Convivio in Piazza

10 settembre 2015
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Convivio in piazza

Convivio in piazza, già solo dal nome si intuisce che è una cosa bella vero? Quindi, quando mi hanno chiesto di gestire un punto ristoro vegetariano e vegano presso questo evento, potevo mai dire di no?

convivio in piazza

Partiamo dalla location, dire piazza è davvero riduttivo, perché la Piazza di Rivolta d’Adda è una delle più belle che io abbia mai visto.

basilica convivio in piazza

La sua conformazione è molto particolare, infatti la splendida basilica di Santa Maria Assunta e San Sigismondo, oltre che all’altissimo campanile, si trovano esattamente al centro di questa piazza lasciando uno spazio tutto intorno davvero caratteristico. Se ne volete sapere di più vi consiglio di visitare questo sito da cui provengono queste splendide foto della basilica e di alcuni interni http://www.basilicadirivoltadadda.it/ Ma fidatevi, la cosa migliore è andare a visitarla di persona.

convivio in piazza

Procediamo con il Convivio, innanzitutto questa era la sua quinta edizione, quindi potete ben immaginare quanto successo abbia avuto questo evento e quanto sia valido e ben organizzato per poterlo riproporre con il passare del tempo. Durante la prima edizione sul sito dell’ASCOM si leggeva: “La proposta culinaria accorda insieme la lunga esperienza in ristorazione dei proprietari con l’estro della sperimentazione: ciò che ne nasce è un menu “tradizional-creativo”, capace di sposare i sapori più tradizionali della cucina regionale e padana con le più eterogenee suggestioni etniche e fusion, da tutto il mondo” http://www.ascomcremona.it/articolo.php?id=ART0000000305 Come avrete ben capito, come cuoca creativa, non potevo mancare ad una serata di questo tipo, anche perché con l’inserimento del punto ristoro vegetariano e vegano l’offerta culinaria è stata a 360° e rivolta a tutti i palati.

A proposito di offerta culinaria, ecco i menù dei fantastici ristoratori per il Convivio in piazza della V edizione, compreso il mio!

menù convivio in piazza

…ma vediamo un po’ nello specifico cosa ho preparato, partendo dagli antipasti che ho chiamato “I 3 Sorrisi”

antipasto I 3 sorrisi V convivio

Li ho chiamati così perché mentre li ho creati e ideati sorridevo, ma soprattutto sorridevano le mie amate “cavie culinarie”, ovvero amici che si prestano a provare tutti i miei esperimenti in cucina. Come antipasti ho voluto preparare dei cestini ripieni di maionese vegana con cruditè di verdure, come il sedano, la carota e i fagiolini, sì, crudi pure loro. E’ un modo di mangiarli un po’ particolare per noi in Italia, ma per esempio nei paesi anglosassoni li mangiano più crudi che cotti, quindi ho pensato che fosse una bella idea. In molti si sono complimentati per la maionese vegana, perché in molti casi la fanno che sa troppo di senape, oppure olio, oppure limone… insomma sembra proprio che la mia fosse buona e questo è il miglior complimento.

panzerotti per convivio

Poi ho voluto proporre uno dei miei grandi amori e cioè i lievitati! Ho scelto di fare dei panzerottini al forno con un ripieno alquanto singolare, come cavolo cappuccio bianco, uvetta e songino, credetemi nell’insieme si sposa perfettamente!

   lievitatura panzerotti per v convivio

Come tutti i miei lievitati sono stati fatti con pasta madre e con una lievitazione di minimo sei ore, perché non metterò mai di ricordarlo, il lievito deve poter crescere all’aria, non dentro al vostro stomaco. Infine ho preparato dei cracker al rosmarino con della crema ai ceci, buoni e croccanti, anche questi fatti con pasta madre e ovviamente rosmarino bio, come tutti gli ingredienti che normalmente uso per le mie preparazioni.

Passiamo ai primi, ovvero alle V.I.C. Very Important Crespelle.

crespelle x convivio

Le ho chiamate così perché fin da subito avevo in mente di fare un primo importante, sia come porzioni, ma anche come ripieno, infatti le ho farcite con tantissime verdure di stagione oltre che avvolgerle letteralmente in una vellutata besciamella vegana. Ecco piu’ che altro forse ne avrei dovute fare molte, moltissime in più, visto che sono state letteralmente spazzolate!!!

crespelle vegane

Come secondo ho voluto proporre le mie PALM, ormai una ricetta consolidata negli anni e una di quelle che mi vengono più richieste per i catering.

polpette amaranto

PALM è l’abbreviazione di Polpette di Amaranto e Legumi  e Mais, io adoro dare questi nomi ai miei piatti, è divertente e rende l’idea con quali ingredienti sono preparati.

impiattamento palm

Questa volta le ho accompagnate ad una salsa di mais e a delle verdurine con cavolo cappuccio bianco e carote, condite con un condimento a base di olio extra vergine di oliva, olio e capperi.

polpette amaranto per convivio in piazza

Oltre i piatti sopra descritti ho voluto portare anche i miei tè, perché ho pensato che sarebbero stati ottimi come apertura per la cena oppure come digestivi e grazie al Bar Speziali del mitico Claudio sono stati distribuiti.

te' x convivio

I numeri che ci avevano prospettato si aggiravano intorno ad un’affluenza di circa 2mila persone, ma ci sembra di averne viste molte, moltissime di più di persone viste le lunghe file davanti al nostro punto ristoro. Abbiamo impiattato a ritmi da supereroi :)

impiattamento palm x convivio

Abbiamo iniziato alle 19 e finito tutte le nostre portate alle 21,30 circa, in tutto questo voi penserete chissà che sfacchinata (sì anche) ma la verità è che tutto il lavoro prima, durante e dopo è stato abbondantemente ricompensato dai tantissimi complimenti ricevuti, dai sorrisi che ci hanno regalato, da quelli che tornavano per dirci: “era tutto buonissimo”, dagli affezionati che si sono gustati i bis, da quelli che mi hanno detto che dovrei assolutamente aprire un ristorante, dai tantissimi che si sono già prenotati per i miei prossimi corsi di cucina, dalle persone che mi hanno già contattata per dei catering…

Rivolta-dAdda

Come avrete ben capito io ne sono rimasta entusiasta, ho lavorato fino all’ultimo con una carica di energia positiva e felicità che mi sono rimaste addosso.

 Syl al convivio

Dovete sapere che dietro ad un’organizzazione straordinaria come questa c’è sempre tantissimo lavoro, fatica, capacità di empatia con le problematiche altrui e un problem solving innato. Se è filato tutto liscio, per le attrezzature, la corrente, l’acqua, la pulizia, i vassoi, i tavoli, le sedute, la musica e tutto quello che può esserci dietro ad un evento di tale portata, ecco  quindi che bisogna pur ringraziare qualcuno e chi se non il primo cittadino? Infatti per tutto ciò bisogna ringraziare un sindaco straordinario, Fabio Calvi a cui vanno i miei più sentiti ringraziamenti, e a un’amministrazione comunale che dovrebbe insegnare il proprio metodo di lavoro a tutti i comuni d’Italia vista l’efficienza dimostrata. Naturalmente un grazie all’associazione UNArivolta, alla mitica giornalista Silvia Tozzi e ovviamente alla cittadinanza di Rivolta d’Adda! E se non fossero bastate le cose belle appena descritte, ecco anche le magliette, che ci hanno regalato, a testimoniare la super organizzazione di questo evento :)

magliette convivio

E infine un grazie al mio compagno di vita e di avventure Marco, senza di te, dietro le quinte, io non riuscirei mai a salire con il sorriso sul palcoscenico della vita!

convivio

 Buona Convivialità a tutti!


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Ri-Maflow

20 marzo 2015
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Ri-Maflow. Non vi dice niente? Beh avete presente i vari mercatini dell’usato come quelli di Londra, Parigi, Amsterdam, NY? Ecco senza andare troppo lontano sappiate che ne abbiamo tantissimi anche noi, alcuni sono storici e ubicati in zone centralissime e modaiole, altri come questo, sono un po’ fuori dal problema parcheggio (ne hanno tanto tantissimo) e in più ci si arriva quasi completamente con una splendida pista ciclabile sul naviglio.

mercato dell'usato

Da fuori non troverete cartelloni scintillanti bensì dei bellissimi striscioni autoprodotti, e non vedrete nemmeno le bancarelle, perché “sorpresa” è al coperto!!! Ma di quale mercatino delle pulci sto parlando? Del mercatino dell’usato di Ri-Maflow!!!!

Rimaflow

Per chi non conoscesse questa splendida realtà ecco qui il link http://www.rimaflow.it/ dove potrete leggere chi sono, cosa hanno fatto, cosa stanno ancora facendo e perché sono dei grandi. Il mercatino si trova all’interno di un’ex fabbrica che gli stessi lavoratori hanno recuperato e fatto diventare una Cittadella dell’altraeconomia.

rimaflow

Quindi questo sabato, come ogni altro sabato, potrete venire a curiosare tra le bancarelle. Una delle caratteristiche vincenti di questo mercatino è che è al coperto, quindi se fuori piove potete dimenticarvene e passare ore e ore tra i vari oggetti esposti. All’interno troverete davvero qualsiasi cosa, dal cappottino vintage alla macchina da scrivere, il pezzo mancante della scacchiera che veniva prodotta in serie negli anni ’70, ma che ora state cercando disperatamente.

scarpe

Questo è un vero flea market, ovvero non troverete articoli nuovi, bensì farete il viaggio nel tempo passando da un decennio all’altro nel giro di pochi passi. macchine fotograficheTroverete degli oggetti che hanno fatto la storia, dagli orologi a taschino alle doc martins! Ma il bello di questo posto è una novità fresca fresca (l’abbiamo inaugurato il 7 marzo!) ovvero oltre il mercatino dell’usato potrete venire a fare la spesa, perché ogni sabato ci sarà anche il mercatino alimentare, con prodotti biologici, ottimi formaggi, birre, prodotti artigianali da forno, buonissimi dolci e il pane.

mercato alimentare

Potrete anche fermarvi per il pranzo gustandovi qualche prelibatezza da street food mentre andate in giro per le bancarelle oppure accomodarvi tranquillamente nella zona ristoro. Potreste comprarvi un cappello e una macchina fotografica vintage e intanto gustarvi un panzerotto vegano oppure una focaccia di pasta madre, o perché no una tortillas o uno strudel salato tutto questo mentre osservate le musicassette, che quelli della mia generazione, riavvolgevano con le matite. E quindi, qualsiasi cosa deciderete di fare questo sabato, sappiate che c’è anche questo piccolo pezzo di mondo dove curiosare, e chi dice che curiosando non troverete qualche maschera da saldatore (andate letteralmente a ruba nei negozi!!) per la prossima eclissi solare?  Vi aspetto!!!! street food


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Smørrebrød il sandwich aperto

9 luglio 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

sandwich salmone

Smørrebrød il sandwich aperto. Vi chiederete come mi sia venuta in mente l’idea di un sandwich aperto, ebbene non ho inventato nulla di nuovo, come da tutti i miei viaggi mi sono semplicemente portata dietro un ricordo. E’ anche vero che sono sempre stata golosa di salmone, crudo, cotto, affumicato, a tranci, intero… insomma è uno di quegli alimenti di cui non mi stancherei mai! Ovviamente quando abbiamo deciso di andare a Stoccolma non vedevo l’ora di mangiarlo in tutte le salse e in tutte le varianti e vi assicuro che ne sono stata deliziata! Naturalmente ci sono mille varianti e mille posti dove mangiare salmone, ma io volevo provare qualcosa di street food e sono stata ampiamente soddisfatta quando mi hanno indicato questi sandwich aperti che chiamano Smørrebrød con sopra ogni bontà possibile, eccovi quindi la mia versione veloce di sandwich aperto al salmone.

salmone

Ho usato del pane ai cereali e sopra ci ho adagiato delle fette di salmone, scegliete voi se usare quello affumicato oppure quello con le erbe. Sopra il salmone ho grattugiato la parte verde delle zucchine, sì crude, perché la parte verde delle zucchine è buonissima anche cruda (provatela anche nelle insalate e poi mi saprete dire). Per un tocco un po’ nordico, ma anche per una mia golosità personale, ho voluto usare l’aceto balsamico di lamponi, lega benissimo con il gusto del salmone e delle zucchine. Infine qualche grano di pepe rosa completerà il favoloso sapore dello Smørrebrød!  Naturalmente non poteva mancare anche la versione veg, per cui ho usato i gambi delle bietoline tagliati a striscioline finissime, li ho lasciati marinare con dell’olio e della curcuma, vedrete prenderanno un colore bellissimo, usateli al posto del salmone e poi grattugiate sempre la parte verde delle zucchine, vi delizieranno! Sono ottimi per un pranzo veloce, ma anche per un antipasto sfizioso e fuori dall’ordinario, come sempre spazio alla vostra fantasia!

 sandwich salmone

INGREDIENTI

Fette sottili di salmone

Pane ai cereali

Parte verde delle zucchine grattugiate

Aceto balsamico di lamponi

Pepe rosa


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Panzotti

6 giugno 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

pasta sfoglia ripiena

… eccoli i miei Panzotti!!!!  In qualsiasi occasione li faccia ottengono sempre un enorme successo! Questi che vi propongo oggi sono ai formaggi, ma come ben capirete, potete farli con quello che volete, sono davvero versatili e ovviamente via alla fantasia per farli anche in versione dolce! Inserite nel mixer i vari formaggi con la panna e il pepe, e per ultime le patate lesse, dovrete ottenere un composto né troppo fluido né troppo consistente, perché nel primo caso vi ritrovereste un composto che se ne va da tutte le parti, senza darvi modo di chiudere bene le forme, nell’altro caso i panzotti avrebbero un ripieno troppo duro, e fidatevi abbinare una consistenza leggera e friabile con qualcosa di estremamente duro risulterebbe una delusione! Stendete la pasta sfoglia direttamente sulla teglia da forno che userete, mi raccomando usate la carta da forno! Posizionate il ripieno aiutandovi con un cucchiaio, che sia ben distante sennò non avrete modo di sigillarli per bene. Quando avete finito spennellate l’uovo sbattuto intorno al ripieno e poi posizionate l’altra pasta sfoglia sopra, come se fosse una copertina, in modo da coprire il tutto. Procedete pian piano facendo pressione con le dita per eliminare l’aria e sigillate tutto intorno. Io per tagliarli uso la rotellina, ma potete tranquillamente usare anche un semplice coltellino. Una volta tagliati, spennellate con l’uovo sbattuto e cospargete con i semi di sesamo, io adoro usare anche quelli neri perché fanno un bellissimo contrasto! Prima di infornare ripassate con la rotellina dove avete già tagliato, è il trucco per separarli meglio una volta cotti!  Forno preriscaldato a 200° e almeno 20 minuti, poi lo vedrete, perché si gonfieranno e diventeranno di un color oro fantastico! Prima di divorarli fateli raffreddare, come tutti i prodotti da forno, la temperatura interna è molto più alta! Io li uso come antipasti, ma anche come snack durante le feste, sono ottimi anche come contorno, magari con un ripieno di verdure! Li ho pure provati come scrigni di bontà nelle vellutate! Ma vi parlerò di questo “esperimento” culinario un’altra volta! Ovviamente ho sperimentato anche la versione con la pasta sfoglia vegana, come ripieno ho utilizzato delle farciture di verdure e tantissime semenze, oppure un impasto di legumi e spezie e se li volete fare dolci spazio alla frutta!

  pasta sfoglia

INGREDIENTI

2 patate lesse

Formaggi vari come il provolone, il parmigiano, la caciotta, l’emmenthal, la mozzarella ma quella per pizza, il galbanino, la fontina, ecc. ecc. potete usare tutti quei formaggi che si sciolgono al forno, ma che non perdono di consistenza.

Panna fresca quanta ne serve per ammorbidire bene il composto

Pepe a piacimento


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi