I miei Muffins alla cipolla

12 febbraio 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

 muffins alla cipolla

A grande richiesta eccovi la ricetta dei miei muffins alla cipolla! In molti mi avete scritto sapendo che li rifarò per il mio Happy Brunch, quindi come non accontentarvi? Qualcuno mi ha pure chiesto di tenergliene da parte per mangiarli durante la Smile Dinner!!!! Ebbene, visto l’entusiasmo, credo che questa sia una delle ricette top 10 che vi abbia mai preparato! Ho ricevuto tantissimi complimenti, soprattutto per l’audacia, ma poi ne ho ricevuti altrettanti per l’ottimo gusto e la facile digeribilità, che è un super complimento quando si parla di cipolle! Infatti, quando le cucino uso delle accortezze in più, ma passiamo alla ricetta. Preriscaldate il forno a 180° e fate bollire dell’acqua, pulite le cipolle, asportate l’anima e tagliatele a dadini, immergetele poi nell’acqua bollente e subito dopo in acqua e ghiaccio, ripetete questa operazione per 3 volte. Prendete poi 2 ciotole abbastanza grandi, ottime direi le insalatiere, in una metteteci la farina, il lievito, le cipolle e il sale. Nell’altra sbattete le uova, lo yogurt e l’olio. Mescolate il tutto, ma non con la frusta, piuttosto usate una spatola in modo da non lavorare troppo l’impasto e poi lasciateli riposare per almeno un’ora. Usate 2 cucchiai per inserire l’impasto, potete usare i pirottini per muffin oppure fare come me che ho usato direttamente gli stampini in silicone. Riempite fino a ¾ perché lieviteranno e dovete dargli modo di avere spazio per ottenere quella classica forma dei muffin. Mettete in forno a 180° per 20/25 minuti, la cottura dipenderà dalla grandezza dei vostri pirottini. Vi consiglio di lasciarli raffreddare prima di toglierli dai loro stampini.  Sono ottimi tiepidi, ma anche freddi non sono male. Nel rarissimo caso di avanzi (avvisatemi, visto che sarebbe la prima volta), vi consiglio di tagliarli a dadoni e di farli andare in forno sotto il grill, otterrete degli ottimi crostini per vellutate e zuppe! Io li vedo benissimo con la mia Bianca!

muffins alla cipolla



INGREDIENTI: (Ricetta per 10 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

230 gr farina
2 uova
10 gr Sale
2 cucchiaini di Olio extra vergine di oliva
250 gr yogurt
100 gr cipolla
2 lievito bustine


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Super Bowl 2014 e salsa per tacos

3 febbraio 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Super Bowl

Dovete sapere che mio marito è un ex giocatore di football americano e quindi in casa nostra si aspetta il Super Bowl come le ferie estive! E’ un appuntamento annuale da condividere con gli amici (tutti ex giocatori di football americano) e non so se avete presente come sono, comunque fidatevi, sono grandi e affamati! Il Super Bowl si tiene negli USA e quest’anno a New York giocheranno i Seahawks di Seattle contro i Broncos di Denver, naturalmente per vedersi la diretta si deve stare svegli tutta notte, e secondo voi questi bravi ragazzi seduti sul mio divano non mangeranno niente durante questo evento annuale? Immaginatevi di tutto e di più e avrete fatto centro! Ognuno ha portato un qualcosa e in questo ben preciso momento fiumi di birra, come da tradizione, stanno scorrendo allegramente, in più patatine di tutti i tipi, salame e salse varie, ecco a proposito di salse… io ho fatto la mia salsa per i tacos! Come sempre va a ruba e quindi perché non farvi vedere come l’ho fatta? Dai preparatevi ad una super fantastica salsa per tacos sono sicurissima che la potrete riutilizzare per qualsiasi evento!

salsa tacos

La lavorazione è un po’ lunga, ma viene ripagata con il gusto! Tagliate a dadini le cipolle e in rondelle le zucchine e fatele saltare con un po’ di olio, aggiungete i dadini di melanzane che avrete prima salato, strizzato e asciugato e fate rosolare tutto insieme a fuoco basso. Aggiungete del mais, olive nere e verdi tagliate a pezzettini e dadini di peperoni rossi. Se serve aggiungete un po’ di acqua per stemperare il tutto. Quando tutte le verdure si saranno ammorbidite condite con una bella mangiata di peperoncino e passata di pomodoro e fate arrivare a bollore. Sistemate con sale e pepe e fate raffreddare. Una volta freddo usate il mixer per far diventare il tutto una crema. Perché è buona? Quando lo chiedo mi rispondono sempre una cosa nuova!

salsa tacos

Per esempio perché il sapore va d’accordissimo con i tacos, perché la crema non è troppo fluida, anzi, è bella corposa e si “attacca” così bene, perché il giusto mix di queste verdure con il peperoncino sembrano nate tutte sulla stessa pianta, perché in confronto a quella che comprate per i tacos dopo aver assaggiato questa incomincerete a comprare i tacos per mangiare la salsa… insomma tutti mi fanno sempre i complimenti sulla bontà di questa salsa e a vedere le ciotole vuote credo proprio che sia vero! Buon Super Bowl 2014!



INGREDIENTI: (Ricetta per 10 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

150 gr Olive nere
2 Zucchine
750 gr passata di pomodoro
250 gr mais
2 peperoni rossi
1 cipolla
1 melanzana
80 gr olive verdi
1 peperoncino


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Scrigno di Natale, una ricetta regalo

24 dicembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

ricetta regalo Natale

Scrigno di Natale, ovvero una ricetta regalo per tutti voi. Infatti questa ricetta me la sono studiata appositamente per il giorno di Natale! In genere si pensa sempre a fare una pasta ripiena oppure una pasta al forno, che sia con la carne o senza, insomma su tutte le tavole ho sempre visto della pasta, questa volta invece sarà la sorpresa e la novità ad essere portata in tavola! Quindi ho pensato che volevo fare un qualcosa di diverso, un qualcosa di simile ad un regalo di Natale, da “scartare” ed esclamare “ohhh” sia per i colori sia per la bontà! Credo di esserci riuscita e alla grande! Eccovi il mio Scrigno di Natale, una ricetta regalo! Ho trovato queste pagnotte ai cereali che sembrano fatte appositamente per questa ricetta. E’ un po’ lunga quindi procediamo passo per passo. Mettete su della buona musica e tenetevi vicini un bel bicchiere di vino… è pur sempre Natale no? Quindi che i festeggiamenti inizino in cucina! Tagliate a dadini i peperoni, le zucchine, le melanzane e le cipolle, fate stufare a fuoco lento, devono ammorbidirsi senza bruciare, quindi prendetevela calma e mescolate di tanto in tanto. Nel frattempo tagliate sempre a dadini la mozzarella, il leerdammer e i pomodori secchi e mescolateli insieme. Preparate il cous cous (come ci sarà scritto sulla confezione che avete preso, infatti varia moltissimo sia dalla marca sia dalla misura dello stesso cous cous) facendolo ammorbidire in acqua calda con delle foglie di basilico e poi sgranatelo bene con la forchetta aggiungendo dell’olio.

scrigno di pane

Ora dovrete mescolare tutti i vostri ingredienti, quindi le verdure, il formaggio e il cous cous, lasciandoli riposare coperti, nel frattempo tagliate la parte sopra della pagnotta e svuotate il contenuto, mettete la pagnotta così vuota in forno e dopo 10 minuti tiratela fuori, e mentre è ancora calda riempitela con la farcitura di cous cous e verdure, pigiate in modo da non lasciare degli eventuali spazi all’interno. Ricoprite poi la pagnotta con il suo “coperchio” e rimettete in forno per altri 10 minuti. Vi consiglio di servire una pagnotta a testa in modo che ogni ospite possa decidere come mangiarla. Il suggerimento è usare il coperchio come scarpetta aiutandosi anche con la forchetta e poi procedere tranquillamente solo con forchetta e coltello. L’interno sarà molto filante grazie al formaggio e allo stesso tempo sia sugoso che compatto. Il pane si sarà abbrustolito abbastanza da diventare un ottimo contenitore e naturalmente servito chiuso sarà un bellissimo regalo da servire in tavola! Vi auguro uno splendido Natale!!!!

 

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

Olio extravergine di oliva
60 gr leerdammer
60 gr mozzarella
75 gr cipolle
150 gr peperoni gialli
4 pagnotte ai cereali
150 gr peperoni rossi
100 gr melanzane
15 gr pomodori secchi
200 gr cous cous
100 gr Zucchine
basilico in foglie a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Rotoli di Natale, una ricetta dai sapori genuini

9 dicembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

ricetta di Natale

Per me il periodo del Natale rappresenta l’abbondanza in tavola e poi i sapori genuini dei piatti fatti in casa, quindi potevano mai mancare questi rotoli? Impossibile! Dai andiamo a infarinarci, sì perché la pasta va fatta a mano! Intanto fate sciogliere poco burro, della dose indicata negli ingredienti, e aggiungete l’aglio tritato finemente e la cipolla anche lei bella tritata sottile. Attenzione il tutto a fuoco basso! Quando si saranno imbionditi aggiungete i peperoni rossi, il timo e le zucchine, anche loro tagliati a dadini piccoli. Fate ammorbidire pian piano il tutto sempre a fuoco lento. Lasciate riposare e dedichiamoci alla pasta! Sciogliete il lievito nell’acqua meglio se a  temperatura ambiente e poi sciogliete il burro rimanente con il sale, nel frattempo setacciate la farina sul tavolo, io uso il vecchio metodo usando fare una montagnetta e poi creando un buco all’interno. In questa fessura inserite il lievito e il burro e incominciate a lavorare la pasta finché non otterrete una palla liscia e omogenea, mettetela in un recipiente con bordi alti e fatela lievitare per minimo un’ora e mezza. Attenzione il burro non deve essere caldissimo, anzi deve essersi raffreddato mantenendo la caratteristica della morbidezza. Quando sarà pronta infarinate il tavolo oppure una spianatoia e tirate la pasta in modo da ottenere un rettangolo più sottile possibile e iniziate a farcirla con il composto ottenuto con i peperoni e le zucchine. Cospargete con abbondante formaggio, io ho optato per del provolone piccante e una caciotta, ma qualsiasi formaggio andrà bene, ovvio non quelli troppo acquosi. Avvolgete la pasta su se stessa in modo a ottenere un rotolo, poi tagliate delle fette spesse un dito. Otterrete dei rotolini, sistemateli sulla carta da forno leggermente oliata, fateli riposare vicini vicini ancora per 30 minuti e copriteli. Poi cuoceteli in forno a 200° per 30 minuti. Lo so il procedimento per farli è un po’ lungo, ma verrete ricompensati da un gusto buonissimo! Fidatevi ne varrà la pena!



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo due ore

200 ml acqua
150 peperoni rossi
100 gr cipolle tritate
spicchio aglio tritato
1 lievito di birra fresco cubetto
150 gr provolone
100 gr Zucchine
1 cucchiaio di Sale
500 gr farina
150 gr burro
100 gr caciotta


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Panini sottili, una ricetta con il pane Guttiau

13 novembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

ricetta con pane Guttiau

Non so se capita anche a voi, ma i miei amici quando vanno da qualche parte mi portano sempre qualcosa di caratteristico e ovviamente di mangiareccio!

Questa volta ho ricevuto in dono il buonissimo pane Guttiau una specialità Sarda! Ovviamente è buonissimo da sgranocchiare anche senza nulla, infatti è leggero e friabile e devo ammetterlo ho provato ad abbinarlo a tutto e di più, ebbene sì anche alla nutella! La ricetta che però mi ha quasi emozionata sono stati questi “panini sottili”, li ho voluti chiamare così perché effettivamente hanno questa leggerezza visiva ma anche gustosa!

ricetta con pane Guttiau

Spezzettate il pane in piccoli pezzi più o meno tutti uguali, poi sistemateli su una teglia da forno e farciteli con un pezzo di brie e una goccia di miele, richiudete con un altro pezzo di pane e fate andare in forno per almeno 20 minuti a 200°. Una volta tirati fuori fateli raffreddare perché rischiate di ustionarvi con il formaggio caldo! Direi che sono ottimi per un aperitivo oppure come antipasto ad una festa, abbinateli ad un vino bianco con le bollicine e se desiderate invece del miele metteteci una goccia di tabasco, non piace a tutti, ma per quelli a cui piace apprezzeranno sicuramente l’abbinamento!

ricetta con pane Guttiau



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 15 min.

Miele a piacere
pane Guttiau a piacere
Brie a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Zucca zuppiera, una ricetta per Halloween

31 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

zucca halloween

Zucca zuppiera, una ricetta per Halloween, e quando farla se non in questo periodo dove si parla solo di zucche e di Halloween,… ma la verità è che potete utilizzare questa idea durante tutto il periodo delle zucche, vi consiglio vivamente di utilizzarla anche con risotti fumanti o paste, e perché no con spadellate di verdure.

zucca

Adoro le varie zucche decorative, le forme e i colori sono particolarmente belli e quindi perché non usarle non solo come decorazione ma bensì come contenitori veri e propri in cucina? Gli usi sono molteplici e di certo non ho inventato nulla, però è un po’ che non ne vedevo in giro, quindi zucca sia in tutti i suoi più svariati usi!!!

vellutata di zucca

Usando le zucche come zuppiere ho solo tagliato la parte sopra e poi levato i semi con un cucchiaio, come vedete una cosa facile facile, mi raccomando non buttate i semi, lavateli bene passateli in un mix di spezie e poi via in forno per farli dorare, sono degli ottimi snack e fidatevi le patatine ve le dimenticherete presto. Naturalmente, come riempimento, ho optato per una ricetta alla zucca e secondo me ci stava alla grande la mia vellutata, trovate qui la ricetta cliccando sulla parte in blu e sottolineata.

zucca halloween

Le decorazioni che vedete sopra non sono altro che gocce di panna fresca, ma ovviamente potete utilizzare qualsiasi altra decorazione, dallo yogurt ai crostini, io per esempio per la parte croccante ho voluto utilizzare quelle che vedete nella foto, arancioni e bellissime, sono petali di zucca passati in forno.

halloween

Tagliateli pure con il pelapatate e metteteli in forno per 20 minuti a 200° sono ottimi anche come snack. Non mi rimane che augurarvi buona zucca a tutti, perché il bello delle zucche è che si possono festeggiare molto più a lungo che Halloween.


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Amaretti, una ricetta poco amara e molto dolce!

29 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

amaretti al cioccolato

Non sono un’amante degli amaretti in generale, però adoro questa ricetta perché di “amaro” non ha proprio nulla! Ovvio la preparazione è un po’ delicata, mi ci sono voluti non pochi tentativi per capire le dosi giuste e i tempi di cottura migliori, ma alla fine ecco i miei “amaretti con un cuore al cioccolato”! In una pentola antiaderente riscaldate leggermente le mandorle senza la loro buccia, mi raccomando state attenti a non farle bruciare perché darebbero al dolce un gusto troppo amarognolo. Fatele raffreddare e poi inseritele nel mixer con lo zucchero. Molti utilizzano quello a velo, ma io preferisco utilizzare quello semolato in modo che l’olio della mandorla si amalgami in maniera graduale allo zucchero. A proposito di esperimenti in cucina, ho voluto provare a farli anche con lo zucchero di canna e devo dire che l’esperimento non mi ha entusiasmato, forse perché l’amaro viene risaltato molto di più. Con le mandorle e lo zucchero dovrete ottenere la consistenza della farina, tanto da poterla setacciare. Montate gli albumi con lo zucchero, anche in questo caso ho usato quello semolato, fino a che non otterrete una consistenza lucida e molto elastica.

amaretti al cioccolato

Unite la farina di mandorle setacciandone un cucchiaio alla volta e amalgamate con una spatola. Ora riponete il composto in frigorifero e fatelo riposare per 20 minuti, nel frattempo preparate il vostro campo di azione preriscaldando il forno a 180°, rivestendo una teglia con della carta da forno, una saccapoche pronta all’uso e lo spargi zucchero a velo (se non l’avete va benissimo un normalissimo colino). Inserite il composto dentro la saccapoche e sulla teglia fate dei piccoli cerchietti di pasta, vi consiglio di farli più o meno della stessa misura in modo da rendere omogenea la cottura e di distanziarli l’uno dall’altro. Prima di infornarli cospargeteli con lo zucchero a velo e fateli riposare per almeno 10 minuti. La cottura in forno varia tantissimo dal tipo di forno che usate, nel mio posso scegliere le varie tipologie di cottura e ho provato a farli sia con lo statico sia con il ventilato, con quest’ultimo sono bastati 15 minuti, con quello statico 10 minuti. Una volta belli dorati fateli raffreddare completamente prima di toccarli e toglierli dalla carta. Li ho farciti con della crema al cioccolato e guarniti con dei bon bon, ma sono ottimi anche da soli!

dolci con le mandorle



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

80 gr mandorle
120 gr zucchero semolato per le mandorle
2 albumi
55 gr zucchero semolato per gli albumi


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Birramisù, una ricetta rivisitata utilizzando la birra Double Chocolate Stout

18 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

tiramisù fatto con la birra scura

Venerdì scorso sono stata in una Brasserie, ho mangiato uno zolaburger e devo dire che non era per niente male, invece Marco ha mangiato una grigliata di wurstel misti, questo perché non siamo riusciti ad andare all’Oktober Fest e quindi si voleva rifare! Purtroppo per via delle mie intolleranze alimentari, ci sono periodi dove la birra ahimè è bandita e quindi meno ne bevo meglio sto! birra scuraMa ditemi voi se potevo mai resistere e non provare il Birramisù!!! Ebbene sì l’ho preso, ma diciamo che me lo aspettavo diverso nell’aspetto e nel gusto, si insomma, più che un tiramisù alla birra era una crema di cioccolato con un savoiardo nel mezzo, ma a ognuno il proprio esperimento, io ho voluto rifarlo e quindi eccovi il mio di Birramisù! Ho preferito usare il pandispagna, ma voi provateci anche con i savoiardi! Allora in cosa è diverso questo Birramisù dall’originale? In tutto! Partendo dalla bagna, che in genere è fatta di caffè, invece in questo caso ho usato la birra, ma non una qualsiasi, bensì quella scura. In commercio ne troverete di tantissimi tipi, io personalmente ho usato la Double Chocolate Stout (esiste anche quella senza il double, ma io sono golosa), se non la trovate potete utilizzare anche la Guinness. Ovvio hanno due gusti diversi, la Chocolate Stout per l’appunto richiamerà come gusto al cioccolato invece la Guinness ha delle note di liquirizia nel carattere. Essendo una ricetta completamente da inventare ho provato più varianti. Nella prima ho scaldato la birra, nella seconda ho provato a mescolare la birra fredda con del latte, nella terza ho usato la birra con il caffè…. tutte e tre le varianti mi sono piaciute tantissimo! La mia preferita, però, è stata quella con la birra pura quindi andiamo in cucina che vi faccio vedere come ho fatto.

La birra l’ho fatta riscaldare ma non sobbollire (ricordatevi di mettere da parte 5 cucchiai che vi serviranno per la crema), dovete sapere che questo tipo di birra fa tantissima schiuma per questo motivo quando la verserete nella pentola lasciatela riposare per un po’. Nel frattempo dedicatevi alla crema. Montate con la frusta i tuorli e la birra, poi aggiungete lo zucchero un cucchiaio per volta, dovrete ottenere una crema fluida e liscia che amalgamerete con il mascarpone.

birra scura

Riponetela in frigorifero per farla rassodare e dedicatevi a bagnare il pan di spagna. La birra dovrà essere tiepida e non bollente, usate pure un pennello da cucina per inumidire, ma se non ce l’avete usate il vecchio metodo del cucchiaio, cospargendo un po’ dovunque la birra. Ricoprite con la crema e cospargete con il cacao, mettete in frigorifero per almeno 2 ore prima di servirlo.

tiramisù con la birra

Ho chiesto a degli amici di assaggiarlo per capire come fosse venuto… ehm dalle foto capirete che non ho avuto molto modo di fotografare una singola porzione… si sono impossessati dei cucchiaini e via!

tiramisù con la birra scura

Buon fine settimana e mi raccomando fatemi sapere se lo rifarete!

come preparare il birramisù

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 6 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

50 gr zucchero
500 gr mascarpone
200 ml Birra scura
Pan di spagna a piacere
3 tuorli
cacao a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Trota al profumo di cocco, una ricetta diversa per cucinare il pesce

17 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Trota al cocco

Mio padre era un gran pescatore, passavamo interi fine settimana sulle rive dei fiumi, e mentre noi bambini giocavamo, lui e i suoi amici si procuravano il pranzo della domenica! Ovviamente le trote si mangiavano grigliate, poi magicamente, sul tavolo da pic-nic le mamme tiravano fuori dalle borse frigo le varie insalate di patate e altre verdure.. ah che bei tempi!!! Oggi voglio proporvi una ricetta un po’ audace da fare con la trota salmonata. Sfilettate (o fatevi sfilettare dal pescivendolo di fiducia) una trota salmonata, mi raccomando tenete gli scarti perché si utilizzeranno anche loro, in cucina riciclate e usate tutto il possibile! Con gli scarti, appunto, fateci un brodo di pesce, basta che li mettiate in una pentola ricoperti di acqua, fate andare a fuoco basso e il gioco è fatto! Mentre il brodo prenderà forma, occupiamoci dei filetti di trota, spezzettateli grossolanamente in una padella e fateli saltare a fuoco basso con lo scalogno affettato finemente. Aggiungete quindi il latte di cocco e fate stufare lentamente per almeno mezz’ora con il coperchio, ultimate poi la cottura senza coperchio per altri 10 minuti, salate e pepate a piacere. Occupiamoci ora del riso, in questo caso è un riso da accompagnamento, non di certo un risotto, quindi fatto con una tecnica di cottura molto facile e pratica.

Trota al cocco

Il trucco è usare due volte la quantità di riso come liquido di cottura, in quest’occasione utilizzerò il brodo ottenuto dagli scarti di pesce. Fate scaldare, ma non rosolare il riso e poi versateci sopra il brodo, coprite e lasciate cuocere per circa un quarto d’ora, togliete dal fuoco e mescolate, il riso dovrà essere bello sgranato e cotto, nel caso non lo sia, non aggiungete altra acqua, bensì ricopritelo e lasciatelo riposare, ovviamente a fuoco spento. La durata di cottura dipende dalla quantità e dal riso utilizzato, infatti, per questa ricetta e per questa cottura vi suggerisco il riso Basmati. Potete utilizzare anche altri abbinamenti, non per forza il riso, quindi come vi dico sempre… spazio alla vostra fantasia!

Trota al cocco



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

1 trota salmonata
300 ml latte di cocco
2 scalogno
160 gr riso basmati


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Storia di una ricetta invernale

16 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

patate salsiccia formaggio

Storia di una ricetta invernale, c’era una volta il pasticcio di salsiccia e patate… Detta così sembra una ricetta da fare solo nei mesi invernali, ma la verità è che non dovrei definirla invernale, perché ho provato a farla anche a ferragosto e ha ottenuto il massimo apprezzamento anche da molti ospiti “estivi”, ma per me rimane la mia ricetta invernale. E’ quel tipo di ricetta che ti scalda dentro, ma non solo, infatti riscalda anche la casa attraverso i profumi che si diffondono nelle varie stanze, facendoti sentire come in un giorno di festa. La preparazione è un po’ lunga, forse ci sarebbero anche delle scorciatoie, ma io adoro prepararla, quindi non mi è mai pesato farla nella maniera in cui ve la descriverò.

patate salsiccia formaggio

Affettate le patate con la mandolina e mettetele in una pentola con il latte freddo e dei ramoscelli di rosmarino, fate andare a fuoco lento e appena vedete la prima bolla scolatele con la schiumarola e tenetele da parte. Pulite la salsiccia dal budello e sgranatela in una pentola antiaderente, man mano sgrassatela a fuoco basso utilizzando un cucchiaio per eliminare il grasso che si scioglierà. A parte grattugiate il provolone insieme al parmigiano reggiano.

formaggio patate salsiccia

Bene, siete pronti per creare gli strati della “ricetta invernale”. Iniziate creando uno strato con le fette di patate, poi la salsiccia e poi il mix di formaggi, l’ultimo fatelo sempre con le patate e cospargete abbondantemente con i formaggi, in forno prenderanno un bel colore e diventeranno croccanti al punto giusto. Ovviamente c’è anche la versione vegetariana e vegana. In quella vegetariana sostituite la salsiccia con il formaggio greco Feta, è quello che in cottura mi ha dato maggiore soddisfazione! Invece nella versione vegana utilizzate latte di soja o di riso per cuocere le patate e al posto del formaggio vi consiglio di far saltare della cipolla con i fiori e i semi di zucca, la bontà è assicurata!

preparazione salsiccia patate

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: massimo un'ora

450 gr Salsiccia
1 lt latte
150 gr parmigiano reggiano
800 gr patate
150 gr provolone
rosmarino a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi