Syl, ma che fine hai fatto?

24 luglio 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

work in progress

Syl, ma che fine hai fatto? me lo state chiedendo da un po’! Lo so, lo so, non posto ricette da tantissimo, ma credetemi questo è stato un periodo a dir poco pieno e intenso! Ho fatto tantissime cose e non sempre sono riuscita a inserire le ricette, sappiate però che ho documentato il tutto… quindi appena troverò un po’ di tempo inserirò le ricette che ho inventato!!!

Ma Syl, che cosa hai fatto esattamente??? Ho fatto esperimenti con il sedano, e poi torte, torte, torte, provato nuovi sughi e nuovi tipi di pasta sfoglia, creato focacce dolci e salate, da inzuppo e da leccarsi le dita, ho impacchettato, regalato e fatto assaggiare dei nuovi muffins, ho fatto mercatini, catering, compleanni, pic nic e una splendida cena in bianco, ho esordito come consulente di ricette in dialetto milanese, e poi corsi, convegni, bandi e incontri…

 

 

 


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Factory Cormano

3 giugno 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Factory Cormano

Oggi vi racconto della Factory di Cormano, ovvero c’è questo posticino che in pochi, ma buoni,  conoscono, e tra le tante cose che fanno c’è anche un piccolo mercatino agricolo ubicato all’interno di una grande idea, sì quelle idee sane e genuine di cui ci sarebbe bisogno una volta al giorno. La location è quasi “Liberty” nel senso di libertà nel modo che ha di accoglierti, si passa da una semplice strada ad un cortile pieno di armonia, i produttori con le proprie bancarelle sono tutti sorridenti (fidatevi, quando si producono e vendono cose buone il sorriso è spontaneo!) alcuni di loro li vedete qui nelle foto, sono gli amici Apepè dell’Apicolutura Veca, i fantastici e simpatici gestori del Panificio Cappuccio con ottimi prodotti da forno e poi il Pastaio della BioandFood con cui ho barattato le mie polpette di amaranto per dei buonissimi gnocchi ripieni di burrata (non so se mi spiego!!!!) Alla Factory i prodotti ispirano subito freschezza e la cosa bella è che non ci sono “le solite cose”, e nonostante per me fosse la prima volta, mi sono ritrovata come in una grande famiglia! C’era aria di festa, complici anche i tanti bimbi che correvano in giro in attesa della loro festa di compleanno (eh sì alla Factory possono organizzarvi anche questo!) e quell’aria di reciproca conoscenza che si avverte quando si va “sempre” alla bancarella di fiducia.

Factory Cormano

Stavolta c’ero anche io e sono rimasta davvero colpita sia dal posto sia dalle persone che sono venute al mercatino. E’ bello quando ti ritrovi con le persone che non vanno di fretta, anzi, si fermano a chiacchierare sui prodotti, sui processi di lavorazione, sui gusti e magari si impara qualcosa a vicenda. Per esempio ho avuto modo di constatare di quanto poco sia conosciuto l’amaranto, quindi è stato affascinante offrire assaggi delle mie polpette e conversare sulle proprietà di questo “non cereale”. Infatti in pochi sanno che  non fa parte delle Graminacee, ma delle Amarantacee, per cui, come il grano saraceno e la quinoa, non può essere considerato un vero e proprio cereale. E poi è venuto a trovarmi Marco di Ciboprossimo, fonte inesauribile di informazioni e particolari, secondo me bisognerebbe istituire un Ciboprossimo Day, dove poter ascoltare per ore tutto quello che succede in giro, per esempio voi lo sapevate che l’amaranto ha segnato 1-0 contro la soia OGM? No, vero? E invece, sembra proprio che l’amaranto sia una pianta che abbia la “capacità e l’intelligenza” per opporsi alle semenze transgeniche… ovvero, seguite Ciboprossimo, sono presenti anche su FB e su Twitter, non ve ne pentirete!

Factory Cormano

Ma per capire meglio La Factory vi riporto una breve descrizione presa dalla loro pagina FB: “Factory di Cormano, uno spazio nuovo, e antico, per atmosfera e capacità di metamorfosi, con un bistrot per le degustazioni e uno spazio ideale per ospitare eventi, laboratori e workshop, mostre d’arte, set fotografici, urban store effimeri, party privati e manifestazioni dell’associazionismo locale.  Una piccola fabbrica di sogni dove stile, gusto, ritmo, culture diverse, piccoli piaceri si intrecceranno alla produzione artigianale di oggetti di design, sovvertendo abitudini, liberando il respiro, aggiungendo emozione e piacere al vivere cittadino.  Factory Cormano nasce da una scelta di vita di InContrasti, una cooperativa sociale che da anni lavora sul territorio, per convogliare interessi ed emozioni in un ambiente che è anche un luogo dell’anima. Una location camaleontica trasformabile “su misura”.

Come avrete capito… non un posto qualsiasi! Il mercatino lo fanno ogni quarto sabato del mese, quindi non ditemi che non vi avevo avvisato!

Factory Cormano


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Borgomondo

17 aprile 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Chiaravalle

Borgomondo, ovvero, in molti mi chiedono come faccia ad amare Milano, una città alquanto complessa in termini di spazio e di urbanità, che negli ultimi anni sta crescendo a vista d’occhio e che in molti stanno criticando perché non sempre riesce a stare al passo… ma dal mio punto di vista è una città che ci prova, e all’interno del suo provarci ci sono così tante belle persone! Vivere in una città come Milano mette a rischio la capacità di vedere oltre i palazzi, gli happy hour, le strade della moda e il traffico… ma le capacità vanno anche raffinate e a volte imparate oppure intuite. Vi scrivo questo, dopo aver avuto la splendida occasione di partecipare al Mercato contadino a Chiaravalle, organizzato proprio da Borgomondo!

Chiaravalle

Dovete sapere che Chiaravalle è un quartiere di Milano ad un tiro di schioppo da casa mia, insomma un po’ come dire di abitare vicino al Duomo, tanta è la meraviglia di questo posto! Ma lo vedete dalle foto che è splendido e potrebbe risultare inutile sottolineare alcuni aspetti sia architettonici sia paesaggistici, ma diciamoci la verità le parole per descrivere Chiaravalle sono inutili, una volta arrivati qui il tempo semplicemente si ferma.

Chiaravalle

Quindi immaginate la mia esaltazione sia per la splendida location ma anche per la grande opportunità che mi è stata offerta, in pratica ho passato tutta una giornata con la vista dell’Abbazia davanti a me, in un contesto straordinario! … e in più ero anche in ottima compagnia visto che ho incontrato persone splendide! Due di queste sono sicuramente Daniela e Andrea, organizzatori di questo splendido mercato contadino e in primis i promotori di Chiaravalle Sostenibile, I Mondi del Mondo e Terzo Paesaggio.

Chiaravalle

Stanno cercando di far rivivere lo splendido borgo di Chiaravalle e lo fanno attraverso queste splendide iniziative, come viene descritto dal sito: “un mercato contadino permanente a filiera corta per sollecitare il consumo critico, la salute del suolo e dei contadini dei paraggi, un orto e un giardino condivisi, un neonato Gas di borgo, una residenza artistica, laboratori enogastronomici, workshop d’arte, di ecologia e di intercultura… La creazione di spazi e occasioni per praticare il “buon vivere”, per sollecitare consapevolezza, sensibilità e competenze; per creare lavoro”.  Per quelli che “non lo sapevo” “non ho fatto in tempo” “avevo altro da fare”, tranquilli mettete le vostre scuse da parte e preparatevi ad avere una seconda opportunità, infatti il mercato contadino lo rifaranno il 7 e l’8 giugno e vi consiglio vivamente di non perdervelo, ci sarò anche io con le mie ricette della cucina creativa!

Chiaravalle

Credo che la cosa più bella sia andarci in bici, anche se c’è un enorme parcheggio dove potrete parcheggiare la macchina, la bici rimane il mezzo più bello per arrivarci, verrete trasportati dal profumo dell’erba appena tagliata e dai paesaggi della natura con i suoi mille colori. Si capisce che ne sono rimasta entusiasta, vero? La vera chicca di questo mercato contadino è che l’hanno organizzato in modo che sia una continua scoperta, non aspettatevi il classico mercato, bensì lasciatevi trasportare dalla curiosità e dai piccoli sentieri. Quando penserete che sia finito dovrete ancora superare il ponticello di legno, oltre il quale troverete altri banchetti con prodotti eccezionali e sorrisi genuini.

Chiaravalle

Bancarelle cresciute in mezzo agli alberi in fiore e gazebi con tende leggere sono le varie tappe di questo percorso dedicato agli occhi e al palato, oltre alle piccole perle di artigianato come le creazioni di Liberedicreare, oggetti che traspirano passione e buon gusto. Continuando a curiosare troverete gruppi di laboratori per i più piccoli, ma anche gli studenti del Politecnico…  fidatevi, passerete una splendida giornata!

Borgomondo


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Invito a Villa La Valera

4 aprile 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Villa La Valera

Eccovi il mio invito a Villa La Valera. Dovete sapere che durante la fiera Fa’ la cosa giusta ho avuto modo di incontrare tantissime persone che organizzano tante belle iniziative, di conseguenza mi sono ritrovata invitata al NaturBio Festival di Arese, e naturalmente non posso che estendere l’invito anche a tutti voi. Vi spiego meglio questo festival, perché non è solo un festival, bensì è proprio una vera festa di Primavera, tanto da meritare di durare per ben due giorni. Partiamo dalla location, la splendida Villa La Valera, nella quale ci organizzano svariate manifestazioni e mostre, è una splendida Villa della metà del Settecento, naturalmente vista la sua architettura viene spesso usata per matrimoni e ricevimenti. All’interno si possono ammirare splendide sale settecentesche che affacciano sul classico Giardino all’Italiana con al centro una splendida fontana. All’interno del parco potrete ammirare la galleria vegetale di Carpino lunga ben cento metri e naturalmente curiosare nella Limonaia, dove una volta si custodivano le piante di limone durante il periodo invernale. Quindi il mio invito a Villa La Valera è sicuramente per il festival, ma anche per farvi conoscere la splendida  location dove si terrà, perché ne vale davvero la pena visto che ci sarà la possibilità di godersi il fantastico giardino intorno alla villa. Naturalmente non sarò da sola, insieme a me tantissime altre persone porteranno i loro prodotti, e potrete gustarvi una mostra mercato davvero interessante. Il programma del festival è suddiviso su due giorni, proprio per farvi godere appieno tutte le varie attività e dimostrazioni, quindi un fine settimana di relax, dove non dovrete correre per arrivare in tempo, bensì potrete prendervela con calma. Venite con i bimbi, si divertiranno sicuramente perchè gli spazi sono grandi per giocare liberamente e avranno anche la possibilità di diventare “Pompieri per un giorno”. Vi consiglio vivamente di venire con una bella copertina, abbigliamento comodo, sorriso stampato in faccia e tanta, tantissima, voglia di rilassarvi e mangiare bene, a tal proposito, in molti mi avete chiesto con cosa vi stupirò questa volta, tranquilli, dalla colazione all’aperitivo potrete tranquillamente venirmi a trovare. Ma per i più curiosi, sappiate che le “perle” che porterò durante questa fiera saranno sicuramente dei fantastici dolci vegani e delle piadine da urlo per quanto sono buone… e ovviamente il resto lo assaggerete quando mi verrete a trovare!

Vi aspetto!!!!


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

NaturBio Festival

2 aprile 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

…e se vi dicessi che questo fine settimana mi hanno invitata a portare le mie ricette in  una location strepitosa, durante un festival  dove sarà possibile fare delle cose bellissime e condividere un ricchissimo programma di eventi con persone fantastiche?

Ci credereste?

No?

Meglio! perché sarà molto di più di quello che vi ho elencato sopra!

naturbio festival

Preparatevi a un fine settimana particolarmente bello, perché vi sto invitando presso il NaturBio Festival di Arese, dove potrete rilassarvi nei giardini della Villa La Valera, facendovi trasportare dal Piano Mirroring – L’esplorazione sonora dei mondi interiori allo Yoga della Risata, dalle Danze Popolari dal Mondo ai 5 Riti Tibetani, e naturalmente da tantissimi laboratori e workshop interessanti. Trovate tutto il programma qui. Ci saranno anche i Nonformaggi di Luciente…. e naturalmente ci sarò anche io e vi delizierò con delle fantastiche ricette!

Vi aspetto!


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

I Giusti di Fa’ la cosa Giusta!

2 aprile 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Fa' la cosa giusta

Grazie per aver fatto i Giusti a Fa’ la cosa giusta! Non so come altro esprimere la mia gioia e felicità per questa splendida esperienza! Sono stati 3 giorni fantastici durante i quali ho incontrato tantissime persone stupende e mi sono goduta ogni singolo complimento per le mie ricette! Vi racconto un po’ cosa ho portato a questa fiera dal nome bellissimo come “Fa’ la cosa giusta” perché secondo me ne vale la pena e nei prossimi giorni posterò le varie ricette, intanto sappiate che quella che ha spopolato di più è stata la Focaccia con il ripieno di cavolo rosso, semplice e straordinaria nello stesso momento, è riuscita a soddisfare molti palati e naturalmente è andata incontro a vegetariani e vegani. La seconda (ma se dividiamo le categorie tra dolci e salati, allora è la prima dei dolci!), sicuramente sono i Muffins con cuore di caramello fondente, è una ricetta per cui in molti mi hanno fatto i complimenti (e addirittura qualcuno ha voluto stringermi la mano con un “grazie di esistere”!!!) eh sono soddisfazioni credetemi!!!!

Fa' la cosa giusta

I momenti di gloria le hanno avute anche le Brioches con semi di zucca (lievitate per ben 6 ore!) e poi gli Strudel salati con cipolle e patate e olive verdi, infine non posso dimenticare le mie focacce con abbracci di 4 farine integrali diverse, infatti li ho chiamati “gli Abbracci” !!! Dovete sapere che tutto il mio entusiasmo è stato largamente condiviso e apprezzato, infatti quando il Mastro Birraio Claudio mi ha chiesto di creare delle ricette, che si potessero abbinare alle birre crude del Birrificio della Granda, ho fatto letteralmente i salti di gioia!!!! La collaborazione è stata molto interessante e soddisfacente, sia per noi ma anche per chi ci è venuto a trovare durante la fiera (alcuni di voi li abbiamo rivisti per tutti e tre i giorni!) Quindi GRAZIE di cuore a tutti, a Claudio, alla Birreria della Granda, alla manifestazione, alle tantissime persone che ho incontrato, ai tanti visitatori e ai loro complimenti… insomma a fare la cosa giusta ci si sente più giusti! Allego un po’ di foto di persone “giuste” :)

Fa' la cosa giusta


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Fa’ la cosa giusta

26 marzo 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Fa' la cosa giusta

Fa’ la cosa giusta, ovvero, cosa succede quando un Mastro Birraio e un’appassionata di cucina si incontrano? Beh, ovviamente fanno la cosa giusta! …questo per dirvi che anche voi potete fare i giusti e quindi venirci a trovare durante i tre giorni di fiera. Entrare in contatto con stili di vita sostenibili e consumare criticamente sta diventando più che importante, sta diventando il futuro, e come recita il libro dei 10 anni di fiera “Il futuro è di chi lo fa” quindi anche io mi sono messa in gioco per scrivere un pezzetto di futuro. Reputo fondamentale sottolineare l’importanza di tornare a cucinare come una volta, usare cibi salutari e riportare a galla alcuni valori e sapori dimenticati. Per questo motivo ho voluto usare delle ottime, ma povere, materie prime, sbizzarrendomi con la creatività dei colori e con la versatilità dei lievitati. Quindi per l’occasione vi aspetto in fiera, dove potrete assaggiare le mie ricette, studiate appositamente per essere abbinate alle ottime birre che troverete!


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Incavolati

17 marzo 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

Incavolati

Incavolati, ovvero una ricetta per incavolarsi di meno e cucinare con ingredienti diversi e fantasia. Come sapete sono stata invitata a partecipare a Tutto Natura, una bellissima fiera Bio che a ottobre compirà 20 anni, quindi sono stata più che onorata! Per questo motivo ci ho pensato molto a cosa portare e alla fine ho scelto le mie ricette vegane legate ai lievitati. I processi di lievitazione sono affascinanti e io personalmente ho un debole per i lievitati di qualsiasi genere!  Quella di oggi è una ricetta che in fiera ha riscosso un enorme successo, si tratta di focacce che hanno nell’impasto il cavolo rosso, e infatti le ho chiamate gli Incavolati. Il colore della focaccia come vedete è molto scuro, quasi cioccolatoso e si apre a mille possibilità di abbinamenti vari, il cavolo rosso si accompagna benissimo ai formaggi e in questo caso io l’ho accompagnato ai Nonformaggi !  Andiamo in cucina che vi faccio vedere come farli. Prima di tutto sappiate che il cavolo rosso per gustarlo al meglio dovrete cuocerlo a lungo (il mio l’ho cotto per 4 ore), quindi direi che la cosa migliore sia preparare grosse quantità di focacce in modo che il tempo della preparazione sia ricompensato sicuramente dalla bontà ma anche dalla quantità! Affettate il cavolo rosso a listarelle e sgranatelo bene in modo che non ci siano pezzi di foglie troppo grosse e cuocetelo coperto e a fuoco basso con poco olio mescolandolo di tanto in tanto.

incavolati

Quando sarà pronto versate il cavolo su una teglia allargandolo e rimescolandolo in modo da farlo raffreddare. Procediamo quindi con la preparazione della focaccia che avrà bisogno di due contenitori, uno un po’ più piccolo e l’altro che riesca a contenere la dose di farina. Nel contenitore più piccolo ho sciolto il lievito con l’acqua e in quello grande ho unito la farina, l’olio e il cavolo. Appena il lievito si sarà sciolto impastate tutto insieme facendo incorporare per bene tutti gli ingredienti  e poi mettete il vostro composto sul tavolo, ovvio sarebbe meglio avere una spianatoia di legno, ma anche un semplicissimo tavolo andrà benissimo.  Infarinate il piano di lavoro e impastate fino ad ottenere una palla compatta e molto morbida, io in genere impasto dai 5 ai 10 minuti. Spennellate l’impasto con un po’ di olio e fatelo riposare 15-20 minuti. Intanto preparate le teglie spennellandole con dell’olio in modo che siano pronte per il passo successivo, ovvero stendere le focacce. Prelevate dell’impasto aiutandovi con un coltello e impastate nuovamente creando delle ulteriori palle, vi consiglio di pesarle sempre, questo vi aiuterà a cuocerle tutte nella stessa maniera e con la stessa tempistica. Naturalmente il peso dipenderà dalla grandezza delle vostre teglie quindi fate delle prove, pesando e poi stendendo l’impasto, che dovrà essere alto almeno un centimetro. In base alla capacità di copertura della teglia capirete più o meno il peso ideale per voi. Il trucco per stendere la focaccia è arrotolare l’impasto sul mattarello e poi srotolandolo nella teglia, questo serve per non rompere l’impasto durante il trasferimento della focaccia dal tavolo alla teglia. Spennellate la focacce con dell’olio e poi copritele e fatele riposare per almeno 6 ore.

incavolati

Alcuni reputano eccessive 6 ore di lievitazione, ma il mio professore durante il corso di pizzeria che ho fatto, ripeteva sempre: “i lievitati non devono lievitare dentro di voi, bensì avere un loro processo di lievitazione” … e questo è anche il motivo per cui a volte non digerite la pizza, semplicemente perché non hanno fatto lievitare abbastanza il lievito. Una volta terminata la lievitazione cuocete in forno a 230° per  15-20 minuti.  Creare le focacce con il cavolo rosso è stata una vera rivelazione, infatti fare esperimenti in cucina è quello che mi appassiona di più e penso che non ci si debba mai fermare in merito ai gusti e alle opzioni degli ingredienti. Personalmente volevo ottenere una focaccia scura, ma gustosa e particolare… devo dire che ci sono proprio riuscita! Ah a proposito… incavolatevi di meno e cucinate di più!



INGREDIENTI
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: oltre due ore

250 ml Olio extravergine di oliva
30 gr Sale
2 kg farina integrale
2 cubetti di lievito di birra
1 cavolo rosso


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Tutto Natura

13 marzo 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

tutto natura

Tutto Natura, ovvero sono stata invitata a festeggiare l’arrivo della primavera nel migliore dei modi, partecipando ad una fiera!!!! Per me sarà un onore perché questa fiera è davvero molto bella, il posto dove la fanno è molto caratteristico e poi sarò ospite del mago dei Nonformaggi! Se ancora non li conoscete, questa è un’ottima occasione  per venirci a trovare!

Io invece preparerò dei lievitati, molti dei quali li conoscete già, altri sono frutto di esperimenti in cucina e di voglia di nuovo! … ma non voglio rovinarvi la sorpresa…

Vi aspetto domenica 16 marzo dalle 9.00 alle 19.00 in P.zza Mercato, Parco Castello a Legnano!

 

 


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites

Menù da Oscar

3 marzo 2014
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
-->

menù da Oscar

Stanotte è stata la notte degli Oscar e quindi eccomi con un menù da Oscar! Sul Red carpet si sono avvicendati tanti visi “conosciuti” e lo sfarzo dei vestiti, come sempre, è stato proprio da Oscar! Quest’anno tifavo per Jared Leto come miglior attore e come  film Dallas Buyers Club. …ma diciamocelo, come ogni anno non vedevo l’ora di sapere cosa avesse cucinato Puck per il suo menù da Oscar! Questa volta ha optato per una cena in piedi, quindi sono andata a curiosare tra le ricette e ne sono rimasta entusiasta! Inutile dirvi che ripeterò la maggior parte delle sue ricette, ma come potrei farne a meno? L’aspetto che avevano i mini hamburger di manzo Kobe con formaggio cheddar invecchiato e Remoulade erano più che invitanti, erano da acquolina in bocca immediata! Se vi state chiedendo cosa sia una Remoulade sappiate che è una salsa francese che Puck ha completamente stravolto rispetto alla ricetta originale, infatti ha usato questi ingredienti:  panna, aglio, rosmarino fresco, paprika dolce, olio di arachidi, cipolla rossa, peperoni gialli e rossi..e non ha frullato nulla bensì era tutto alla brunois… insomma quell’hamburger oltre ad avere un aspetto buonissimo,  sicuramente ha acquistato punti anche grazie alla Remoulade! Il piatto che mi ha entusiasmato di più è stato il Chicken Pot Pie,  piccole torte di pollo in crosta friabile, che solo a vederle capisci che sono comfort food! E vogliamo parlare di quelle fette di salmone tagliate da Oscar? Idea fantastica, infatti per me Puck è un mito, e non per niente si occupa della cena degli Oscar da ben 20 anni!! Rifatevi anche voi gli occhi con le foto, vi assicuro sono proprio un bel vedere!!! Cliccate sulle ricette in blu, intanto io andrò in cucina dove cercherò di rifare quella Remoulade, vi farò sapere se c’è del genio Puck in me!!!!

 


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Delicious
  • Pinterest
  • RSS
  • Add to favorites
  • Pagine

  • Ricette

  • Nelle mie pentole troverete anche..:

  • Tag

  • cosa ho cucinato fino ad ora?

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Questo sito utilizza cookies di terze parti esclusivamente per il funzionamento dei plugin di social network, senza alcun intento di profilazione. Click su OK per presa visione e accettazione di questa informativa.

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi