Polpette vegane

10 febbraio 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

polpette vegane

Ok io non sono vegana, ma adoro mangiare vegano e inventare nuove ricette per i miei amici vegani! Eccomi quindi a fare esperimenti in cucina facendo queste polpette vegane per il mio Happy Brunch durante il Restaurant Day! Io le ho provate nei panini, al sugo, da sole e poi come spiedini… gira che ti rigira queste polpette vegane sono fantastiche!

polpette vegane

Premetto che la lavorazione è un po’ lunga, ma mettete della buona musica e sorseggiate un po’ di buon vino mentre le preparate, fidatevi il tempo volerà e alla fine avrete delle polpette vegane davvero buone! Gli esperimenti per essere chiamati tali devono sicuramente aver passato mille prove e combinazioni… ecco anche i miei esperimenti in cucina funzionano così! Quindi vi sto dando la ricetta finale, quella a cui sono arrivata dopo tante smorfie e tanti bleah, ricompensata dal fatto che alla fine ho esordito con un hmmmmmmm che bontà! Questo per dirvi che il gusto vi ricompenserà del tempo che ci avrete impiegato a farle!

polpette vegane

Fate soffriggere nell’olio le cipolle con l’aglio, il sedano, le carote, il peperoncino e varie spezie a piacimento. A parte dovrete tagliare a quadretti i pomodori secchi, il tofu, le patate e le rape bianche (le patate e le rape vanno prima fatte lessare, l’acqua non va buttata in quanto servirà per ammorbidire l’impasto all’occorrenza). In un’altra pentola cuocete il riso integrale. Quando il soffritto sarà pronto inserite il tofu, le patate e le rape e amalgamate il tutto a fuoco lento. Per ultimo dovrete inserire le arachidi, il riso, i ceci, i piselli e i semi di soia. Armatevi di un buon cucchiaio per girare il tutto, perché man mano prenderà consistenza e l’impasto sarà sempre più duro. Togliete dal fuoco e fate riposare a coperchio chiuso.  In una teglia con la carta da forno cospargete un po’ di olio, e poi aiutandovi con il cucchiaio per il gelato prendete dall’impasto la giusta dose per fare delle polpette, sistematele una vicina all’altra e cospargete con del pane Carasau tritato (il pane Carasau che utilizzo è senza lievito). Come avrete notato non ho menzionato il sale e infatti non l’ho messo, i pomodori secchi e le arachidi danno alle polpette la giusta sapidità, ma voi provatele e poi regolatevi. Dovranno stare in forno per almeno 35 minuti a 200°, ma dipende dal vostro forno, più che altro devono prendere un bel color oro.  Una volta pronte potrete servirle nei panini come vedete dalla mia foto, oppure farle al sugo, personalmente le ho pure fatte anche alla griglia come spiedini! Se mi verrete a trovare per l’Happy Brunch le proverete  con delle salse di accompagnamento.



INGREDIENTI: (Ricetta per 6 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

Olio extra vergine di oliva a piacere
30 semi di soia
80 gr ceci
50 gr arachidi
180 gr riso integrale
150 gr rape bianche
150 gr tofu
spezie varie a piacere
1 gambo di sedano
peperoncino a piacere
1 cipolla
50 gr piselli
200 gr patate
20 gr pomodori secchi
2 carote
1 Spicchio di aglio
pane carasau tritato a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

La ricetta della cotoletta vegetariana

9 gennaio 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

cotoletta di verdure

La ricetta della cotoletta vegetariana mi è venuta in mente durante il mio recente viaggio in Thailandia, terra di sapori straordinari e soprattutto paese di incontri culinari! Ebbene dovete sapere che la cucina Thailandese ha avuto una forte influenza derivante da più culture, infatti è un mix perfetto di cucina cinese, cucina araba e cucina indiana…immaginatevi quali bontà ne sono uscite fuori!  I Thailandesi hanno la magia in cucina e sanno creare dei piatti che vi portano ad assaporare gli alimenti in maniera del tutto nuova! Oggi mi voglio concentrare su un piatto vegetariano quindi ho pensato che la ricetta della cotoletta vegetariana fosse d’obbligo farvela conoscere. Io l’ho assaggiata e l’ho voluta rifare a modo mio, più o meno ci siamo, ovviamente tante spezie non le ho potute utilizzare in quanto solo del posto, ma sono riuscita a ricreare il gusto! Loro la vendono per strada tagliandola a striscioline e mettendola dentro un bicchierino pieno di mais… andiamo ai fornelli che vi faccio conoscere questa semplicissima bontà!

Il nome della cotoletta vegetariana l’ho scelto per via della forma, ma anche perché da buona milanese la cotoletta la volevo reinterpretare!  Fate andare a vapore le patate, le rape bianche, i porri, le cipolle, e il sedano. A parte tritate il mais con il riso bianco sbollentato e una volta ottenuto un composto cremoso uniteci la senape, i peperoncini tagliati finemente e il pepe bianco. Le verdure cotte fatele leggermente raffreddare su una griglia in modo che perdano l’acqua in eccesso e poi passatele attraverso il passa verdure, non usate il mixer perché spezzereste male le fibre, unite poi i due composti e fateli riposare. La consistenza che dovrete avere, per intenderci, è quella della polenta durante la cottura, quindi molto densa ma anche molto maneggevole. Foderate con la carta da forno una teglia e aiutandovi con un cucchiaio create le cotolette, cercate di farle più o meno tutte uguali, io uso l’attrezzo per fare le palle di gelato, è un ottimo misurino e vi aiuta non poco a gestire l’impasto un po’ appiccicoso, ma potete gestire la cosa anche con due  cucchiai. Livellate leggermente la superfice e cospargete il tutto con fiocchi di riso soffiato tritati. In forno dovranno starci per almeno 45 minuti a 180° quindi una cottura lenta, fondamentalmente non c’è nulla da cuocere visti gli ingredienti già cotti, ma serve per amalgamare bene il tutto. Ovviamente potete usarla per farci un buon panino, ma anche così ha il suo perché!



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

2 Porri
1 cucchiaio di pepe bianco
2 peperoncino fresco
4 cucchiaini di senape
150 gr riso bianco
1 sedano
1 cipolla
4 rape bianche piccole
2 patate medie
100 gr mais
fiocchi di riso soffiato tritati a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Cannelloni di crepes con tre ripieni diversi

28 novembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

ricetta di riciclo crepes

Cannelloni di crepes con tre ripieni diversi, una ricetta facile e felice. Ieri ho fatto le crepes, ma le ho volute farcire con tutte quelle cose buone come la marmellata, la nutella, la mousse di tamarindo, il cioccolato, il caramello…. insomma DOLCI! Con quelle avanzate oggi ho voluto farci dei cannelloni, semplici da realizzare e con ottima resa! Ho pensato che in ogni piatto potevo servire 3 cannelloni, il bello però è che il ripieno è diverso per ogni cannellone! Ne ho fatto uno ripieno di formaggi vari (utilizzando tutti i rimasugli in frigorifero) poi un altro con i legumi e l’ultimo con i sapori delle erbe aromatiche. Dai andiamo in cucina che vi spiego cosa mi sono inventata questa volta! I rimasugli di formaggi sono ottimi per farci dei ripieni, io per riempire i cannelloni li ho tritati tutti e poi li ho mescolati con della besciamella, un uovo e una patata lessa. Ovviamente in base ai formaggi che utilizzerete vi ritroverete sempre gusti diversi e consistenze diverse, quindi regolatevi con l’aggiunta delle patate lesse e della besciamella, alla fine inserite nel vostro impasto della menta tritata, vi faranno impazzire! Per il secondo ho fatto un impasto di ceci, piselli e lenticchie, (ma credo che possiate tranquillamente usare anche i fagioli) creando a parte una besciamella fatta con il mais per riuscire ad amalgamare bene il tutto, sappiate che tenderà al pastoso quindi ho scelto di inserire dei fiocchi di avena per dargli una forma più maneggevole per il riempimento. Il terzo è un ottimo connubio di cereali integrali fatti cuocere nel latte di soia con le erbe aromatiche, a fine cottura levate le erbe e frullate il tutto con l’aggiunta di un uovo… fantastici! Non vi darò le varie dosi per ognuno perché come avrete capito sono ricette inventate al momento con ingredienti riciclati. Quello però che vi posso dire è che una volta ottenuti i vari riempimenti potete posizionarli in mezzo alla vostre crepes per poi metterle in forno a 200° per almeno 25 minuti. Il bello di questi cannelloni, secondo me, sono i sapori molto diversi tra di loro e il fatto che abbia utilizzato tutto quello che avevo in casa!


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Storia di una ricetta invernale

16 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

patate salsiccia formaggio

Storia di una ricetta invernale, c’era una volta il pasticcio di salsiccia e patate… Detta così sembra una ricetta da fare solo nei mesi invernali, ma la verità è che non dovrei definirla invernale, perché ho provato a farla anche a ferragosto e ha ottenuto il massimo apprezzamento anche da molti ospiti “estivi”, ma per me rimane la mia ricetta invernale. E’ quel tipo di ricetta che ti scalda dentro, ma non solo, infatti riscalda anche la casa attraverso i profumi che si diffondono nelle varie stanze, facendoti sentire come in un giorno di festa. La preparazione è un po’ lunga, forse ci sarebbero anche delle scorciatoie, ma io adoro prepararla, quindi non mi è mai pesato farla nella maniera in cui ve la descriverò.

patate salsiccia formaggio

Affettate le patate con la mandolina e mettetele in una pentola con il latte freddo e dei ramoscelli di rosmarino, fate andare a fuoco lento e appena vedete la prima bolla scolatele con la schiumarola e tenetele da parte. Pulite la salsiccia dal budello e sgranatela in una pentola antiaderente, man mano sgrassatela a fuoco basso utilizzando un cucchiaio per eliminare il grasso che si scioglierà. A parte grattugiate il provolone insieme al parmigiano reggiano.

formaggio patate salsiccia

Bene, siete pronti per creare gli strati della “ricetta invernale”. Iniziate creando uno strato con le fette di patate, poi la salsiccia e poi il mix di formaggi, l’ultimo fatelo sempre con le patate e cospargete abbondantemente con i formaggi, in forno prenderanno un bel colore e diventeranno croccanti al punto giusto. Ovviamente c’è anche la versione vegetariana e vegana. In quella vegetariana sostituite la salsiccia con il formaggio greco Feta, è quello che in cottura mi ha dato maggiore soddisfazione! Invece nella versione vegana utilizzate latte di soja o di riso per cuocere le patate e al posto del formaggio vi consiglio di far saltare della cipolla con i fiori e i semi di zucca, la bontà è assicurata!

preparazione salsiccia patate

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: massimo un'ora

450 gr Salsiccia
1 lt latte
150 gr parmigiano reggiano
800 gr patate
150 gr provolone
rosmarino a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Minestra

8 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

minestra

Ok, ormai posso dirlo: fa freddissimo!  Il tempo è grigio e stiamo proprio andando incontro alle giornate autunnali, quindi ho proprio voglia di qualcosa di caldo, che mi faccia sentire il tepore della casa e che mi riscaldi il corpo oltre che lo spirito! Diciamocelo, cosa c’è di meglio di una buona minestra? Io amo farla bella genuina e ricca di sapori! Se siete come me, mettetevi ai fornelli, questa minestra vi farà sentire davanti a un bel camino…e se già l’avete… beh aggiungete un bel bicchiere di vino e di certo il freddo rimarrà chiuso fuori di casa!

minestra

In una pentola fate rosolare la pancetta con dell’olio e un po’ di salvia, aggiungete poi dei porri affettati a rondelle e fateli andare a fuoco lento. Nel frattempo tagliate le patate a dadoni e mettetele in padella e questo punto levate pure la salvia. Una volta che le patate si saranno un po’ rosolate, aggiungete i piselli e versate del brodo vegetale fino a coprire il tutto, lasciate andare per almeno 15 minuti a fuoco alto. Coprite con un coperchio e abbassate la fiamma, lasciando cuocere lentamente la minestra per almeno 30 minuti.

minestra

Una volta cotta aggiungete il sale e il pepe a piacimento, mescolatela e lasciatela riposare sempre coperta per almeno un quarto d’ora. Vi consiglio di servirla con dei petali di provolone piccante, danno al piatto una marcia in più…e quando fa freddo ben venga! Se desiderate versate anche un filo di olio extravergine di oliva, la minestra sarà molto più vellutata al palato e personalmente riesce a teletrasportarmi direttamente in qualche cascina toscana!

minestra



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: massimo un'ora

Olio extravergine di oliva a piacere
1 Porri
100 gr pancetta a dadini
200 gr patate
2 foglie di salvia
80 gr piselli
brodo vegetale a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Ricetta vegana: Pasta integrale al pesto di barbabietole, porri e patate

16 maggio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

ricetta vegana

Questa è la ricetta vegana che ho preparato sabato al Minni Market, vi deve essere piaciuta tantissimo visto che è stata la prima a finire!

Tagliate le patate a dadini e fatele stufare con pochissimo olio e man mano, aggiungete dell’acqua per non farle attaccare alla pentola, salate e pepate a piacimento. In un’altra pentola stufate i porri, sempre con lo stesso procedimento, poco olio e man mano aggiungete dell’acqua per non farli attaccare e anche in questo caso salate e pepate a vostro piacimento, infine frullateli con il mixer a immersione. Lessate la pasta integrale e condite con le patate e i porri, poi aggiungete le barbabietole a julienne. Fate saltare il tutto con l’aceto balsamico e servite con qualche foglia di porro decorativa.

Le barbabietole le potete trovare già fatte a julienne, ma se desiderate potete farle anche voi, basta tagliarle per l’appunto a julienne e metterle in forno a 150° per almeno 10 minuti ad asciugarsi, così non saranno difficili da maneggiare e saranno più asciutte e croccanti.

 ricetta vegana

INGREDIENTI per 4 persone

2 patate medie

4 porri medi

1 barbabietola grattugiata a julienne

1 cucchiaio di aceto balsamico

Sale e pepe a piacimento


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Crema bianca con gnocchi di avocado

6 aprile 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

crema con avanzi

Questa primavera sta tardando ad arrivare, fa ancora un po’ freddo… ed io quando fa freddo amo mangiare la mia bianca! La “bianca” così amo chiamare la mia crema a base di porri, patate e zucchine, ma solo la parte bianca di queste. Infatti, è una crema che faccio spesso quando desidero preparare le zucchine ripiene, tutta la parte bianca non la butto mai e questa è una delle mie ricette per recuperare gli “avanzi” di cucina.gnocchi frutta

Tagliate la parte bianca dei porri, le patate e l’interno bianco delle zucchine, copritele con dell’acqua (almeno 2 dita sopra) e fatele andare a fuoco vivo fino a che le patate non saranno cotte.

Una volta finita la cottura salate e pepate a piacimento e aggiungete un cucchiaio di olio extravergine di oliva, frullate il tutto con il mixer a immersione e coprite con un coperchio facendo riposare la crema. Nel frattempo tagliate a metà l’avocado e ricavate delle palline dalla polpa, come se fosse un gelato, questi saranno i vostri gnocchi!verdura e frutta insieme

Versate la crema nelle ciotole con cui intendete servire e posizionate gli gnocchi di avocado guarnendo con diverse varietà di pepe. Il gusto della crema con l’avocado è fantastica, come mangiare gnocchi al burro!

Provatela e fatemi sapere cosa ne pensate!

INGREDIENTI

Parte bianca di 4 zucchine

1 gambo di porri solo la parte bianca

1 patata media

1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

1 avocado

cucinare frutta e verdura


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Mini burek light

31 marzo 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

burek light

Se siete stati invitati per Pasquetta, a fare una gita fuori porta, ma non sapete cosa portare per il picnic… zero panico, vi passo la mia ricetta dei mini burek light! Stendete la pasta fillo e spennellate con acqua e olio, grattugiate le patate, salate e pepate, richiudete il tutto avvolgendo la pasta fillo come se fosse uno strudel.

Tagliate dei pezzi di circa 5 cm e sistemateli in una teglia, poi mettete in forno a 180° e appena incomincerà a prendere colore saranno pronti.

Pasqua LightLasciateli raffreddare sennò rischiate l’ustione, sono ottimi da mangiare tiepidi e se ne avete la possibilità, accompagnateli con una salsa allo yogurt…

dovunque voi siate buona Pasquetta!!!!

INGREDIENTI

1 rotolo di pasta fillo

4 patate medie

acqua e olio mescolati in parti uguali

sale e pepe

 


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Spezzatino di verdure per gli amici veggie

12 marzo 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

spezzatino

Ho molti amici vegetariani e quindi mi piace inventarmi nuovi piatti con cui invitarli a cena e questo è un super piatto anche per i palati “veggie” più esigenti.

Tagliate le cipolle e mettetele a cuocere a fuoco basso, bagnandole con del brodo vegetale di tanto in tanto onde evitare che si brucino. Devono “stufare” quindi ci vorrà un po’. A parte tagliate a dadoni delle patate, delle carote e dei gambi di sedano, tutti insieme fateli rosolare con poco olio in una padella antiaderente, deve formarsi una leggera crosticina, quando l’avrete ottenuta, spegnete il fuoco e lasciateli da parte.

Nella padella con la cipolla inserite i fagioli rossi e fateli rosolare un po’ a fiamma alta, versate il bicchiere di vino rosso e fate sfumare. Una volta che il tutto si sarà amalgamato, frullatelo con il mixer a immersione (risulterà molto denso), inserite le vostre verdure e allungate il tutto con il brodo vegetale in modo che copra completamente le verdure. Fate andare a fuoco lento per almeno una ventina di minuti et voilà avrete ottenuto uno spezzatino veggie di tutto rispetto! Lo trovo ottimo anche con la polenta, ma in questo caso ho voluto servirlo con del cous cous.

INGREDIENTI

2 cipolle

2 patate medie

2 carote medie

2 gambi di sedano

250 gr di fagioli rossi cotti

1 bicchiere di vino rosso

brodo vegetale

80 gr di cous cous a testa


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Gnocchetti di Pak Choi

6 marzo 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

cavolo cinese

Ovvero come ho usato il cavolo cinese! Non sono amante dei cavoli in generale, quindi l’ho comprato più che altro per questo suo aspetto davvero gradevole. Da questa esperienza è nata una delle mie ricette inventate così su due piedi e posso dire che ne è uscito un buonissimo primo piatto. Lavate bene il pak choi e man mano che staccate le foglie, dividete la parte bianca da quella verde. Togliete la buccia alle patate e tagliate il tutto in pezzi più o meno grandi come delle noci. Disponete le verdure nella vostra pentola a vapore, i pezzi bianchi da una parte e i verdi dall’altra, il modo migliore per dividerli è inserire nel mezzo le patate. Da quando l’acqua bolle fate andare a vapore per 15 minuti, state attenti alle patate perché non devono sfaldarsi. In una pentola a parte fate rosolare dello scalogno con dell’olio e del pepe bianco, quando le verdure saranno pronte inserite le parti verdi e fate saltare a fuoco alto, eliminate lo scalogno a fine cottura. Le patate e la parte bianca del pak choi invece, fateli riposare su un colino in modo da eliminare l’acqua in eccesso. In seguito frullateli con il mixer a immersione salando e pepando a vostro piacimento, poi aggiungete la farina di riso  fino a ottenere un composto che dovrà avere la consistenza di un purè. Fate riposare in frigorifero e nel frattempo mettete sul fuoco una pentola abbastanza larga dove far bollire l’acqua, una volta in ebollizione inserite il vostro composto nell’attrezzo per fare gli gnocchetti tirolesi e come vale per tutti gli gnocchi scolateli appena vengono a galla, il modo migliore è usare una schiumarola. Essendo questa, un’operazione che potrebbe richiedere più tempo, vi consiglio di prelevarli direttamente dall’acqua calda per poi inserirli nell’acqua fredda, così bloccherete la cottura. Mi raccomando non buttate l’acqua di cottura degli gnocchi. Quando avrete finito, scolateli all’interno di una pirofila che avrete leggermente oliato, così facendo non c’è il rischio che s’incollino tra di loro.  Nella padella con la parte verde del pak choi inserite il formaggio grattugiato e man mano aggiungete l’acqua di cottura degli gnocchi fino a che non avrete ottenuto la consistenza di una crema, a questo punto potete condirli direttamente in padella facendoli saltare a fuoco vivo.

INGREDIENTI

2 pak choi medio grandi

300 gr farina di riso

1 scalogno

2 patate medio grandi

3 cucchiai di provolone piccante grattugiato

acqua di cottura

preparazione pak choi


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi