Pollo ai semi di zucca verdi

5 giugno 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Pollo ai semi di zucca verdiQuesto pollo ai semi di zucca verdi è stato ispirato (come per tante ricette) da un viaggio! Infatti, in molti di voi sanno che sono appena tornata da un viaggio nei Balcani, ah che posti e come abbiamo mangiato bene! Dovete sapere che durante un viaggio vado sempre a visitare anche i supermercati, ebbene sì, come se fossero un museo oppure un’opera d’arte, perché per me il viaggio è anche questo, vedere cosa comprano al supermercato le persone di quel paese o di quella città, e questo vale sia in Italia sia all’estero. E’ bello aggirarsi per gli scaffali e capire quali sono gli alimenti must e quali identici ai nostri, insomma un giro al supermercato non me lo toglie nessuno, se poi riesco anche a trovare un mercatino rionale… nessuno è più felice di me! Durante il viaggio nei Balcani ho comprato non poche cose, oggi vi parlerò dei semi di zucca verdi, come li chiamo io, ma il loro nome “serio” è la varietà di semi di zucca Curcubita Stiriana, in questa varietà per l’appunto i semi sono verdi e il loro guscio è morbidissimo tanto da non aver bisogno di sbucciarli! Per l’esattezza li ho comprati in Slovenia, ma le zucche vengono coltivate anche in Ungheria e in altri paesi dell’est, ovviamente il posto migliore dove prenderli è in Stiria, da cui hanno preso il nome e dove questa particolare varietà ha le condizioni climatiche migliori. Quelli che sono venuti a trovarmi al Minni Market sicuramente avranno avuto modo di assaggiare le mie brioches al miele con i semi verdi. Il connubio è risultato eccezionale e a breve vi posterò la ricetta! petto di pollo semi di zucca

Oggi invece vi darò la ricetta per fare un pollo un po’ diverso dal solito e anche in questo caso i semi di zucca verdi hanno fatto la loro fantastica e buonissima figura! Questa è una ricetta un po’ studiata e un po’ inventata di sana pianta, della serie svuoto il frigorifero e la dispensa in un’unica padella! Prendete il petto di pollo e fatelo marinare con lo yogurt, l’erba cipollina, il tabasco, il pepe e il sale. Il consiglio che vi posso dare per la marinatura è di mettere tutto in un sacchetto per surgelati e massaggiare la carne in modo da far andare la marinatura dovunque, poi riporre in frigorifero per almeno 4 ore, ma se avete tempo anche per tutta una notte. Invece dei sacchetti potete usare anche dei semplicissimi contenitori da cucina con una buona chiusura, visto che dovrete letteralmente shakerare il tutto! Pollo ai semi di zucca verdiQuando lo toglierete dal frigorifero, dovrete pulirlo con dello scottex imbevuto di olio, perché i residui dello yogurt brucerebbero molto velocemente rispetto al tempo di cottura del pollo. Una volta pulito impanatelo nei semi di zucca e poi fatelo rosolare a fuoco basso in padella. Il pollo sarà molto morbido perché la marinatura con lo yogurt ammorbidisce moltissimo la carne e i semi di zucca danno una marcia in più. Il pollo l’ho accompagnato con una sbriciolata di formaggio su patate croccanti, a di questa ricetta ve ne parlerò un’altra volta!

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

1 Petto di Pollo
1 cucchiaino di tabasco
1 vasetto di yogurt bianco
2 cucchiaini di erba cipollina
pepe verde a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Cena fusion – Ricetta del pollo marinato al tamarindo

22 aprile 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

cena fusion

Settima scorsa (a sorpresa) sono stata portata da mio marito in uno dei miei ristoranti preferiti di Milano lo “Shambala” che per i Lama Tibetani significa Fonte della Felicità, sicuramente la mia, visto come cucinano bene! Non si può dire che sia solo cucina Thailandese e Vietmanita, bensì preferirei chiamarla cucina fusion, un’armonia di sapori e aromi che possono solo rendere felicità.

cena fusion

Ho voluto dare dei nomi particolari come se fossi in una cucina di un ristorante, per esempio la salsa Poce – Paca  di cui però vi parlerò domani ! Intanto vi do la ricetta del pollo. Tagliate il pollo in strisce quasi rettangolari e fatelo marinare con il limone, l’olio, lo zenzero grattugiato, il sale, il succo di tamarindo e il pepe nero.  A questo punto vi conviene mettere l’acqua per il riso, così sarà tutto pronto più o meno nello stesso momento.

cena fusion

Fatelo bollire con un cucchiaio di olio e un cucchiaio di succo di limone. Nel frattempo pulite le bietole dividendo la parte bianca da quella verde e poi fate sbollentare per pochi istanti le parti verdi, aprendole bene su uno scolapasta in modo che scolino bene. Una a una  aprite le foglie su un tagliere e farcitele con un pezzo di pollo ciascuna, avvolgetele come in un pacchettino e fatele saltare con poco olio e a fuoco basso da tutti i lati.  Servite come desiderate, a me piace l’idea della ciotola di riso vicina, ma ovviamente potete fare un letto di riso con gli altri ingredienti sopra. Buona cena fusion e ricordatevi che domani vi darò la ricetta della salsa Poce – Paca!!!

cena fusion



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

Olio extra vergine di oliva a piacere
1 Petto di Pollo
sale e pepe a piacere
riso integrale a piacere
succo di 1 limone
1 cucchiaio di zenzero fresco
1 cucchiaio di succo di tamarindo
foglie di bietola


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi