Rotoli di Natale, una ricetta dai sapori genuini

9 dicembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

ricetta di Natale

Per me il periodo del Natale rappresenta l’abbondanza in tavola e poi i sapori genuini dei piatti fatti in casa, quindi potevano mai mancare questi rotoli? Impossibile! Dai andiamo a infarinarci, sì perché la pasta va fatta a mano! Intanto fate sciogliere poco burro, della dose indicata negli ingredienti, e aggiungete l’aglio tritato finemente e la cipolla anche lei bella tritata sottile. Attenzione il tutto a fuoco basso! Quando si saranno imbionditi aggiungete i peperoni rossi, il timo e le zucchine, anche loro tagliati a dadini piccoli. Fate ammorbidire pian piano il tutto sempre a fuoco lento. Lasciate riposare e dedichiamoci alla pasta! Sciogliete il lievito nell’acqua meglio se a  temperatura ambiente e poi sciogliete il burro rimanente con il sale, nel frattempo setacciate la farina sul tavolo, io uso il vecchio metodo usando fare una montagnetta e poi creando un buco all’interno. In questa fessura inserite il lievito e il burro e incominciate a lavorare la pasta finché non otterrete una palla liscia e omogenea, mettetela in un recipiente con bordi alti e fatela lievitare per minimo un’ora e mezza. Attenzione il burro non deve essere caldissimo, anzi deve essersi raffreddato mantenendo la caratteristica della morbidezza. Quando sarà pronta infarinate il tavolo oppure una spianatoia e tirate la pasta in modo da ottenere un rettangolo più sottile possibile e iniziate a farcirla con il composto ottenuto con i peperoni e le zucchine. Cospargete con abbondante formaggio, io ho optato per del provolone piccante e una caciotta, ma qualsiasi formaggio andrà bene, ovvio non quelli troppo acquosi. Avvolgete la pasta su se stessa in modo a ottenere un rotolo, poi tagliate delle fette spesse un dito. Otterrete dei rotolini, sistemateli sulla carta da forno leggermente oliata, fateli riposare vicini vicini ancora per 30 minuti e copriteli. Poi cuoceteli in forno a 200° per 30 minuti. Lo so il procedimento per farli è un po’ lungo, ma verrete ricompensati da un gusto buonissimo! Fidatevi ne varrà la pena!



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo due ore

200 ml acqua
150 peperoni rossi
100 gr cipolle tritate
spicchio aglio tritato
1 lievito di birra fresco cubetto
150 gr provolone
100 gr Zucchine
1 cucchiaio di Sale
500 gr farina
150 gr burro
100 gr caciotta


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Wafer fatti in casa – una ricetta veloce e sfiziosa

30 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

homemade wafer

Ormai lo sapete, per me viaggiare significa anche andare a conoscere la cultura alimentare del luogo visitato, in questo caso più che conoscere è stato un ricordarsi del tempo in cui ho vissuto in Yugoslavija. Nell’ultimo viaggio in Croazia ho trovato le cialde dei wafer e potevo mai non comprarle? Quando ero bambina con queste cialde facevamo il dolce più veloce della domenica, bastava farcirle ed ecco dei fantastici wafer casalinghi! Noi bambini ci divertivamo a fare ognuno la propria versione e anche allora io mi divertivo a fare esperimenti in cucina!

homemade wafer

Oggi ve li propongo un po’ rivisitati, ebbene sì all’epoca non si usavano ancora i cereali da mettere nel latte, bensì si abbondava di frutta secca e miele, ma io stavolta ho preferito rimanere sul leggero, sempre che l’uso di cioccolato e panna possa essere definito leggero! Se vi capitasse di trovare queste cialde divertitevi a farcirle dando spazio alla vostra fantasia,  nel frattempo ecco come le ho preparate io.

wafer

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, aggiungete la panna fresca e mescolate il tutto con una frusta a mano, finché non otterrete la consistenza della crema pasticcera, deve essere bella lucida e non deve presentare grumi e nemmeno parti oliose. Inserite i cereali, l’uvetta e le noci, mescolate bene e senza far raffreddare spalmate questa crema su una cialda, cercate di livellarla in modo che non ci siano parti più alte o più basse, ricoprite subito con l’altra cialda e premete piano in modo da unirle senza romperle.

wafer

Copritele con un panno e riponete in frigorifero. La copertura l’ho voluta fare con il cioccolato bianco, ma naturalmente potete usare quello che desiderate oppure lasciarla liscia, fatelo fondere a bagnomaria e quando sarà pronto spalmatelo sulla cialda superiore, io ho voluto guarnirla con delle scagliette di cioccolato fondente, ma ripeto spazio alla vostra fantasia! Riponete nuovamente in frigorifero e lasciate riposare per almeno un’ora, poi potrete tagliare le cialde nella forma che desiderate, si conservano perfettamente in un barattolo chiuso anche per una settimana, ma siamo sinceri… dureranno una settimana?

wafer



INGREDIENTI
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 15 min.

20 gr Uvetta
100 ml panna fresca
2 cialde per wafer
300 gr cioccolato
100 gr cereali
50 gr noci


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Taralli, tarallucci, tarallini…più nomi per una ricetta pugliese

21 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

tarallucci

Ok l’aspetto non è proprio identico a quelli originali, ma mi sono fatta un po’ trasportare nell’esecuzione e quindi eccoli qui i miei taralli!!!

taralli

Queste sono quelle ricette da fare durante i fine settimana piovosi, mentre si chiacchiera con gli amici per poi aprire una bottiglia di vino e mangiare in compagnia. Dai andiamo ai fornelli, perché dovete sapere che per questa ricetta non userete solo il forno! Versate la farina in una ciotola e aggiungete l’olio, il sale e il vino impastando il tutto fino ad ottenere una bella palla compatta. Lasciatela riposare coprendola con un panno. Nel frattempo che l’impasto riposi fate bollire dell’acqua salata in una pentola con bordi alti.

tarallini pugliesi

Stendete l’impasto di circa mezzo centimetro e formate dei quadrati che poi andrete a tagliare in triangoli avvolgendoli su se stessi per poi richiuderli ad anello. Potete anche fare dei bastoncini sempre richiudendoli su se stessi, ma a me piacciono più cicciotti! Ora viene il bello perché non dovrete metterli in forno bensì immergerli nell’acqua salata, ritirandoli una volta che verranno a galla, non inseriteli tutti, ma solo circa 6/7 alla volta.

taralli ricetta pugliese

Fateli asciugare su un panno di cotone e nel frattempo foderate una teglia con la carta da forno, sistemateli uno vicino all’altro e poi in forno! La temperatura ideale è di 200° per circa 15 minuti, ma controllate anche il colore, dovranno essere belli dorati.

preparazione taralli

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

125 ml Olio extravergine di oliva
500 gr farina
2 cucchiai di Sale
140 ml vino bianco


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Storia di una ricetta invernale

16 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

patate salsiccia formaggio

Storia di una ricetta invernale, c’era una volta il pasticcio di salsiccia e patate… Detta così sembra una ricetta da fare solo nei mesi invernali, ma la verità è che non dovrei definirla invernale, perché ho provato a farla anche a ferragosto e ha ottenuto il massimo apprezzamento anche da molti ospiti “estivi”, ma per me rimane la mia ricetta invernale. E’ quel tipo di ricetta che ti scalda dentro, ma non solo, infatti riscalda anche la casa attraverso i profumi che si diffondono nelle varie stanze, facendoti sentire come in un giorno di festa. La preparazione è un po’ lunga, forse ci sarebbero anche delle scorciatoie, ma io adoro prepararla, quindi non mi è mai pesato farla nella maniera in cui ve la descriverò.

patate salsiccia formaggio

Affettate le patate con la mandolina e mettetele in una pentola con il latte freddo e dei ramoscelli di rosmarino, fate andare a fuoco lento e appena vedete la prima bolla scolatele con la schiumarola e tenetele da parte. Pulite la salsiccia dal budello e sgranatela in una pentola antiaderente, man mano sgrassatela a fuoco basso utilizzando un cucchiaio per eliminare il grasso che si scioglierà. A parte grattugiate il provolone insieme al parmigiano reggiano.

formaggio patate salsiccia

Bene, siete pronti per creare gli strati della “ricetta invernale”. Iniziate creando uno strato con le fette di patate, poi la salsiccia e poi il mix di formaggi, l’ultimo fatelo sempre con le patate e cospargete abbondantemente con i formaggi, in forno prenderanno un bel colore e diventeranno croccanti al punto giusto. Ovviamente c’è anche la versione vegetariana e vegana. In quella vegetariana sostituite la salsiccia con il formaggio greco Feta, è quello che in cottura mi ha dato maggiore soddisfazione! Invece nella versione vegana utilizzate latte di soja o di riso per cuocere le patate e al posto del formaggio vi consiglio di far saltare della cipolla con i fiori e i semi di zucca, la bontà è assicurata!

preparazione salsiccia patate

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: massimo un'ora

450 gr Salsiccia
1 lt latte
150 gr parmigiano reggiano
800 gr patate
150 gr provolone
rosmarino a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Pasta tonno e fagioli, una ricetta semplice

14 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

pasta tonno e fagioli

Semplice, buona, facile e veloce… questa è una ricetta dell’ultimo minuto, quando si ha davvero pochissimo tempo e quel poco che si ha è tutto fatto di situazioni incastrate l’una nell’altra, come mettere su l’acqua mentre ti fai la doccia e buttare la pasta mentre ti vesti… insomma un tetris day!

pasta tonno e fagioli

Ho usato la stessa pasta che avevo usato in questa ricetta:  ”Foglie di Ulivo“ , ve la ricordate? Credo che sia davvero buona e riesce a dare al piatto un bel colore vivace. Sul tonno preferisco non fare pubblicità e nemmeno denigrare alcuni prodotti, se potete utilizzate quelli di aziende che pescano responsabilmente. I fagioli che amo di più abbinare al tonno, sono sicuramente i fagioli rossi, hanno un gusto molto avvolgente e anche come colore riescono a risaltare perfettamente in questa ricetta. C’è da dire che ho provato questo piatto anche con i fagioli borlotti come vedete, ma quelli rossi la vincono!

pasta tonno e fagioli

In una ciotola sminuzzate il tonno e aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta, non troppa, giusto per riuscire ad amalgamare bene gli ingredienti. Aggiungete i fagioli e poi la pasta, mescolate con olio extravergine di oliva e se vi piace anche una bella spolverata di pepe rosso. Buon tetris day!

pasta tonno e fagioli



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 15 min.

80 gr pasta
50 gr tonno
50 gr fagioli


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Strudel alla Croata

9 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Strudel

Ah lo strudel che passione! Ma lo sapete che ne esistono di tantissimi tipi? Per esempio se andate in Croazia, nei dintorni dei laghi di Plitvice, troverete degli strudel buonissimi! Sono diversi rispetto a quelli che usualmente vediamo in commercio e anche i ripieni sono particolarissimi! Dovete sapere che io in Yugoslavija ci ho abitato per ben 10 anni… quindi la ricetta son riuscita a farmela dare dalle signore che vendono queste bontà! Si sono raccomandate tutti i vari passaggi e procedimenti ed io non me ne sono persa nemmeno uno! J Dai preparatevi a creare questa delizia! Prima però devo dirvi che ovviamente loro usano i loro prodotti locali, quindi se li avete assaggiati sul posto sappiate che non saranno perfettamente uguali, ma il bello della cucina è anche questo no?

 

Strudel

Impastate i seguenti ingredienti in un’unica ciotola: farina, yogurt, lievito secco, lievito fresco, zucchero, olio, latte e per ultimo il sale. Quando si sarà formata una palla, mettetela su una superfice liscia (la cosa migliore sarebbe avere un grosso tagliere di legno, tipo quello dove fare la pasta fatta in casa, ma al momento io ho sfruttato il grande spazio del mio top in cucina, quindi tranquilli fatelo anche voi!)  Lavorate l’impasto in modo che diventi liscio e poi copritelo lasciandolo lievitare almeno per 3 ore. Nel frattempo potrete dedicarvi ai vari tipi di ripieni, dunque io in questo caso avevo preso tutte le materie prime sul posto, sia il papavero, sia il formaggio ecc, ma naturalmente se non trovate il papavero potete usare le noci e invece del loro formaggio locale usare la nostra nazionale ricotta, insomma in cucina è bello anche adattare certi tipi di ricette al nostro uso quotidiano!

Strudel

Se trovate il papavero (non dovrebbe essere difficile io l’ho visto nella maggior parte dei supermercati) tritatelo con lo zucchero, l’uvetta, la vaniglia e il latte caldissimo, usate pure un mixer per quest’ operazione. Per il ripieno di formaggio procedete in questa maniera, passate al setaccio la ricotta e se fosse ancora troppo umida aggiungete un cucchiaio di farina, poi mescolate insieme allo zucchero, all’uvetta, all’uovo e alla vaniglia. Come vedrete dalle foto potete usare tantissimi altri ripieni, come quello alle prugne oppure al mango che si sposa perfettamente con questa preparazione! Una volta passate le 3 ore e i ripieni ben raffreddati procedete alla stesura della pasta, usate un mattarello e tentate di farla più squadrata possibile, cercate di stenderla di uno spessore non più di 1 cm perché crescerà ancora durante la cottura.

Strudel

Ora viene il bello, nel senso che per avere quell’effetto di farcitura a goccia il trucco è che dovete dividere “visualmente” la pasta in 3 parti quasi uguali. Nella parte centrale dovrete sistemare le due farce per il lungo e agli estremi, ma prima dovrete farne una con relativa copertura di un’ala, poi sopra di questa, ma rimanendo sempre nel mezzo, per poi ricoprire con l’ultima ala, lo so sembra macchinoso, ma fidatevi è più complicato scriverlo che farlo :o) Se volete ottenere un bel contrasto di colori, l’importante è che le farce non si tocchino tra di loro, quindi inseriteci sempre un’ala a dividerle e il gioco è fatto! Spennellate con parti uguali di olio e acqua, tranquilli lo so che è un casino mescolarli ma metteteli in una tazzina e il pennello farà il resto! Cuocete in forno per circa mezz’ora a 180° e ovviamente lasciate raffreddare prima di servirlo! Spero vi piaccia come piace a me, io ne sono golosissima!

Strudel

Ingredienti per la farcitura al formaggio:

20 gr di ricotta

15 gr di zucchero

1 manciata di uvetta (lavata e bagnata )

1 uovo

1 bustina di zucchero vanigliato oppure 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

 

Ingredienti per la farcitura al papavero:

25 g di semi di papavero (oppure noci)
15 grammi di zucchero
1 manciata di uvetta (lavata e bagnata)

150 ml di latte caldo
1 bustina di zucchero vanigliato oppure 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

 

 

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 10 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

1 kg farina
2 uova
200 ml latte
200 ml olio di semi
200 ml yogurt
1 bustina di lievito secco
50 gr lievito di birra
2 cucchiai di zucchero
pizzico di sale


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Minestra

8 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

minestra

Ok, ormai posso dirlo: fa freddissimo!  Il tempo è grigio e stiamo proprio andando incontro alle giornate autunnali, quindi ho proprio voglia di qualcosa di caldo, che mi faccia sentire il tepore della casa e che mi riscaldi il corpo oltre che lo spirito! Diciamocelo, cosa c’è di meglio di una buona minestra? Io amo farla bella genuina e ricca di sapori! Se siete come me, mettetevi ai fornelli, questa minestra vi farà sentire davanti a un bel camino…e se già l’avete… beh aggiungete un bel bicchiere di vino e di certo il freddo rimarrà chiuso fuori di casa!

minestra

In una pentola fate rosolare la pancetta con dell’olio e un po’ di salvia, aggiungete poi dei porri affettati a rondelle e fateli andare a fuoco lento. Nel frattempo tagliate le patate a dadoni e mettetele in padella e questo punto levate pure la salvia. Una volta che le patate si saranno un po’ rosolate, aggiungete i piselli e versate del brodo vegetale fino a coprire il tutto, lasciate andare per almeno 15 minuti a fuoco alto. Coprite con un coperchio e abbassate la fiamma, lasciando cuocere lentamente la minestra per almeno 30 minuti.

minestra

Una volta cotta aggiungete il sale e il pepe a piacimento, mescolatela e lasciatela riposare sempre coperta per almeno un quarto d’ora. Vi consiglio di servirla con dei petali di provolone piccante, danno al piatto una marcia in più…e quando fa freddo ben venga! Se desiderate versate anche un filo di olio extravergine di oliva, la minestra sarà molto più vellutata al palato e personalmente riesce a teletrasportarmi direttamente in qualche cascina toscana!

minestra



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: massimo un'ora

Olio extravergine di oliva a piacere
1 Porri
100 gr pancetta a dadini
200 gr patate
2 foglie di salvia
80 gr piselli
brodo vegetale a piacere


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Salame piccante!

7 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Salame piccante

Avete passato un bel fine settimana? Io sì! Tanto per cambiare mi sono divertita a cucinare di tutto e di più, questa volta anche in maniera “forte” visto che degli amici mi hanno regalato del salame piccante!!! Ma non un qualsiasi salame piccante, bensì un fantastico salame di puro suino, aromatizzato con peperoncino rosso insaccato in budello naturale, ci tengo a precisarlo perché chi me l’ha regalato, ha voluto che lo precisassi! L’ho pure voluto “incorniciare” come un’opera d’arte!!!!! :)

Salame piccante

La prima cosa a cui ho pensato è stata farci un sugo per condirci le tagliatelle fatte in casa, e vai! Poi però mi dispiaceva non assaporarlo anche in altre ricette, quindi vai di zucchine ripiene… ma poi? Eh… poi ho pensato che non sarebbe stato male gustarlo con la pizza, ma il tempo per impastarla, farla lievitare ecc ecc non l’avevo più! Quindi ho ripiegato per la mia Piadizza!  Ve la ricordate? È la mia versione di piadina aperta! Troverete come fare l’impasto sotto la ricetta Piadina. Come ben avrete capito ho utilizzato questo fantastico salame piccante per creare una versione tutta italiana! Giocare un po’ con i colori fa sempre bene e mette allegria in cucina, sicuramente avrete anche altre idee per decorare una Piadizza, quindi spazio alla vostra fantasia! Ringrazio gli amici Giorgio e Lella!!!!

Salame piccante


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Sun-dried tomatoes, cheese and chive puff pastry tart

30 settembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

puff pastry tart

This is my first recipe in English! Wow! I hope to write everything right!!!

Place the flour, butter and salt in a food processor and pulse until the mixture resembles breadcrumbs. Tip into a bowl and add the egg yolk and water mixture, stirring until the pastry comes together. Shape into a large patty and wrap in clingfilm. Place in the fridge to chill for 30 minutes. Remember, preheat the oven to 200°. If you want, can use ready-made puff pastry, but  is not the same thing.

puff pastry tart

On a lightly floured surface, roll out the pastry to the thickness of a 1€ coin and use it to line a 20-25 cm loose-bottomed tart tin, 3 cm deep, leaving any excess overhanging, or, you can do like me, using single portions. Prick the base with a fork and place in the fridge to chill for 15 minutes. Now, line the pastry case with baking parchment and top with baking beans or uncooked rise (excellent basmati for its flavor!)

puff pastry tart

Bake blind in the oven for 15 minutes, the remove the beans or rice and the parchment. Meanwhile, in a large bowl, lightly whisk the eggs with the cheese, chive, sun-dried tomatoes, créme fraìche, pinch of salt and pepper. Fill the pastry with the egg mixture and bake in the oven for 25-30 minutes, until just set and golden.

Remove and leave to cool and…  “buon appetito”!!!!!

puff pastry tart

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 8 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

200 gr flour
fresh chives chopped
100 gr parmigiano cheese
150 ml half-fat créme fraìche
3 eggs
2 tablespoon chilled water
1 egg yolk
pinch of salt
100 gr unsalted butter
50 gr sun-dried tomatoes


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Piccoli rollè di manzo

26 settembre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

involtini

Ricetta veloce veloce e buona buona! E’ un’ottima idea per riciclare gli avanzi della dispensa, sì tutti quei rimasugli che rimangono nei sacchettini, scatole e buste varie. Per intenderci, funghi secchi, pan grattato, cous cous, capperi e così via. L’ho provata anche con le fettine di salmone ma secondo me le fettine di manzo la rendono più gustosa. Mettete in ammollo i funghi secchi e quando si saranno ammorbiditi, filtrate l’acqua attraverso un panno e tenetela da parte.  Inserite nel mixer il pangrattato, il formaggio, il timo, la salvia, l’olio, i capperi e i funghi, amalgamate bene il tutto e lasciate riposare mentre preparate il resto.

rollè

In una ciotola inserite l’acqua dei funghi e il cous cous, coprite e lasciate riposare alcuni istanti. Amalgamate le due preparazioni, la consistenza dovrà essere quella della sabbia bagnata con queste perline di cous cous che s’intravedono. Sbollentate le fette di zucchine, bastano pochi istanti, infatti, non si devono cuocere bensì diventare solo più elastiche per poterle arrotolare meglio. Asciugatele con della carta scottex in modo da eliminare residui di acqua. Stendete una fettina di carne di manzo, sistemate il ripieno e poi le zucchine. Avvolgete questi piccoli rollè e cuoceteli per pochissimo tempo da tutti i lati, fatelo in una pentola antiaderente e a fuoco alto.

rollè

La carne è molto sottile e non ha bisogno di una cottura prolungata e al ripieno serve poco calore per amalgamarsi per bene. Il bello di questi piccoli rollè è che sono molto ben farciti, sicuramente la densità del cous cous aiuta a tenerli in forma e a far sì che il ripieno non diventi troppo ”gommoso” rispetto alla carne. Le zucchine devono rimanere leggermente “croccanti”, come dicono i grandi chef la parte croccante ci vuole! Uso questa sequenza di riempimento perché le zucchine a contatto con la carne scivolerebbero e la stessa cosa succederebbe con il ripieno sopra le zucchine (fidatevi le ho provate in tutte le maniere per capire quale fosse la situazione ideale). Questo è un ottimo piatto per i bimbi perché sono piccoli scrigni di carne e si mangiano in un boccone… se poi volete farvi aiutare sarà un divertimento per i piccoli cuochi! Per i grandi invece, do un consiglio, accompagnate questi piccoli rollè con un buon bicchiere di vino rosso, esalterete il sapore dei funghi!

rollè



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: massimo un'ora

1 cucchiaio di Timo fresco
3 cucchiai olio extravergine di oliva
3 foglie salvia fresca
50 gr parmigiano reggiano
40 gr pangrattato
60 gr funghi secchi
400 gr fettine di manzo
1 cucchiaino di capperi
3 Zucchine
40 gr cous cous


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi