La ricetta della cotoletta vegetariana

9 gennaio 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

cotoletta di verdure

La ricetta della cotoletta vegetariana mi è venuta in mente durante il mio recente viaggio in Thailandia, terra di sapori straordinari e soprattutto paese di incontri culinari! Ebbene dovete sapere che la cucina Thailandese ha avuto una forte influenza derivante da più culture, infatti è un mix perfetto di cucina cinese, cucina araba e cucina indiana…immaginatevi quali bontà ne sono uscite fuori!  I Thailandesi hanno la magia in cucina e sanno creare dei piatti che vi portano ad assaporare gli alimenti in maniera del tutto nuova! Oggi mi voglio concentrare su un piatto vegetariano quindi ho pensato che la ricetta della cotoletta vegetariana fosse d’obbligo farvela conoscere. Io l’ho assaggiata e l’ho voluta rifare a modo mio, più o meno ci siamo, ovviamente tante spezie non le ho potute utilizzare in quanto solo del posto, ma sono riuscita a ricreare il gusto! Loro la vendono per strada tagliandola a striscioline e mettendola dentro un bicchierino pieno di mais… andiamo ai fornelli che vi faccio conoscere questa semplicissima bontà!

Il nome della cotoletta vegetariana l’ho scelto per via della forma, ma anche perché da buona milanese la cotoletta la volevo reinterpretare!  Fate andare a vapore le patate, le rape bianche, i porri, le cipolle, e il sedano. A parte tritate il mais con il riso bianco sbollentato e una volta ottenuto un composto cremoso uniteci la senape, i peperoncini tagliati finemente e il pepe bianco. Le verdure cotte fatele leggermente raffreddare su una griglia in modo che perdano l’acqua in eccesso e poi passatele attraverso il passa verdure, non usate il mixer perché spezzereste male le fibre, unite poi i due composti e fateli riposare. La consistenza che dovrete avere, per intenderci, è quella della polenta durante la cottura, quindi molto densa ma anche molto maneggevole. Foderate con la carta da forno una teglia e aiutandovi con un cucchiaio create le cotolette, cercate di farle più o meno tutte uguali, io uso l’attrezzo per fare le palle di gelato, è un ottimo misurino e vi aiuta non poco a gestire l’impasto un po’ appiccicoso, ma potete gestire la cosa anche con due  cucchiai. Livellate leggermente la superfice e cospargete il tutto con fiocchi di riso soffiato tritati. In forno dovranno starci per almeno 45 minuti a 180° quindi una cottura lenta, fondamentalmente non c’è nulla da cuocere visti gli ingredienti già cotti, ma serve per amalgamare bene il tutto. Ovviamente potete usarla per farci un buon panino, ma anche così ha il suo perché!



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

2 Porri
1 cucchiaio di pepe bianco
2 peperoncino fresco
4 cucchiaini di senape
150 gr riso bianco
1 sedano
1 cipolla
4 rape bianche piccole
2 patate medie
100 gr mais
fiocchi di riso soffiato tritati a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Mixed Plate, a little bit of everything, una ricetta fatta di tanti piccoli assaggi

3 dicembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

piatto composto

All’estero è una formula che si usa moltissimo, nello stesso piatto ci mettono un po’ di tutto, ma attenzione non è come quando ci riempiamo il piatto per l’aperitivo… no no no! Questi sono piatti composti, hanno una loro logica sia di gusto sia di composizione. Sono ottimi per accontentare i palati più diversi e possono essere usati per una cena in piedi, ma anche per un aperitivo un po’ più ricercato. Quindi ecco il mio piatto composto! Si tratta di un timballo di pasta, gocce di legumi, polpettine di agnello e crema di melanzane con porri e uvetta. Il timballo di pasta l’ho fatto con gli spaghetti, ma usate la pasta che desiderate. In una pentola ho fatto sciogliere il burro e poi ho aggiunto della pancetta lasciandola rosolare. Infine aggiungete un po’ di passata di pomodoro e del tabasco. A parte fate della besciamella inserendo un po’ di formaggio a piacere e poi mescolate la pasta con questi due sughi, riempite i timballi e fate andare in forno per almeno 40 minuti a 180°.  Le gocce di legumi le ho fatte con i fagioli, il mais e i piselli, tritateli tutti in un mixer e aggiungete un uovo, aggiustate con sale e pepe e poi con la farina di riso per renderle più maneggevoli, anche queste fatele andare in forno finché non saranno belle dorate.

ricetta composta

Per le polpettine di agnello ho usato la carne della spalla, tritatela con lo scalogno, la menta, i semi di sesamo e fate piccole palline che dovrete passare nel miele e poi nel pan grattato, il tutto va fritto in abbondante olio. La crema di melanzane è facilissima, tagliate le melanzane e i porri a striscioline e fate stufare a fuoco basso con un po’ di olio, aggiustando con il sale e il pepe. Nel frattempo lasciate ammorbidire l’uvetta in acqua tiepida. Quando le melanzane si saranno ammorbidite passatele al mixer per ottenere una crema e quindi aggiungete l’uvetta. Buon mix!!!!



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 15 min.

Olio extravergine di oliva a piacere
1 cucchiaino di scalogno
100 gr spaghetti
30 gr pancetta
1 cucchiaino di passata di pomodoro
1 cucchiaio di tabasco
40 ml besciamella
30 gr mais
100 gr carne di agnello tritata
1 cucchiaino di menta tritata
30 gr fagioli
2 melanzane
30 gr piselli
10 gr burro
Uvetta a piacere
Miele a piacere
1 uovo
olio di semi a piacere
2 Porri
pangrattato a piacere
30 gr parmigiano reggiano
30 gr farina di riso
1 cucchiaio di semi di sesamo


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

50% quiche 50% torta salata … una ricetta buona al 100%!

15 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

quiche torta salata porri e pomodori

In genere i porri li uso per il soffritto, per farci le zuppe, le frittate…ma questa è la prima volta che ci faccio una torta salata. Credevo di ottenere un gusto troppo forte, invece mi sono dovuta ricredere, non è proprio una torta salata, diciamo una mezza quiche e una mezza torta salata. Il bello è, che dall’idea che fosse una ricetta dal gusto troppo forte, sono arrivata all’idea di aver fatto la ricetta più delicata in assoluto! Mettete i porri, la panna e le uova all’interno del mixer e fate andare finché non otterrete la consistenza di una crema, salate e pepate a vostro piacimento.

quiche torta salata porri e pomodori

Stendete la pasta brisè nella teglia e bucherellatela con una forchetta, cercate poi di creare un po’ di bordi in modo che la crema non fuoriesca, versate la crema di porri e riponete in frigorifero in modo da farla rassodare per bene. Tagliate i pomodorini e usateli per decorare la torta nel modo che desiderate, come vedete dalle foto io ho deciso per una decorazione rettangolare, ma spazio alla vostra fantasia!

quiche torta salata porri e pomodori

Mettete in forno a 200° per almeno 40 minuti, dovrete ottenere quel fantastico colore dorato che vedete nelle foto. E’ buonissima da servire tiepida per un aperitivo e si sposa divinamente con le bollicine!

quiche torta salata porri e pomodori



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

Pepe a piacere
2 uova
Sale a piacere
3 Porri
250 ml panna fresca
1 pasta brisè
pomodori


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Minestra

8 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

minestra

Ok, ormai posso dirlo: fa freddissimo!  Il tempo è grigio e stiamo proprio andando incontro alle giornate autunnali, quindi ho proprio voglia di qualcosa di caldo, che mi faccia sentire il tepore della casa e che mi riscaldi il corpo oltre che lo spirito! Diciamocelo, cosa c’è di meglio di una buona minestra? Io amo farla bella genuina e ricca di sapori! Se siete come me, mettetevi ai fornelli, questa minestra vi farà sentire davanti a un bel camino…e se già l’avete… beh aggiungete un bel bicchiere di vino e di certo il freddo rimarrà chiuso fuori di casa!

minestra

In una pentola fate rosolare la pancetta con dell’olio e un po’ di salvia, aggiungete poi dei porri affettati a rondelle e fateli andare a fuoco lento. Nel frattempo tagliate le patate a dadoni e mettetele in padella e questo punto levate pure la salvia. Una volta che le patate si saranno un po’ rosolate, aggiungete i piselli e versate del brodo vegetale fino a coprire il tutto, lasciate andare per almeno 15 minuti a fuoco alto. Coprite con un coperchio e abbassate la fiamma, lasciando cuocere lentamente la minestra per almeno 30 minuti.

minestra

Una volta cotta aggiungete il sale e il pepe a piacimento, mescolatela e lasciatela riposare sempre coperta per almeno un quarto d’ora. Vi consiglio di servirla con dei petali di provolone piccante, danno al piatto una marcia in più…e quando fa freddo ben venga! Se desiderate versate anche un filo di olio extravergine di oliva, la minestra sarà molto più vellutata al palato e personalmente riesce a teletrasportarmi direttamente in qualche cascina toscana!

minestra



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: massimo un'ora

Olio extravergine di oliva a piacere
1 Porri
100 gr pancetta a dadini
200 gr patate
2 foglie di salvia
80 gr piselli
brodo vegetale a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Sedani rigati ai sapori d’autunno

25 settembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

pasta speck funghi

Lo sentite anche voi un po’ di fresco in più? Non freddo ma quel frescolino che ti fa mettere una felpina se esci la sera e magari un plaid leggero sul divano. Ovviamente anche in cucina si iniziano a cambiare gli ingredienti, ieri ho trovato dei fantastici porcini… vuoi non farli???? Ripulite bene i funghi, ma fatelo delicatamente, dovete solo levare l’eccesso di terra e le imperfezioni, e mai, ripeto mai lavarli! Al massimo potete inumidire uno straccio e dopo averlo ben strizzato ripulire eventuali residui di terra. Li ho tagliati a pezzetti non troppo piccoli, sappiate che durante la cottura perdono tantissimo di volume quindi non tagliateli troppo fini.

pasta porcini speck

Saltateli con poco olio e uno spicchio d’aglio che toglierete a fine cottura, fateli riposare mentre preparate il resto degli ingredienti.  Tagliate a striscioline lo speck e anche questo mettetelo da parte. In una padella fate andare lentamente il porro con il burro, mi raccomando il fuoco deve essere molto basso e nel caso servisse, aggiungete dell’acqua di cottura della pasta. Nella stessa padella inserite sia i funghi sia lo speck e spadellateli a fuoco alto in modo che i sapori si mescolino bene.

funghi porcini

Per ultimo aggiungete la panna, salate e pepate a piacimento e fatela asciugare in modo che diventi una crema con il resto degli ingredienti. Una volta cotta la pasta saltatela all’interno della pentola con lo speck e i funghi, se desiderate, aggiungete una manciata di parmigiano, ma assaggiatela pima, perché il formaggio in alcuni casi rischia di coprire alcuni sapori. Con questo frescolino è il piatto ideale!

porcini speck



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

10 gr burro
160 gr Sedani rigati
100 gr Funghi porcini
50 gr Speck
1 Porri
1 spichio di aglio
70 ml panna


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Ricetta vegana: Pasta integrale al pesto di barbabietole, porri e patate

16 maggio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

ricetta vegana

Questa è la ricetta vegana che ho preparato sabato al Minni Market, vi deve essere piaciuta tantissimo visto che è stata la prima a finire!

Tagliate le patate a dadini e fatele stufare con pochissimo olio e man mano, aggiungete dell’acqua per non farle attaccare alla pentola, salate e pepate a piacimento. In un’altra pentola stufate i porri, sempre con lo stesso procedimento, poco olio e man mano aggiungete dell’acqua per non farli attaccare e anche in questo caso salate e pepate a vostro piacimento, infine frullateli con il mixer a immersione. Lessate la pasta integrale e condite con le patate e i porri, poi aggiungete le barbabietole a julienne. Fate saltare il tutto con l’aceto balsamico e servite con qualche foglia di porro decorativa.

Le barbabietole le potete trovare già fatte a julienne, ma se desiderate potete farle anche voi, basta tagliarle per l’appunto a julienne e metterle in forno a 150° per almeno 10 minuti ad asciugarsi, così non saranno difficili da maneggiare e saranno più asciutte e croccanti.

 ricetta vegana

INGREDIENTI per 4 persone

2 patate medie

4 porri medi

1 barbabietola grattugiata a julienne

1 cucchiaio di aceto balsamico

Sale e pepe a piacimento


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Crema bianca con gnocchi di avocado

6 aprile 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

crema con avanzi

Questa primavera sta tardando ad arrivare, fa ancora un po’ freddo… ed io quando fa freddo amo mangiare la mia bianca! La “bianca” così amo chiamare la mia crema a base di porri, patate e zucchine, ma solo la parte bianca di queste. Infatti, è una crema che faccio spesso quando desidero preparare le zucchine ripiene, tutta la parte bianca non la butto mai e questa è una delle mie ricette per recuperare gli “avanzi” di cucina.gnocchi frutta

Tagliate la parte bianca dei porri, le patate e l’interno bianco delle zucchine, copritele con dell’acqua (almeno 2 dita sopra) e fatele andare a fuoco vivo fino a che le patate non saranno cotte.

Una volta finita la cottura salate e pepate a piacimento e aggiungete un cucchiaio di olio extravergine di oliva, frullate il tutto con il mixer a immersione e coprite con un coperchio facendo riposare la crema. Nel frattempo tagliate a metà l’avocado e ricavate delle palline dalla polpa, come se fosse un gelato, questi saranno i vostri gnocchi!verdura e frutta insieme

Versate la crema nelle ciotole con cui intendete servire e posizionate gli gnocchi di avocado guarnendo con diverse varietà di pepe. Il gusto della crema con l’avocado è fantastica, come mangiare gnocchi al burro!

Provatela e fatemi sapere cosa ne pensate!

INGREDIENTI

Parte bianca di 4 zucchine

1 gambo di porri solo la parte bianca

1 patata media

1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

1 avocado

cucinare frutta e verdura


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Filetti di merluzzo con crema di carote

4 aprile 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

pesce e verdure

Ci sono dei sapori che una volta uniti non te li scordi più, per esempio il merluzzo e le carote, che detta così, fa un po’ ospedale, invece seguitemi in questa ricetta e vi ricrederete!!! Lavate, pelate e tagliate a rondelle le carote, fate la stessa cosa con la parte bianca dei porri e metteteli tutti insieme in un tegame a stufare con poco olio e del brodo vegetale per non farli bruciare. Nel frattempo mettete nel mixer la farina, lo zenzero, il sale e il pepe e una volta mescolato il tutto impanate i filetti di merluzzo. Fateli rosolare prima a fuoco alto da tutte e due le parti in modo da fargli formare la crosticina e poi a fuoco basso pcucinare il pesceer almeno 15 minuti (quando cuocete qualcosa di impanato con la farina dovete dargli modo di cuocere per bene, sennò sarà cruda e poco digeribile oltre a conferire al piatto un sapore non proprio buono).

Le carote e il porro a questo punto saranno pronti, quindi con un frullatore a immersione fate una crema aggiungendo un po’ di olio, salate e pepate a vostro piacimento.crema di carote

Versate la crema di carote sul piatto e adagiateci il merluzzo…  non è buono, di più!

INGREDIENTI

Filetti di merluzzo

2 carote medie

1 porro medio

Brodo vegetale

Per l’impanatura di 8 filetti ho usato

50 gr di farina

1 cucchiaio di zenzero in polvere

Sale e pepe a piacimento

 


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

2 olive e 2 peperoni

29 marzo 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

piatto vegetariano

Questo sughetto ha un gusto decisamente sorprendente! Come sempre nasce dal fatto che io cucino con quello che possiedo in casa e quando dal quasi nulla nascono piatti di questo tipo non posso che andarne fiera.

Tagliate i porri a rondelle e il peperone giallo a dadini, fateli stufare, aggiungendo dell’acqua di cottura della pasta per non far bruciare i porri.

A parte denocciolate le olive e tagliate a filetti il peperone rosso.

Quando i porri e il peperone giallo si saranno stufati bene, levateli dal fuoco e con il mixer a immersione create una salsa, se risultasse troppo densa, aggiustatela con l’acqua di cottura della pasta. Salate, pepate con il pepe bianco e aggiungete una grattugiata di noce moscata.

Una volta che la pasta sarà pronta condite con la salsa inserendo anche le olive, il mais e il peperone rosso.

Come vedete un ottimo piatto veggie con 2 peperoni e 2 olive!!!

INGREDIENTIpiatto veggie

1 peperone giallo intero

¼ di peperone rosso

1 gambo di porro medio

2 olive nere

2 olive verdi

1 cucchiaio di mais cotto

Sale

Pepe bianco

Noce moscata


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Budino con risolatte di soia al salmone

5 marzo 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Budino con risolatte di soia al salmone

Budino con risolatte di soia e salmone. Normalmente il risolatte è associato a un dolce, ma a me piace inventare e provare nuovi sapori, e perché no, mangiare qualcosa di completamente fuori dalle “regole”, vi presento quindi questo esperimento molto ben riuscito! Il mio budino fatto con riso e latte di soia oltre che dei buonissimi tranci di salmone. Naturalmente invece del salmone potreste usare anche dei tranci di pesce spada, oppure della trota salmonata oppure quella affumicata. Invece non ho provato questa ricetta con la carne, forse ci vedrei bene la carne di quaglia o comunque una piccola cacciagione. Il procedimento è molto semplice, in una pentola far appassire con pochissimo olio i porri a rondelle e man mano aggiungere il riso, tostarlo leggermente sempre a fuoco basso e infine aggiungere tutto il latte di soia. Dovrete mescolarlo di tanto in tanto, nel frattempo dai tranci di salmone tagliate dei piccoli filamenti, non troppo lunghi e per regolarvi al meglio vi consiglio di non farli più lunghi di un maccherone. Quando il riso avrà assorbito tutto il latte di soia, aggiungete il sale e pepe a vostro piacimento e una grattugiata di zenzero. Inserite quindi i filamenti di salmone, girate e fate riposare per qualche minuto a fuoco spento e con il coperchio. Nel frattempo preparate degli stampini, dove farete riposare il budino in frigorifero per almeno 2 ore, vanno benissimo gli stampi di silicone, ma se non ne avete andranno benissimo anche delle scodelline o tazzine, l’importante è che quest’ultime siano leggermente unte in modo da poterle sfoderare al meglio. Io lo servo con del pepe rosa e dei ciuffetti di aneto, direi che possiamo definirlo un ottimo antipasto oppure un mini primo, da inserire in uno di quei piatti composti da più pietanze insieme, molto English and Nordic Style. Si conserva in frigorifero anche per una settimana quindi è un’ottima ricetta in previsione di cene lunghe ed elaborate. Fatemi sapere cosa ne pensate io l’ho adorato!

INGREDIENTI

1 lt di latte di soia

200 gr di riso

la parte bianca di un porro tagliata a rondelle

2 tranci crudi di salmone da cui ricavare i filamenti

zenzero da grattugiare

pepe rosa e aneto per decorazione


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi