Pasqua nel Carso triestino

2 aprile 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Dove siete stati di bello per Pasqua e Pasquetta? Noi siamo voluti andare a Trieste e non ce ne siamo pentiti! La città è davvero stupenda e a parte le meraviglie architettoniche come il castello di Miramare, abbiamo visitato posti fantastici come la grotta più grande del mondo conosciuta come la “Grotta Gigante”! Ovviamente a fare i turisti viene fame e come ben sapete per me, il viaggio, è anche attraverso le tradizioni culinarie dei luoghi che visito, quindi eccomi pronta a illustrarvi cosa abbiamo mangiato di buono (veramente buono!) Prima di tutto dovete sapere che abbiamo alloggiato all’Angolo dei Ciliegi, un residence appena ristrutturato a Villa Opicina. Camere spaziose e un personale davvero cortese e disponibile, ve lo straconsiglio anche per la sua cucina! Infatti, la prima sera siamo arrivati tardi e quindi ci siamo fermati al ristorante dell’albergo il Daneu… che sorpresa! Io ho mangiato dei fantastici spaghetti alla granseola e Marco delle tagliatelle con capesante e funghi.

pasta alla granseolaCome secondo viste le porzioni dei primi abbiamo voluto dividere a metà una Ljubljanska (immaginatevi un enorme cordon blue dalle dimensioni di una pizza!) trattasi di carne di maiale farcita con formaggio e prosciutto e poi impanata, è semplicemente favolosa! L’abbiamo mangiata con i Kipflel, in pratica sono dei cornetti ottenuti dalla pasta degli gnocchi e vanno fritti nell’olio, buonissimi! ljubljanska

Dopo tutto questo non potevamo tirarci indietro sul dolce, quindi io ho preso le Palacinke (sono le crepes) con frutti di bosco e crema pasticcera e Marco ha preso la millefoglie (scoprirò dopo che qui si chiama Zavata! in dialetto triestino significa grossa ciabatta!) Mi soffermo un attimo su quest’ultimo, infatti, questo dolce da queste parti assume dimensioni gigantesche, immaginatevi uno strato di pasta sfoglia come base e almeno quattro dita di crema pasticcera e infine uno strato di pasta sfoglia a chiudere il tutto. Una volta provata ho capito subito che non era la “solita” crema pasticcera, quindi sono stata affabilmente ospitata nella cucina del ristorante per chiedere quale bontà fosse questa! Il cuoco è stato gentilissimo, mi ha spiegato sia il segreto che il nome, infatti, da queste parti si chiama Crema Carsolina! Il trucco sta nell’usare la panna al posto del latte e ovviamente una certa manualità nel gestire l’incontro tra uova e panna.

millefoglie del carso

Dopo tutto questo gran mangiare ci hanno ospitati presso il bar dell’albergo e ci hanno voluto offrire i liquori e le grappe della casa, tra questi sicuramente spicca il Liquore di Terrano, una delizia mai provata prima. E’ un liquore dolce, ma non troppo, lo potete trovare condito con varie spezie che vanno dallo zenzero al rosmarino, ginepro o menta. Si ottiene dal vino Terrano che è un vino originario di queste zone, partendo dal Carso triestino fino alle valli slovene di Brestovica, quindi ci siamo subito calati nelle usanze locali e al finire della cena siamo rimasti a chiacchierare con un bicchierino di dolce nettare. mangiare a Trieste

liquore di terrano

Il giorno dopo ci siamo trovati con una nostra amica triestina che ci ha portati in una locanda molto caratteristica “La Tecia” dove abbiamo mangiato degli ottimi salumi e formaggi, ma sicuramente il piatto principale erano i Ćevapčići con le patate in Tecia accompagnati da un buonissimo Ajvar!

Che dire? Trieste ci ha lasciati soddisfatti sia per l’ottimo gusto culinario sia per le attrazioni paesaggistiche, insomma, merita!

Un grazie speciale a Valentina che da vera triestina ci ha spiegato tutti i pro e i contro del vivere nella Città della Bora, ci ha portati a zonzo per la sua bellissima città e ci ha fatto assaggiare prelibatezze locali!

Grazie anche a tutto lo staff  dell’Angolo dei Ciliegi e al Ristorante Daneu, fanno parte della nuova gestione e hanno appena ristrutturato sia il residence sia il ristorante, l’accoglienza è stata ottima e ci hanno fatto sentire subito di casa!

Un grazie di cuore ad Alessandra e Giorgio per averci regalato belle chiacchierate e una bottiglia di Liquore di Terrano, abbiamo ancora negli occhi i posti visitati e le fantastiche persone che abbiamo incontrato!

 

 


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi