Branzino croccante

11 marzo 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

branzino

A casa nostra il branzino al forno è reputato, da mio marito Marco, un piatto un po’ povero e senza carattere, quindi eccolo in versione decisamente più caratteriale e croccante.

Per questa ricetta usate dei branzini eviscerati e puliti e all’interno inserite qualche foglia di salvia e un po’ di rosmarino, sale e pepe a piacimento.  Procedete quindi avvolgendo il branzino con le fette di pancetta, lasciando fuori solo la testa e la coda. Finito! A me piace mettere nella teglia anche qualche pomodorino tagliato a metà, un po’ di olio e via dentro il forno (200°) fino ad ottenere una pancetta super croccante!

INGREDIENTIbranzino croccante

2 branzini

4 foglie di salvia

1 rametto di rosmarino

Fette di pancetta sottili (io ne ho usato 1 etto, ma dipende dalla grandezza dei vostri branzini)

1 cucchiaio scarso di olio extravergine di oliva


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Rollè di salmone

1 marzo 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

salmone diverso

Rollè di salmone, ovvero siete stufi della solita fetta di salmone? Bene, con questa ricetta gli cambierete aspetto e sapore! E’ una ricetta facilissima e veloce, ottima come spuntino per un pranzo mangia e scappa, però si presta perfettamente anche come antipasto per una cena importante. L’ho provata anche con la versione degli asparagi invece dei carciofi e vi assicuro che sono squisite tutte e due le versioni. Ma passiamo alla preparazione, io ho usato delle fette di salmone al naturale perché volevo dargli un sapore completamente nuovo e infatti questo rollè di salmone vi stupirà per il sapore intenso e nello stesso tempo morbido. Ho messo le fette di salmone in una pirofila e le ho fatte marinare nell’olio, zenzero grattugiato e succo di mandarino (a differenza del limone vedrete che la carne del salmone rimarrà del suo bel colore).

Mentre le fette di salmone si godono la marinatura  fate saltare in padella dei dadini di zucchine, direi piuttosto piccoli, della stessa dimensione tagliate anche le carote e i gambi di carciofi, il tutto con poco olio, sale e pepe a piacimento. Essendo tagliati in piccoli dadini si cuoceranno molto velocemente e a dir la verità se rimanessero leggermente croccanti sarebbe meglio, infatti darebbero al piatto un po’ di croccantezza in più. Una volta terminata la cottura lasciate che le verdure si raffreddino leggermente, sennò vi cuocerebbero a tratti il salmone.

Mentre loro si raffreddano stendete le fette di salmone sulla pellicola da cucina (vi servirà per arrotolarle meglio) e farcitele con le verdurine saltate, arrotolate il tutto aiutandovi con la pellicola e dategli la forma di un rollè, se desiderate potete mettere nel piatto un po’ di insalata di stagione e adagiarvi sopra il rollè ed ecco che il pranzo è servito! Per chi desiderasse dare un po’ di cremosità al piatto vi consiglio di usare una crema composta da panna acida ed erba cipollina.

INGREDIENTI

fette sottili di salmone

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato

1 mandarino

1 zucchina

1 carota

3 gambi di carciofo

come si cucina il salmone


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Risotto in forma

28 febbraio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

provolone amore mio

Questo risotto non è proprio un piatto da tutti i giorni, ma quando ti regalano una forma di provolone intera, cerchi di usarla in tutte le maniere possibili!

Prima di tutto ho preso un bel pezzo di questo fantastico formaggio e ne ho grattugiati almeno 70 gr., ovviamente questa ricetta è da fare una volta che avrete “svuotato” completamente la forma.

Il risotto al provolone potete farlo in questa maniera: rosolate i porri con dell’olio, attenzione che non si brucino, quindi fuoco molto basso e qualche cucchiaio di brodo perché la cottura non sia troppo veloce. Quando i porri avranno ottenuto una colorazione trasparente, toglieteli e fateli raffreddare a parte. Una volta raffreddati frullateli con del burro e i pistilli di zafferano, ma anche quello in bustina andrà benissimo, otterrete una crema soffice che per il momento lascerete da parte. All’olio aggiungete quindi il riso e mescolate continuamente lasciandolo tostare per 5 minuti, mi raccomando solo per 5 minuti non di più! Inserite man mano il brodo ricoprendo il riso e continuate a mescolare a fiamma viva. Prima che il riso sia completamente cotto (circa 5 minuti prima) aggiungete il provolone e mescolate il vostro riso fino a cottura desiderata. Toglietelo quindi dal fuoco e mantecatelo con la crema di burro, porri e zafferano che avete fatto in precedenza, coprite con un coperchio per due minuti e poi sarà pronto per essere servito! In genere quando si serve il risotto nelle forme dei formaggi, si crea un effetto flambé in modo che il formaggio si sciolga ancora di più, ma io ho preferito non farlo, quindi a voi la scelta e …. in “forma” !

 

 INGREDIENTI

200 gr di riso

½ lt di brodo

1 porro

olio

70 gr di provolone

una bustina di zafferano oppure alcuni pistilli

10 gr di burro


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Muffin fiorito

27 febbraio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

primavera in cucina

Aspettando la primavera ho pensato di portare il desiderio pure in cucina, quindi eccomi con una ricetta facile e simpatica, ottima se avete ospiti oppure da portare ad amici. Questi muffin sono dolci, ma presto farò anche i muffin salati. Utilizzate due ciotole abbastanza grandi e in una metteteci la farina, lo zucchero, il lievito, il cacao e le gocce di cioccolato. Fate in modo che questi ingredienti siano ben mescolati tra di loro. Nell’altra ciotola inserite il latte, l’uovo, l’olio e la vaniglia, anche in questo caso amalgamate bene gli ingredienti, inserite quindi la parte con la farina e mescolate il tutto senza però rendere il composto troppo fluido.

Potete usare degli stampini di silicone come ho fatto io, oppure usarne altri, l’importante è non frenare la fantasia in cucina! Infornate a 200° per 20 minuti e prima di toglierli dagli stampini lasciateli raffreddare.

INGREDIENTI

2 tazze di farina

2 tazze di zucchero

1 bustina di lievito

2 cucchiai di cacao

1 tazza di latte

1 uovo

1 tazza di olio

1 cucchiaio di estratto di vaniglia


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Torta salata

22 febbraio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

cucina casalinga

Diciamoci la verità, c’è qualcosa di più rustico e casalingo della torta salata? Io le adoro in tutte le varianti possibili! Questa che vi propongo è come spesso mi capita il risultato degli avanzi che avevo in casa, quindi un po’ di verdura, qualche pezzo di formaggio, uova … insomma un ottimo modo per fare una gustosa torta salata.

Questa è la mia ricetta:

Tagliate le zucchine e le melanzane grigliate in pezzi non troppo piccoli, diciamo della grandezza di una noce, fate la stessa cosa con le patate e le carote. In una terrina inserite le uova, il formaggio e la panna e mescolate tra di loro questi ingredienti, ovviamente salate e pepate a vostro piacimento. Con la pasta sfoglia foderate la teglia che volete usare, bucherellate con una forchetta e riversate all’interno la miscela di uova, panna e formaggio, per ultimo adagiate in maniera disordinata le verdure.

Quando avrete finito con tutti gli ingredienti se desiderate, potete coprire con dell’altra pasta sfoglia, oppure lasciarla completamente scoperta… sarà comunque buona!

INGREDIENTI

1 rotolo di pasta sfoglia

Zucchine e melanzane grigliate (io ho usato 7  fette di zucchine e 4 fette di melanzane grigliate.)

Patate e carote al forno (una porzione)

2 uova

Parmigiano grattugiato (2 tazzine di caffè più o meno)

Panna da cucina (1 tazzina da caffè)


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Roast Beef di San Valentino

14 febbraio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Roast beef di San Valentino

Roast beef di San Valentino, ecco una ricetta veloce veloce, buona buona e… di grande effetto! Siamo sempre più di fretta, ma è anche bello soffermarsi e magari cucinare con il cuore per qualcun altro, perché non farlo quindi per San Valentino? Da noi l’usanza vuole che lo festeggino gli innamorati, ma in gran parte del mondo lo festeggiano semplicemente le persone che si vogliono bene. Si regalano bigliettini e piccoli doni in segno di affetto e di amore, ma anche di amicizia :) Questa ricetta non vi prenderà tanto tempo e se volete giusto dire a qualcuno che gli volete bene senza tanti fronzoli potrebbe essere una buona idea offrirla come aperitivo insieme ad un bicchiere di bollicine. Se invece desiderate preparare una cena intera vi consiglio di usarlo come antipasto. Passiamo alla preparazione, che potrete fare tranquillamente anche alla mattina per la sera. Foderate uno stampino (in questo caso a forma di cuore) con delle fette di roast beef e riempitelo con un’insalatina di sedano, mela, cavolo cappuccio e foglioline di basilico, il tutto tagliato a dadini e condito con succo di limone, salate e pepate a vostro piacimento. Richiudete il vostro pacchettino e rigiratelo..et voilà! Potrete decorarlo con del pepe rosa oppure con dell’aceto balsamico creando dei disegnini oppure delle scritte. Naturalmente ho pensato anche alla versione veg e quindi invece del roast beef potreste usare delle carote tagliate finissime grazie al pelapatate e poi fatte marinare nel limone, ovviamente se utilizzate questa versione tenetene conto per quando condirete l’insalata in modo che non ci sia un eccessivo dosaggio di limone. Se le carote vi sembrano troppo impegnative vista la loro forma, vi consiglio di orientarvi sul sedano rapa tagliandone delle fette sottilissime  e marinando anche queste nel limone, questa operazione però vi richiederà qualche ora, quindi mettete a marinare la mattina per la sera in modo che la verdura abbia modo di ammorbidirsi.

innamorarsi in cucina


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Coc(c)ottine di pasta frolla ripiene di crema

12 febbraio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

farcire

Ho chiamato questa ricetta con questo nome perché per me le “coc(c)ottine” sono sinonimo di coccole e questa è una ricetta da coccole pure! Con la pasta frolla riempite degli stampini come per creare dei cestini, usate pure quelli che volete che siano di silicone o di altro materiale e naturalmente spazio alla fantasia per quanto riguarda le forme. Fatele cuocere per 20 minuti nel forno a 180° e ricordatevi di non toccarle fino a che non si saranno perfettamente raffreddate. Potete farcirle come ho fatto io con la crema pasticcera oppure con qualsiasi altra crema.

Buone coccole!

 

INGREDIENTI per la pasta frolla

800 gr di farina

400 gr di burro

200 gr di zucchero

3 uova (di cui solo 1 intero e 2 tuorli)

un pizzico di sale

a piacere inserite della buccia di limone oppure della vanillina.

 

INGREDIENTI per la crema pasticcera

150 di zucchero

½ di latte

4 tuorli d’uovo

60 gr farina

come per la pasta frolla potete inserire a piacere della buccia di limone oppure della vanillina.


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Conchiglie invernali

7 febbraio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

aspettando l'estate

In questi giorni Milano ci sta regalando delle giornate primaverili che mi hanno fatto pensare alle ferie e al mare, quindi non potete perdervi questa mia ricetta con le conchiglie… invernali ovviamente!

Preparate un impasto di ricotta, spinaci (prima leggermente saltati in pentola), uova, parmigiano reggiano, noce moscata e sale quanto il vostro gusto ne richiede. Per una teglia da 6 persone ho usato ¾ di una confezione da 250 gr di conchiglie. La farcitura potete farla in questa maniera: prendete 2 uova e sbattetele leggermente con il parmigiano e la noce moscata, poi inserite la ricotta e infine gli spinaci. Lasciate riposare il tutto per almeno 15 minuti in frigorifero, giusto il tempo di sbollentare le conchiglie. Il consiglio che vi posso dare sul quanto farle cuocere è semplice, se per un’ottima cottura servono 12 minuti e questo dipende dal formato e dalla tipologia delle conchiglie che avete, per usarle in questa ricetta ve ne serviranno solo 6, perchè finiranno la loro cottura in forno, quindi fatele bollire esattamente la metà del tempo che servirebbe per cuocerle in modo ottimale.

Scolatele e fatele asciugare, nel frattempo se siete pratiche a usare una saccapoche riempitela con la farcia e incominciate a farcire le conchiglie, tranquille se non ce l’avete! Aiutatevi con i cucchiaini da caffè!

Man mano che le farcite posizionatele nella teglia che avrete unto con un po’ di burro. Solo alla fine preparate la besciamella, in modo che la pasta e la farcia abbiano il tempo di “conoscersi”!

Questo è un vecchio trucco che mi ha dato una signora incontrata nelle Marche, diceva che gli alimenti sono come le persone, non potete solo invitarle in una stanza, bensì dovete dargli tempo per conoscersi tra di loro per creare una buona e giusta armonia.

ricordi d'estate


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Torre di cracker farciti

4 febbraio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->
architettura culinaria

Una torre di bontà

A volte mi capita di svegliarmi con una sola e unica intenzione: risistemare la dispensa! Capita anche a voi? Buste e bustine legate con le mollette, contenitori contenenti chissà quali farine e rimasugli di pasta. Sto attenta alle scadenze quindi saltuariamente la sistemata della dispensa va fatta. Stavolta ho trovato una quantità di cracker che mi ha subito fatto pensare a questa semplice ricetta! I cracker li ho divisi a metà per poi sistemarli in una teglia, creando così un primo strato, poi li ho farciti con gli spinaci leggermente sbollentati, formaggi diversi come la mozzarella e la scamorza, e del prosciutto crudo, creando man mano più strati.

Pressateli leggermente in modo che l’umidità degli spinaci e dei formaggi penetri nei cracker, poi mettete il tutto al forno per 20 minuti a 220°. Sono ottimi per una merenda oppure per un gustoso aperitivo veloce.


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Come si fanno le crespelle

1 febbraio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Questo è la ricetta delle mie crespelle. Sbattete l’uovo e aggiungete l’olio, l’acqua e il latte a filo e quando sono ben amalgamati inserite la farina (potete farle con qualsiasi tipo di farina oppure anche con una miscela, per esempio farina normale e di grano saraceno). Quando avete ottenuto una buona pastella, copritela e fatela riposare un po’ in frigorifero, quanto? Una ventina di minuti basteranno e se intanto dovete preparare un ripieno, non ve ne accorgerete nemmeno del tempo che passa. Procediamo con la spiegazione di come si fanno. Se avete già fatto delle crepes, il procedimento è identico, probabilmente queste sono più dense come pastella, ma se non le avete mai fatte, vi spiego come le preparo io. La padella da usare è importantissima perché vi darà un grande aiuto, infatti, le migliori sono sicuramente quelle antiaderenti, ma è la forma che vi aiuterà di più, usate delle padelle larghe e con bordi bassi, perché quando dovrete girare la crespella sarete agevolati in quest’azione, sempre che non siate cosi bravi da farla girare in aria, in tal caso chapeau!

Mettete sul fuoco la vostra padella, fatela riscaldare a fuoco medio, ma non deve essere rovente, poi con un mestolo versate la pastella, ora in questo ben preciso istante ci sono tre domande fondamentali da porsi e sono: 1. perché non ho usato l’olio o il burro per ungere la pentola? 2. quanto deve essere spessa? 3. come la livello in egual misura all’interno della pentola?

Bene, ho tutte le risposte! L’olio se vi ricordate l’avrete già inserito nell’impasto quindi basta e avanza, se avete dubbi ricordatevi che state usando una padella antiaderente. Lo spessore lo decidete voi e di certo non con la prima crespella, la prima è sempre quella del “peccato” vuol dire che è quella dove capirete se dovete aggiungere magari un po’ di acqua oppure un po’ di farina e in genere è quella che si butta sempre. Per quanto riguarda il livellare c’è solo un modo facile per farlo, ruotate la vostra padella inclinandola da tutte le parti dove la pastella non sia ancora arrivata, quando lo fate, ruotate il polso ed è fatta, fidatevi è più difficile da spiegare che da eseguire. Il trucco per capire se la parte di sotto è cotta è osservare i bordi, dovrebbero leggermente staccarsi, quando ciò avviene, aiutatevi con una spatolina e pian piano staccateli completamente e curiosate di sotto per capire il livello di cottura, questo vi servirà solo come prima esperienza per le prossime volte, infatti poi riuscirete già dal colore a capire che sono cotte. Rigiratele e cuocetele pochissimo, la maggior parte della cottura sarà avvenuta prima. Man mano che le fate mettetele una a una sopra un piatto in modo che si mantengano calde.

Personalmente quando ne faccio in abbondanza, le surgelo, anche se non sono farcite, infatti, le uso come base per la piadina al forno, ma questa è un’altra storia quindi un’altra ricetta!

 

COSA AVEVO IN CASA PER FARE QUESTA RICETTA:

Per le crespelle:

100 gr di farina di grano saraceno

1 uovo

1 cucchiaio di olio

80 ml di latte

80 ml di acqua


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi