori non vi richiama subito al Natale?



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

2 cucchiaini di Olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di Miele
2 pomodori
1 lime
1 cucchiaio di zenzero in polvere
100 gr lenticchie
1 bustina di tè Roibos
100 gr spinaci novelli


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Croccante al cioccolato, una ricetta golosa

23 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

ricetta golosa al cioccolato

Croccante al cioccolato, scritte queste tre dolci parole, devo proprio ammetterlo, io sono una di quelle persone che se non ci sono dolci in casa ci mette meno di un minuto a elaborare di poterli fare. In qualche modo scatta una scintilla… che spesso si spegne constatando di non avere nulla con cui farli! In pratica la domanda che mi sono fatta è stata niente uova, niente farina, niente burro, niente latte, ma che dolci faccio? Beh non si può dire che mi manchi la fantasia e la creatività, quindi ho adocchiato dei cereali da colazione e del cioccolato fondente e ci ho fatto un croccante! Ecco come è nato il mio croccante al cioccolato, dall’impellente desiderio di mangiare qualcosa di dolce. Questo croccante al cioccolato è risultato tanto buono da farci dei regalini per degli amici, infatti ho sistemato alcuni quadrotti uno sopra l’altro e poi li ho legati come se fossero dei piccoli pacchettini, come vedete dalle foto il successo è assicurato. Andiamo ai fornelli, anche se non c’è molto da spiegarvi, infatti ho solo fatto fondere il cioccolato e poi gli ho aggiunto i cereali, come avrete capito è una di quelle ricette strafacili e ultraveloci, ottime da fare anche con i bimbi.

ricetta al cioccolato

Una volta sciolto il cioccolato ho mescolato il tutto e poi l’ho versato sulla carta da forno e gli ho dato la forma di un pacchettino, in modo da fargli avere la stessa altezza e larghezza e poi l’ho lasciato raffreddare. Una volta freddo l’ho tagliato in quadrotti ed ecco a voi un dolce fatto in meno di 15 minuti! Naturalmente questo può essere anche un dolce vegan, basta usare il cioccolato fondente senza latte. Sicuramente ci saranno parti che si sbricioleranno, tenetele da parte per guarnirci il gelato, i dolci al cucchiaio oppure solo della semplice panna montata. Se poi volete fare i giusti mescolate questi cereali cioccolatosi agli altri che utilizzate per colazione, sarà bello trovarsi qua e là qualche pezzo di cioccolato!

preparazione croccante al cioccolato

 


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

50% quiche 50% torta salata … una ricetta buona al 100%!

15 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

quiche torta salata porri e pomodori

In genere i porri li uso per il soffritto, per farci le zuppe, le frittate…ma questa è la prima volta che ci faccio una torta salata. Credevo di ottenere un gusto troppo forte, invece mi sono dovuta ricredere, non è proprio una torta salata, diciamo una mezza quiche e una mezza torta salata. Il bello è, che dall’idea che fosse una ricetta dal gusto troppo forte, sono arrivata all’idea di aver fatto la ricetta più delicata in assoluto! Mettete i porri, la panna e le uova all’interno del mixer e fate andare finché non otterrete la consistenza di una crema, salate e pepate a vostro piacimento.

quiche torta salata porri e pomodori

Stendete la pasta brisè nella teglia e bucherellatela con una forchetta, cercate poi di creare un po’ di bordi in modo che la crema non fuoriesca, versate la crema di porri e riponete in frigorifero in modo da farla rassodare per bene. Tagliate i pomodorini e usateli per decorare la torta nel modo che desiderate, come vedete dalle foto io ho deciso per una decorazione rettangolare, ma spazio alla vostra fantasia!

quiche torta salata porri e pomodori

Mettete in forno a 200° per almeno 40 minuti, dovrete ottenere quel fantastico colore dorato che vedete nelle foto. E’ buonissima da servire tiepida per un aperitivo e si sposa divinamente con le bollicine!

quiche torta salata porri e pomodori



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

Pepe a piacere
2 uova
Sale a piacere
3 Porri
250 ml panna fresca
1 pasta brisè
pomodori


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Pasta tonno e fagioli, una ricetta semplice

14 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

pasta tonno e fagioli

Semplice, buona, facile e veloce… questa è una ricetta dell’ultimo minuto, quando si ha davvero pochissimo tempo e quel poco che si ha è tutto fatto di situazioni incastrate l’una nell’altra, come mettere su l’acqua mentre ti fai la doccia e buttare la pasta mentre ti vesti… insomma un tetris day!

pasta tonno e fagioli

Ho usato la stessa pasta che avevo usato in questa ricetta:  ”Foglie di Ulivo“ , ve la ricordate? Credo che sia davvero buona e riesce a dare al piatto un bel colore vivace. Sul tonno preferisco non fare pubblicità e nemmeno denigrare alcuni prodotti, se potete utilizzate quelli di aziende che pescano responsabilmente. I fagioli che amo di più abbinare al tonno, sono sicuramente i fagioli rossi, hanno un gusto molto avvolgente e anche come colore riescono a risaltare perfettamente in questa ricetta. C’è da dire che ho provato questo piatto anche con i fagioli borlotti come vedete, ma quelli rossi la vincono!

pasta tonno e fagioli

In una ciotola sminuzzate il tonno e aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta, non troppa, giusto per riuscire ad amalgamare bene gli ingredienti. Aggiungete i fagioli e poi la pasta, mescolate con olio extravergine di oliva e se vi piace anche una bella spolverata di pepe rosso. Buon tetris day!

pasta tonno e fagioli



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 15 min.

80 gr pasta
50 gr tonno
50 gr fagioli


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Fichi con mousse di yogurt e gorgonzola

2 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

fichi yogurt gorgonzola

Abbiamo la fortuna di avere un giardino con gli alberi da frutto e tra tutti poteva mai mancarci il fico? No dai, i fichi si prestano a mille ricette quindi non poteva non esserci questo splendore di albero di cui vi allego un po’ di foto.

fichi

La varietà è quella del fico verde e settembre è stato il suo periodo.
fichi

In genere i fichi si accompagnano a vari tipi di formaggi, ma sicuramente l’abbinamento che amo di più è quello con il gorgonzola, però sotto forma di mousse, perché mi piace che sia un po’ più cremoso del solito.

fichi

Per fare la mousse io uso il gorgonzola dolce e lo frullo con lo yogurt, lo lascio riposare in frigorifero e poi ci guarnisco i fichi, va molto a gusto personale, quindi non vi starò a scrivere quante quantità di yogurt o gorgonzola… assaggiate e decidete a vostro gusto personale!

fichi

Ovviamente potete usare anche altri abbinamenti, per esempio sono ottimi con il crudo e salumi vari, con formaggi di tutti i tipi e se avete voglia e tempo potete anche passarli in forno, non per moltissimo, giusto il tempo che si ammorbidiscano un po’. L’anno scorso con questo metodo ci ho fatto delle buonissime bruschette usando fichi e formaggio di capra con sopra un po’ di miele.

fichi

Come vedete si prestano davvero a mille ricette. Sono buonissimi per farci anche degli ottimi risotti e indubbiamente si possono anche abbinare alle carni conferendo loro un sapore molto particolare. Li ho anche usati per farcirci delle crepes e fidatevi è facilissimo!

fichi

Tagliate a dadini i fichi e metteteli in una pentola antiaderente con un po’ di zucchero, fateli caramellare a fuoco basso e aggiungete un po’ di acqua. Una volta ottenuta questa composta di fichi, farcite le crepes aggiungendo un cucchiaio di mascarpone e una grattugiata di zenzero fresco! Ah che bontà!



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 15 min.

yogurt a piacere
2 fichi
gorgonzola a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Sedani rigati ai sapori d’autunno

25 settembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

pasta speck funghi

Lo sentite anche voi un po’ di fresco in più? Non freddo ma quel frescolino che ti fa mettere una felpina se esci la sera e magari un plaid leggero sul divano. Ovviamente anche in cucina si iniziano a cambiare gli ingredienti, ieri ho trovato dei fantastici porcini… vuoi non farli???? Ripulite bene i funghi, ma fatelo delicatamente, dovete solo levare l’eccesso di terra e le imperfezioni, e mai, ripeto mai lavarli! Al massimo potete inumidire uno straccio e dopo averlo ben strizzato ripulire eventuali residui di terra. Li ho tagliati a pezzetti non troppo piccoli, sappiate che durante la cottura perdono tantissimo di volume quindi non tagliateli troppo fini.

pasta porcini speck

Saltateli con poco olio e uno spicchio d’aglio che toglierete a fine cottura, fateli riposare mentre preparate il resto degli ingredienti.  Tagliate a striscioline lo speck e anche questo mettetelo da parte. In una padella fate andare lentamente il porro con il burro, mi raccomando il fuoco deve essere molto basso e nel caso servisse, aggiungete dell’acqua di cottura della pasta. Nella stessa padella inserite sia i funghi sia lo speck e spadellateli a fuoco alto in modo che i sapori si mescolino bene.

funghi porcini

Per ultimo aggiungete la panna, salate e pepate a piacimento e fatela asciugare in modo che diventi una crema con il resto degli ingredienti. Una volta cotta la pasta saltatela all’interno della pentola con lo speck e i funghi, se desiderate, aggiungete una manciata di parmigiano, ma assaggiatela pima, perché il formaggio in alcuni casi rischia di coprire alcuni sapori. Con questo frescolino è il piatto ideale!

porcini speck



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

10 gr burro
160 gr Sedani rigati
100 gr Funghi porcini
50 gr Speck
1 Porri
1 spichio di aglio
70 ml panna


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Patè di mortadella

17 settembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

patèNon so voi, ma io sono della generazione che “un panino con la mortazza” avrà sempre un posto ben specifico nel mio cuore e non solo! Insomma alla mortazza non si dice di no, questa volta ho voluto un po’ rivederla e modificarla, renderla un po’ diversa, giocare con i sapori e ho ottenuto un super paté di mortadella. Ieri l’ho fatto assaggiare ad alcuni amici, in pratica l’ho usato per farcire la focaccia… sembra che l’abbinamento abbia funzionato perché da una teglia intera non è rimasto nulla! La ricetta è semplice quanto buona, naturalmente non c’è niente da cuocere e avrete la possibilità di preparare il paté in anticipo anche il giorno prima, ovviamente conservandolo in frigorifero.

patè

La mortadella potete trovarla già tagliata a fette oppure a dadini, ma anche in pezzi grossi. Ecco io preferisco andare dal salumiere e chiedere un pezzo spesso, perché secondo me qualsiasi cosa venga tagliata prima in qualche modo perde di sapore e bontà, quindi gli alimenti confezionati e già tagliati mi danno l’idea di essere meno saporiti, ma questa è un’opinione personale. Tagliate la mortadella a dadini e inseritela nel mixer, aggiungete il mascarpone e lo yogurt. Ho provato a farla anche senza yogurt, ma la verità è che gli da una marcia in più. Se desiderate (ma prima provatelo) aggiungete sale e pepe a piacimento, io aggiungo solo il pepe e rigorosamente nero. Mixate il tutto fino a ottenere la consistenza del paté e poi riponetelo in frigorifero per almeno ½ ora. Io ci ho farcito la focaccia, ma potete benissimo usarlo sulle gallette, con il pane nero, con le tigelle e così via… come vi dico sempre: spazio alla vostra fantasia!!! A proposito di fantasia, se volete potete farvi tagliare dal salumiere 4-5 fette sottili con cui decorare il vostro piatto, come vedete dalla foto io ho usato la forma di un porcellino.. mi sembrava quella più adeguata!

patè



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 15 min.

300 gr mortadella
125 gr mascarpone
3 cucchiai di yogurt


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Sformatini alle arachidi

16 settembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

arachidi

Come sapete ho partecipato alla Sagra Girovaga, ed è stato davvero fantastico! Nonostante la pioggia ci siamo organizzati all’interno di questo spazio bello grande dove ci siamo sistemati tutti con i nostri banchetti…e ovviamente io ho portato nuove ricette da far provare! Oggi vi farò vedere i miei Sformatini alle Arachidi. Come mi sono venuti in mente mi hanno chiesto… beh le noccioline piacciono a tutti no? Volevo quindi fare un qualcosa che non fosse dedicato solo ai piccini, ma anche ai grandi e devo dire che hanno suscitato un bell’apprezzamento! Ovviamente la “morte” loro è accompagnarli ad una birra bella fresca, quindi se vi capitasse, abbinateli alla vostra preferita! Passiamo alla ricetta, che vedrete, è molto facile.

sformatini

Personalmente non ho voluto utilizzare arachidi già sgusciate o salate, perché preferisco sempre partire dall’ingrediente base, quindi regolatevi voi se preferite utilizzare quelle già pronte. In questa preparazione non ho voluto aggiungere il sale, proprio perché volevo che sapessero solo di noccioline. Sgusciate le arachidi, anche della pellicina rossa e tostatele leggermente in una padella antiaderente, non devono brunirsi bensì asciugarsi un po’. Fatele raffreddare e tritatele aggiungendo la farina, questo perché sono oleose e quindi è meglio che sia assorbito direttamente dalla farina, per ultimo aggiungete il lievito. In una ciotola a parte sbattete l’uovo, il latte e l’olio, poi man mano inserite la farina e continuate a mescolare, con il composto ottenuto riempite dei pirottini da muffin in modo da avere delle mini porzioni come ho fatto io, oppure usate uno stampo da plumcake, in questo caso la cottura sarà un po’ più lunga e ovviamente otterrete delle fette. Forno a 180° per 20 minuti circa. Lo consiglio vivamente come aperitivo aggiungendo salumi o formaggi, e naturalmente non dimenticatevi di gustarlo con una buona birra!

 

arachidi



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

115 gr farina
1 bustina lievito
60 gr arachidi senza buccia
1 uovo
125 gr latte
1 cucchiaino di olio di semi


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Spaghetti di soia con alghe hijiki

11 luglio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Spaghetti di soia con alghe hijiki

Io adoro andare a mangiare nei ristoranti giapponesi, ma ancora di più adoro cucinare e inventarmi delle ricette con i loro alimenti, per esempio il piatto di oggi è di una semplicità unica, ma con tutti i sapori d’oriente. In una ciotola con dell’acqua calda mettete le alghe hijiki e gli spaghetti di soia e lasciateli almeno per 20 minuti, nel frattempo fate saltare in padella i fagiolini e i germogli di soia che avrete prima lessato. Trascorsi i 20 minuti scolate gli spaghetti e le alghe e unite il tutto ai fagiolini e ai germogli di soia. Saltate in padella con salsa di soia ed eccovi un super primo piatto orientale!

Spaghetti di soia con alghe hijiki

Se desiderate, potete saltare anche dei gamberetti, oppure degli straccetti di pollo in modo da non avere un piatto completamente vegetariano. Se avete ospiti, potete copiare questa mia idea, infatti, preparo una base vegetariana come quella descritta e aggiungo in tavola ciotoline con pollo e pesce, così ognuno può aggiungere gli ingredienti che vuole, ovviamente in una ciotolina non dimenticatevi un tocco piccante, come dei peperoncini tagliati finemente, daranno sicuramente una marcia in più!

Spaghetti di soia con alghe hijiki



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 15 min.

Alghe hijiki
140 gr spaghetti di soia
150 gr fagiolini lessati
150 gr germogli di soia lessati
Salsa di soia a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Smørrebrød il sandwich aperto

9 luglio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

sandwich salmone

Smørrebrød il sandwich aperto. Vi chiederete come mi sia venuta in mente l’idea di un sandwich aperto, ebbene non ho inventato nulla di nuovo, come da tutti i miei viaggi mi sono semplicemente portata dietro un ricordo. E’ anche vero che sono sempre stata golosa di salmone, crudo, cotto, affumicato, a tranci, intero… insomma è uno di quegli alimenti di cui non mi stancherei mai! Ovviamente quando abbiamo deciso di andare a Stoccolma non vedevo l’ora di mangiarlo in tutte le salse e in tutte le varianti e vi assicuro che ne sono stata deliziata! Naturalmente ci sono mille varianti e mille posti dove mangiare salmone, ma io volevo provare qualcosa di street food e sono stata ampiamente soddisfatta quando mi hanno indicato questi sandwich aperti che chiamano Smørrebrød con sopra ogni bontà possibile, eccovi quindi la mia versione veloce di sandwich aperto al salmone.

salmone

Ho usato del pane ai cereali e sopra ci ho adagiato delle fette di salmone, scegliete voi se usare quello affumicato oppure quello con le erbe. Sopra il salmone ho grattugiato la parte verde delle zucchine, sì crude, perché la parte verde delle zucchine è buonissima anche cruda (provatela anche nelle insalate e poi mi saprete dire). Per un tocco un po’ nordico, ma anche per una mia golosità personale, ho voluto usare l’aceto balsamico di lamponi, lega benissimo con il gusto del salmone e delle zucchine. Infine qualche grano di pepe rosa completerà il favoloso sapore dello Smørrebrød!  Naturalmente non poteva mancare anche la versione veg, per cui ho usato i gambi delle bietoline tagliati a striscioline finissime, li ho lasciati marinare con dell’olio e della curcuma, vedrete prenderanno un colore bellissimo, usateli al posto del salmone e poi grattugiate sempre la parte verde delle zucchine, vi delizieranno! Sono ottimi per un pranzo veloce, ma anche per un antipasto sfizioso e fuori dall’ordinario, come sempre spazio alla vostra fantasia!

 sandwich salmone

INGREDIENTI

Fette sottili di salmone

Pane ai cereali

Parte verde delle zucchine grattugiate

Aceto balsamico di lamponi

Pepe rosa


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi