Biscotti con noci pecan e cioccolato fondente

5 novembre 2015
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Biscotti con noci pecan e cioccolato fondente

Biscotti con noci pecan e cioccolato fondente. Ovvero non c’è niente di più bello per me che cucinare qualcosa per gli amici, è una cosa che adoro fare e mi riempie di gioia! Credo proprio che sia una di quelle sensazioni dove mi trovo più a mio agio, quindi oggi vi presento quelli che io, da un po’ di mesi, chiamo i “Biscotti per Paola”. Dovete sapere che Paola è sempre disponibile, carina, intelligente, ma la definizione migliore per descriverla è chiedervi di immaginarvela come una super mega torta fatta dai migliori ingredienti presenti su questa terra, ecco  oltre tutto questo è anche una di quelle personcine che fanno magie con i pc, cellulari, tastiere e come avrete ben capito mi ha praticamente sempre salvata da situazioni di aggiornamenti software, monitor in lutto, clessidre che non finivano la sabbia… l’ultima volta, ma sicuramente non sarà l’ultima, anzi Paola segnati che ho un nuovo problema con il cellulare!!! Ecco, l’ultima volta è stata quello sulla normativa in merito alla “cookie law”, potevo quindi non ringraziarla con dei cookies???

Biscotti con noci pecan e cioccolato fondente

I cookies sono quei biscotti tipicamente americani fatti con pasta frolla e pezzettini di cioccolato, in alcuni ci aggiungono nocciole oppure noci macadamia, ma in nessuno avevo mai visto le noci pecan e quindi per ringraziarla le ho proposto i biscotti con noci pecan e cioccolato fondente. Da allora è passata un’estate e il forno non si è proprio acceso da queste parti, ma ora è arrivata l’ora dei cookies e io non vedo l’ora di farglieli assaggiare! La preparazione della pasta frolla è semplice, ma bisogna tener conto di alcuni accorgimenti, per esempio non surriscaldare troppo la pasta con le mani o con la temperatura della stanza. Quindi impastate prima i biscotti e riponeteli in frigorifero a riposare, nel frattempo accendete il forno per farlo arrivare alla temperatura giusta.

Biscotti con noci pecan e cioccolato fondente

Per l’impasto vi servono farina, burro, zucchero, uova, cioccolato fondente, noci pecan, buccia di limone e un pizzico di sale. Prima di tutto preparate tutti i vostri ingredienti, in modo che siano pronti all’uso, sempre per non fare riscaldare l’impasto. Passiamo alla preparazione, ma non prima di aver fatto una precisazione obbligatoria per la pasta frolla, infatti c’è chi dice di tirare fuori il burro prima, chi lo scalda leggermente con il microonde, e poi ci sono quelli come me, quelli del mattarello! La pastafrolla è una pasta che deve avere una sua “plasticità ed elasticità” ben definite, se il burro è troppo morbido non andrà bene perché oltre ad essere morbido non sarà più freddo, se invece è duro e freddo ci impiegherete troppo a lavorare la pasta aggiungendo calore per lavorarla.

Biscotti con noci pecan e cioccolato fondente

E quindi? Il mattarello è la risposta giusta, tirate fuori il burro dal frigorifero e sistematelo tra due fogli di carta da forno e malmenatelo, vedrete vi farà bene sfogarvi un po’, lo fa sempre. In questo modo il burro sarà elastico senza essere stato riscaldato.  Quindi tirate fuori dal frigorifero il burro solo quando avrete pronti anche tutti gli altri ingredienti. Come primo passo pulite le noci pecan dal loro guscio, sì lo so sarebbe più facile usare quelle già pulite, ma fidatevi queste sono meglio e cucinare per gli altri è un atto d’amore e d’affetto, mettete su una musica che è nelle vostre corde e vedrete che le pulirete senza sforzi. Poi passate al cioccolato e tagliatelo con un coltello, infatti con un ausilio elettrico si scalderebbe e inoltre non avreste quei bei pezzetti irregolari.

Biscotti con noci pecan e cioccolato fondente

Misurate gli altri ingredienti e possiamo iniziare setacciando la farina a fontana sul tavolo oppure se non avete un tavolo adeguato a questa operazione inserite il tutto in una ciotola capiente, fate un buco al centro e inserite lo zucchero, i tuorli, la buccia di limone e il pizzico di sale. Prima di tutto lavorate con una forchetta solo gli ingredienti nel mezzo, dovrete ottenere una consistenza simile alla crema. Aggiungete man mano il burro prendendolo a tocchetti con le mani, in pratica così facendo vi ritroverete ad avere le mani unte e quindi dovrete “pulirvi” le mani con la farina, si chiama sfregamento e consiste nell’usare il pollice contro le altre dita usando la farina, dopo questi movimenti di sfregamento vedrete che man mano la pasta si compatterà, solo a questo punto aggiungete il cioccolato a pezzetti e le noci pecan.

Biscotti con noci pecan e cioccolato fondente

Create una bella palla compatta e riponetela in frigorifero per 20 minuti. Per preparare dei cookies tutti uguali vi consiglio di utilizzare l’attrezzo per comporre le palle da gelato, in modo da ottenere cookies tutti uguali e non rischiare di avere cotture diverse. A questo punto riponete la teglia in frigorifero finché il vostro forno non sarà arrivato a temperatura, cuoceteli a 180° per 10 minuti, ma questo dipende naturalmente anche dal vostro forno.

Biscotti con noci pecan e cioccolato fondente

L’importante è controllare i bordi dei biscotti, appena diventano leggermente dorati sono pronti, l’importante è farli completamente raffreddare prima di toccarli.

Io per regalarli a Paola ho voluto metterli in una specie di lanterna porta biscotti, un po’ per evidenziare che l’amicizia è un faro nella notte.

Biscotti con noci pecan e cioccolato fondente(Naturalmente tutto questo Paola lo sta scoprendo solo ora)

:)



INGREDIENTI: (Ricetta per 6 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: massimo un'ora

400 gr burro
800 gr farina
200 gr zucchero
1 pizzico di sale
4 tuorli
1 buccia di limone
100 gr cioccolato fondente
100 gr noci pecan


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Restaurant Day – My Second Edition

10 maggio 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Restaurant Day

Dopo il grande successo del “mio” primo Restaurant Day… Sabato 17 maggio lo rifaccio!!!!  E dopo essermi confrontata con tantissime persone ho deciso che anche per questa edizione creerò due eventi, questo perché io adoro cucinare più cose quindi perché non farlo con due eventi diversi?

Il primo evento sarà una “Gastronomia Casalinga”, preparerò un po’ di tutto e di più per il pranzo e voi potrete passare a prendervi quello che vorrete. Poi deciderete se portarlo via per mangiarlo tranquillamente a casa vostra, oppure se vorrete gustarvelo serenamente mangiando comodi a casa mia, magari scambiando quattro chiacchiere con gli altri ospiti. Naturalmente per soddisfare tutte le richieste vi chiederò di darmi una conferma, in modo che il cibo non vada inutilmente sprecato e che tutti possano avere le giuste porzioni prenotate.

Il secondo evento “La cena degli Intolleranti”, sarà una cena dove il tema della serata avrà come ospite principale le intolleranze alimentari. Naturalmente anche per la cena vi chiederò la prenotazione, specialmente perché ci saranno più ricette studiate in base alle differenti intolleranze. Per la cena si userà la formula BYOD “Bring Your Own Drink” (portate voi quello che volete bere)

Come sempre verrà richiesta un’offerta che servirà a coprire le spese degli ingredienti comprati e delle stoviglie utilizzate.

Restaurant Day

Ed ecco la mia spiegazione del perché questa iniziativa mi entusiasma così tanto!

Cioè perché io lo voglio fare e perché voi dovreste partecipare al mio Restaurant Day oppure farne uno vostro e magari insieme andare presso tutti gli altri che spero vorranno aderire a questa fantastica iniziativa?

Semplicemente perché si tratta di condivisione di tempo, cibo, spazio; la filosofia non è quella del ristorante dove si lavora per “guadagnare” bensì lo si fa e si partecipa per stare in compagnia, per incontrare persone interessanti, alcuni hanno incontrato pure l’amore!

Io personalmente lo faccio per condividere la mia passione gastronomica con gli altri… insomma non vi resta che provare aprendo un vostro Ristorante per un giorno oppure provando i tanti Restaurant Day che man mano vedrete spuntare sulla mappa del sito!

Per qualsiasi ulteriore informazione e per le prenotazioni potete scrivermi a consylincucina@gmail.com

Vi aspetto!


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

I Giusti di Fa’ la cosa Giusta!

2 aprile 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Fa' la cosa giusta

Grazie per aver fatto i Giusti a Fa’ la cosa giusta! Non so come altro esprimere la mia gioia e felicità per questa splendida esperienza! Sono stati 3 giorni fantastici durante i quali ho incontrato tantissime persone stupende e mi sono goduta ogni singolo complimento per le mie ricette! Vi racconto un po’ cosa ho portato a questa fiera dal nome bellissimo come “Fa’ la cosa giusta” perché secondo me ne vale la pena e nei prossimi giorni posterò le varie ricette, intanto sappiate che quella che ha spopolato di più è stata la Focaccia con il ripieno di cavolo rosso, semplice e straordinaria nello stesso momento, è riuscita a soddisfare molti palati e naturalmente è andata incontro a vegetariani e vegani. La seconda (ma se dividiamo le categorie tra dolci e salati, allora è la prima dei dolci!), sicuramente sono i Muffins con cuore di caramello fondente, è una ricetta per cui in molti mi hanno fatto i complimenti (e addirittura qualcuno ha voluto stringermi la mano con un “grazie di esistere”!!!) eh sono soddisfazioni credetemi!!!!

Fa' la cosa giusta

I momenti di gloria le hanno avute anche le Brioches con semi di zucca (lievitate per ben 6 ore!) e poi gli Strudel salati con cipolle e patate e olive verdi, infine non posso dimenticare le mie focacce con abbracci di 4 farine integrali diverse, infatti li ho chiamati “gli Abbracci” !!! Dovete sapere che tutto il mio entusiasmo è stato largamente condiviso e apprezzato, infatti quando il Mastro Birraio Claudio mi ha chiesto di creare delle ricette, che si potessero abbinare alle birre crude del Birrificio della Granda, ho fatto letteralmente i salti di gioia!!!! La collaborazione è stata molto interessante e soddisfacente, sia per noi ma anche per chi ci è venuto a trovare durante la fiera (alcuni di voi li abbiamo rivisti per tutti e tre i giorni!) Quindi GRAZIE di cuore a tutti, a Claudio, alla Birreria della Granda, alla manifestazione, alle tantissime persone che ho incontrato, ai tanti visitatori e ai loro complimenti… insomma a fare la cosa giusta ci si sente più giusti! Allego un po’ di foto di persone “giuste” :)

Fa' la cosa giusta


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Happy Brunch

11 febbraio 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

caramello

Chi non ha mai assaggiato i miei pancakes, le crepes e la salsa al caramello non può perdersi l’Happy Brunch! La verità è che volevo preparare altre ricette, ma in troppi mi avete chiesto di fare queste tre ricette ben specifiche! Si vede che una volta provate vi sono rimaste particolarmente nel cuore… e quindi come dirvi di no? In questo articolo scriverò soprattutto dell’Happy Brunch e di quanto l’iniziativa del Restaurant Day stia diventando un’esperienza fantastica ancora prima di farla. Come se ci stessimo preparando per un viaggio e quindi la vera goduria sono i preparativi, il promuovere l’iniziativa (che mi sta facendo conoscere tantissime persone fantastiche), creare il menù e gli eventi… insomma mi sto divertendo tantissimo!  Le ricette le trovate cliccando sulle scritte in blu. Per questo Happy Brunch ho voluto fare la scelta di non usare la nutella per le crepes, e di non usare lo sciroppo d’acero per i pancakes, ma bensì la mia salsa al caramello, è perché volevo fare un brunch completamente home made. Chiunque l’abbia provata si è innamorato di questa salsa, infatti è molto buona! Sicuramente il fatto di non usare lo zucchero bianco e nemmeno quello di canna, bensì quello muscovado, rende il gusto di questa salsa molto più buona e particolare. Se non lo conoscete dovete assolutamente provarlo! E’ uno zucchero molto scuro (molto di più di quello di canna) e non è raffinato, ha un profumo di biscotti, di cose buone e giuste, di melassa! La prima volta che ne ho sentito parlare è stato dalla mitica Nigella, e infatti io lo chiamo come lo chiama lei e l’ho anche trovato con questo nome, invece alcuni lo conoscono come zucchero delle Barbados. L’aspetto è uguale a quello della sabbia bagnata, infatti alla consistenza è umido. Quando verrete all’Happy Brunch e assaggerete la mia salsa al caramello, mi darete ragione, e ve ne innamorerete anche voi come tutti gli altri!


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Cucinare con le erbe selvatiche come il Parùch

21 gennaio 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Tagliolini con parùch porri e casolèt

Cucinare con le erbe selvatiche come il parùch? Anzi fare dei tagliolini con parùch porri e casolèt?… non avete mai sentito parlare del Parùch? e del Casolèt?… e nemmeno del Buon Enrico? … se amate la montagna come la amo io sicuramente li conoscerete! Il Parùch o come lo chiamano in molti il “Buon Enrico” lo potete trovare dai 200 ai 2100 mt vicino alle baite, ma soprattutto lo troverete nei pressi delle malghe. Però, io che amo andare a zonzo, sia per monti sia alle sagre, l’ho trovato alla Festa della Montagna ! Le foglie e il sapore si avvicinano a quello degli spinaci infatti alcuni lo conoscono come spinacio selvatico e altri come Farinel. Questo che vedete in foto è un pesto, ma potete cucinarlo come meglio credete, è fantastico nei ripieni e nelle polpette e ovviamente per farci un abbinamento come quello che vi sto proponendo! Il Casolèt invece è un formaggio anche lui buono buono e lo potete trovare in Trentino, ma anche questo l’ho preso durante la mia gita alle festa della Montagna…. ma, finito il vasetto come si fa? Eh beh, lo si rifà! Dai andiamo in cucina che vi faccio vedere come cucinare con le erbe selvatiche come il Parùch e ottenere un pesto buonissimo! (ovviamente al momento non lo troverete, ma quando inizierete ad andare a fare le passeggiate saprete già come prepararlo!) Tritate i porri e fateli appassire in una padella con un po’ di olio a fuoco molto basso. Nel frattempo dividete in due porzioni le foglie di Parùch, una parte la lessate e una volta cotto lasciatelo da parte per fargli perdere acqua, l’altra parte invece lo aggiungete ai porri e lo fate insaporire finché le foglie non appassiranno leggermente. Insaporite quindi con sale e pepe e rullo di tamburi: le noci! Non ne servono molte, ma il malghese che mi ha venduto il pesto mi ha detto che con le noci è tutta un’altra storia…e vogliamo non credergli? Quindi inserite il tutto in un mixer e aggiungete olio extravergine di oliva fino ad ottenere un bel composto cremoso. I tagliolini fatti in casa credo siano la cosa più buona con cui assaporarlo e naturalmente non dimenticatevi di aggiungere le scaglie di Casolèt!!!

Tagliolini con parùch porri e casolèt



INGREDIENTI: (Ricetta per 2 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 15 min.

Pepe a piacere
Sale a piacere
Olio extra vergine di oliva a piacere
2 Porri
50 gr noci
500 gr parùch


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Parmigiana light, una ricetta leggera e gustosa

10 ottobre 2013
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

parmigiana light

Lo so … il nome di questa ricetta è un “disonore”, la parmigiana non può essere light sennò che parmigiana è? Ma sarà vero? Ho voluto quindi, verificare di persona se fosse possibile farla light e a dir la verità mi sono dovuta ricredere, perché è venuta buonissima! Prima di tutto parliamo di melanzane, guardate dalle foto per esempio, che tipi divertenti che ho trovato, ma ovviamente non comprato!

melanzane

Le migliori melanzane, per fare questa ricetta, sono indubbiamente quelle belle grandi e viola, lucide come se le avessero strofinate prima di metterle in vendita e dall’inconfondibile forma ovale. Che dite, passo a spiegarvi cosa ho usato e cosa no?… dai andiamo ai fornelli!  Non ho fritto le melanzane, bensì le ho messe un po’ sotto sale per levare l’acqua in eccesso e poi le ho semplicemente grigliate. Le ho poi sistemate in una teglia senza aggiungerci l’olio e ho alternato strati di pomodoro con il parmigiano, quindi non ho cotto il pomodoro e non ho usato altri tipi di formaggio come la mozzarella, il caciocavallo o la ricotta. Il pomodoro non l’ho cotto perché per farlo, avrei dovuto usare dell’olio, quindi ho evitato completamente di adoperarlo. Per quanto riguarda il formaggio ho usato del parmigiano reggiano, perché anche in piccole quantità riesce a dare molto gusto a un piatto. Basta, non ho aggiunto nient’altro, vi chiederete del sale, ebbene non ho aggiunto nemmeno quello, perché volevo proprio capire se fosse possibile non farlo e che gusto avrei ottenuto. Il risultato? è venuta buonissima! …il gusto delle melanzane è molto marcato e sicuramente è quello dominante, ma il pomodoro, essendo l’unico liquido di cottura risalta comunque e si sposa perfettamente. Ovviamente il parmigiano riesce a conferire al piatto quella marcia in più, fa risaltare il sapore degli altri ingredienti e ho capito che grazie alla sua presenza potevo tranquillamente evitare di aggiungere il sale.

parmigiana light

Una volta riempita la pirofila con i vari strati fate andare il tutto in forno, per almeno 1/2 ora, in modo che il pomodoro e il formaggio abbiano tempo di amalgamarsi l’uno con l’altro. Quindi ecco a voi la parmigiana light, con soli 3 ingredienti, ma di una bontà infinita! Non confrontatela con la “vera” parmigiana, è ovvio che sono due ricette ben diverse, ma se siete a dieta e volete mangiare un piatto sfizioso questa potrebbe essere una valida alternativa.

parmigiana light

 



INGREDIENTI: (Ricetta per 4 persone)
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: meno di 30 min.

100 gr parmigiano reggiano
4 melanzane
1 lt pomodoro in salsa


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi