Mixed Plate, a little bit of everything, una ricetta fatta di tanti piccoli assaggi

3 dicembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

piatto composto

All’estero è una formula che si usa moltissimo, nello stesso piatto ci mettono un po’ di tutto, ma attenzione non è come quando ci riempiamo il piatto per l’aperitivo… no no no! Questi sono piatti composti, hanno una loro logica sia di gusto sia di composizione. Sono ottimi per accontentare i palati più diversi e possono essere usati per una cena in piedi, ma anche per un aperitivo un po’ più ricercato. Quindi ecco il mio piatto composto! Si tratta di un timballo di pasta, gocce di legumi, polpettine di agnello e crema di melanzane con porri e uvetta. Il timballo di pasta l’ho fatto con gli spaghetti, ma usate la pasta che desiderate. In una pentola ho fatto sciogliere il burro e poi ho aggiunto della pancetta lasciandola rosolare. Infine aggiungete un po’ di passata di pomodoro e del tabasco. A parte fate della besciamella inserendo un po’ di formaggio a piacere e poi mescolate la pasta con questi due sughi, riempite i timballi e fate andare in forno per almeno 40 minuti a 180°.  Le gocce di legumi le ho fatte con i fagioli, il mais e i piselli, tritateli tutti in un mixer e aggiungete un uovo, aggiustate con sale e pepe e poi con la farina di riso per renderle più maneggevoli, anche queste fatele andare in forno finché non saranno belle dorate.

ricetta composta

Per le polpettine di agnello ho usato la carne della spalla, tritatela con lo scalogno, la menta, i semi di sesamo e fate piccole palline che dovrete passare nel miele e poi nel pan grattato, il tutto va fritto in abbondante olio. La crema di melanzane è facilissima, tagliate le melanzane e i porri a striscioline e fate stufare a fuoco basso con un po’ di olio, aggiustando con il sale e il pepe. Nel frattempo lasciate ammorbidire l’uvetta in acqua tiepida. Quando le melanzane si saranno ammorbidite passatele al mixer per ottenere una crema e quindi aggiungete l’uvetta. Buon mix!!!!



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 15 min.

Olio extravergine di oliva a piacere
1 cucchiaino di scalogno
100 gr spaghetti
30 gr pancetta
1 cucchiaino di passata di pomodoro
1 cucchiaio di tabasco
40 ml besciamella
30 gr mais
100 gr carne di agnello tritata
1 cucchiaino di menta tritata
30 gr fagioli
2 melanzane
30 gr piselli
10 gr burro
Uvetta a piacere
Miele a piacere
1 uovo
olio di semi a piacere
2 Porri
pangrattato a piacere
30 gr parmigiano reggiano
30 gr farina di riso
1 cucchiaio di semi di sesamo


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Minestra

8 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

minestra

Ok, ormai posso dirlo: fa freddissimo!  Il tempo è grigio e stiamo proprio andando incontro alle giornate autunnali, quindi ho proprio voglia di qualcosa di caldo, che mi faccia sentire il tepore della casa e che mi riscaldi il corpo oltre che lo spirito! Diciamocelo, cosa c’è di meglio di una buona minestra? Io amo farla bella genuina e ricca di sapori! Se siete come me, mettetevi ai fornelli, questa minestra vi farà sentire davanti a un bel camino…e se già l’avete… beh aggiungete un bel bicchiere di vino e di certo il freddo rimarrà chiuso fuori di casa!

minestra

In una pentola fate rosolare la pancetta con dell’olio e un po’ di salvia, aggiungete poi dei porri affettati a rondelle e fateli andare a fuoco lento. Nel frattempo tagliate le patate a dadoni e mettetele in padella e questo punto levate pure la salvia. Una volta che le patate si saranno un po’ rosolate, aggiungete i piselli e versate del brodo vegetale fino a coprire il tutto, lasciate andare per almeno 15 minuti a fuoco alto. Coprite con un coperchio e abbassate la fiamma, lasciando cuocere lentamente la minestra per almeno 30 minuti.

minestra

Una volta cotta aggiungete il sale e il pepe a piacimento, mescolatela e lasciatela riposare sempre coperta per almeno un quarto d’ora. Vi consiglio di servirla con dei petali di provolone piccante, danno al piatto una marcia in più…e quando fa freddo ben venga! Se desiderate versate anche un filo di olio extravergine di oliva, la minestra sarà molto più vellutata al palato e personalmente riesce a teletrasportarmi direttamente in qualche cascina toscana!

minestra



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: massimo un'ora

Olio extravergine di oliva a piacere
1 Porri
100 gr pancetta a dadini
200 gr patate
2 foglie di salvia
80 gr piselli
brodo vegetale a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Gnocco fritto e tigelle a volontà!

1 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

gnocco fritto e tigelle

Se vivete a Milano, avrete notato che sono spuntati come funghi i locali con la formula AYCE ovvero All You Can It, la maggior parte propongono cucina asiatica con ricchi buffet da cui servirsi da soli, altri hanno optato per la consumazione alla carta. Quello di cui vi parlerò oggi è il Tigella’s e come avrete capito dal nome, il punto forte sono le tigelle (crescentine) ma non solo, infatti, servono anche il famosissimo gnocco fritto e lo fanno a volontà! Ecco, mi soffermo sulla parola “a volontà” … qui non troverete la scritta che vi comunica la quantità, bensì finché riuscirete a mangiarne, loro vi porteranno il buonissimo gnocco fritto e le tigelle come se non ci fosse un domani!

gnocco fritto e tigelle

Ci sono vari menù, per esempio io ho preso quello marinaro che consiste in tigelle e gnocco fritto accompagnati a salsa tonnata, maionese con aglio, salsa piccante, carpaccio di salmone, pesce spada e tonno affumicati, gamberetti marinati su un letto di insalata, salsa cocktail, burro salato e dresssing con olio, limone, miele e zenzero… il tutto davvero buonissimo!

gnocco fritto e tigelle

C’è anche il menù classico con battuta di lardo speziato, salsa tonnata, maionese con aglio, stracchino, gorgonzola dolce al cucchiaio, parmigiano reggiano grattugiato, prosciutto crudo, salame, pancetta, coppa e una fantastica salsa piccante!

gnocco fritto e tigelle

Hanno anche un menù per vegetariani con tigelle di farro o kamut accompagnate da peperoni, zucchine, melanzane, pomodori secchi sott’olio, maionese agliata, salsa piccante… davvero ottimo!

gnocco fritto e tigellegnocco fritto e tigelle

E’ un locale dove andare in compagnia, infatti, noi eravamo con un gruppo di nostri amici e al tavolo di fianco c’era una squadra di calcio femminile, quindi il locale si presta alle grandi tavolate!

gnocco fritto e tigelle

Hanno degli ottimi fornitori di prodotti e se andate sul loro sito potrete capire che ci tengono ad avere un’ottima materia prima, questo per farvi capire che anche con la formula AYCE si può ottenere prodotti di qualità.

Noi ci siamo trovati bene anche con il vino, sia bianco che rosso e gli amici che hanno optato per la birra sono rimasti soddisfatti anche loro!

Ve lo consiglio? Sì!

 


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Branzino croccante

11 marzo 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

branzino

A casa nostra il branzino al forno è reputato, da mio marito Marco, un piatto un po’ povero e senza carattere, quindi eccolo in versione decisamente più caratteriale e croccante.

Per questa ricetta usate dei branzini eviscerati e puliti e all’interno inserite qualche foglia di salvia e un po’ di rosmarino, sale e pepe a piacimento.  Procedete quindi avvolgendo il branzino con le fette di pancetta, lasciando fuori solo la testa e la coda. Finito! A me piace mettere nella teglia anche qualche pomodorino tagliato a metà, un po’ di olio e via dentro il forno (200°) fino ad ottenere una pancetta super croccante!

INGREDIENTIbranzino croccante

2 branzini

4 foglie di salvia

1 rametto di rosmarino

Fette di pancetta sottili (io ne ho usato 1 etto, ma dipende dalla grandezza dei vostri branzini)

1 cucchiaio scarso di olio extravergine di oliva


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi